• Sei il visitatore n° 475.918.624
Vai a:
Il primo network di informazione online della provincia di Lecco
link utili
bandi e concorsi
cartoline
Scritto Lunedì 02 aprile 2012 alle 16:01

Manzoni: Lovisari e la sua squadra presentano l’attività svolta nel 2011. Per il 2012 c'è ottimismo

Roberto Pinardi, Mauro Lovisari e Patrizia Monti

Si era aperto con la parola d'ordine "spirito di squadra" il lavoro di Mauro Lovisari come Direttore Generale dell'Azienda Ospedaliera di Lecco nel gennaio 2011, e ad un anno e poco più di distanza lo stesso direttore con i suoi stretti collaboratori, Patrizia Monti e Roberto Pinardi, si è ritrovato ad affermare "lo spirito di squadra è stato vincente, i risultati raggiunti in un anno di attività sono stati buoni e non possiamo che essere soddisfatti, anche se c'è ancora tanto da fare." Una serata dedicata a ripercorrere il lavoro svolto, quella di venerdì 30 marzo presso l'Ospedale Manzoni, non senza lanciare uno sguardo in avanti, al corrente 2012 e al prossimo 2013. Mediata dagli interventi del cabarettista Norberto Midani la "squadra di Lovisari" ha efficacemente illustrato l'andamento dell'Azienda Ospedaliera Lecchese, mettendo in rilievo non solo i risultati positivo raggiunti nello scorso anno ma anche dei punti considerati ancora "deboli", come il presidio di Bellano, definito un cantiere aperto dallo stesso Direttore Generale. Due gli obiettivi generali e strategici che hanno guidato e guideranno la direzione: consolidamento della qualità, tramite lo sfruttamento delle nuove tecnologie, e valorizzazione delle risorse umane, indispensabili e fondamentali in ambito sanitario. Come attualizzare questa valorizzazione? "Innanzitutto - ha detto Lovisari - migliorando l'attribuzione dei ruoli e responsabilizzando i migliori collaboratori ad esempio invitandoli a "caricare" i giovani di esperienza dato che questi non hanno paura di portare pesi." Piccole grandi strategie mirate a portare armonia e benessere sul lavoro, due componenti fondamentali per un buon clima aziendale. Clima aziendale mantenuto in positivo anche sul piano finanziario, come ha illustrato il Dott. Pinardi, Direttore amministrativo dell'Azienda Ospedaliera, per il quale "Lecco e i suoi presidi forniscono uno scenario virtuoso, avendo aumentato i ricavi diminuendo nel contempo i costi." Il rapporto costi e ricavi per l'AO rispetto al 2010 è migliorato del 2.5% nel 2011, con una diminuzione di spese del -1.1% dal 2010 al 2011 e un aumento delle entrate di + 1.5%. "Nel complesso - ha concluso Pinardi - il 2011 sul piano finanziario è stato fortemente positivo e ci auguriamo di poter mantenere questa performance anche quest'anno." È toccato al Direttore Sanitario Patrizia Monti invece illustrare l'andamento della vera e propria attività sanitaria durante il 2011, che ha visto un netto miglioramento nella risposta ai bisogni dei pazienti rispetto al 2010 (+2.1%, corrispondenti a circa 125 milioni di euro di attività svolta). Ha inciso su questi numeri l'aumento del peso medio dei pazienti, ossia la complessità dei casi trattati. Si sono registrati buoni risultati per quasi tutti i Dipartimenti sanitari, eccezion fatta per quello di Ortopedia e di Emergenza. Ha contribuito molto all'incremento delle prestazioni offerte il Dipartimento Cardiovascolare, dove si è passati dai 347 ricoveri del 2010 ai 468 del 2011. Diminuiti invece i casi di ricovero nel Dip. di Chirurgia, soprattutto grazie alla promozione dell'attività di screening alla mammella e al colon che ha permesso di trattare un maggior numero di neoplasie allo stadio primitivo senza ricorrere al ricovero. Ha concluso la rassegna una panoramica sui lavori svolti, su quelli in corso e quelli da eseguire. "Prima completeremo questi lavori - ha detto il DG - e prima daremo ai nostri uomini le risorse." Durante il suo primo anno di attività la direzione Lovisari ha portato a termine, Merate, la nuova rianimazione, le sale operatorie e un'entrata riservata ai soli dipendenti. A Lecco è stato completato il parcheggio del Pronto Soccorso e sistemato il sistema di condizionamento delle sale operatorie, e infine ma non ultimo per importanza, i due presidi (di Merate e Lecco) sono collegati tramite fibra ottica, un obiettivo che verrà esteso anche a Bellano e altri poliambulatori nel lecchese. Avviati e, secondo le previsioni, pronti entro fine 2012, a Lecco la costruzione di un'entrata riservata ai veicoli dei dipendenti, che sarà in Via della Filanda, la concessione di un parcheggio clienti a pagamento (entro ottobre 2012) e l'installazione di un sistema di videosorveglianza e sicurezza nell'ospedale. A Merate è in corso il trasferimento del reparto di pediatria, che entro fine agosto 2012 dovrebbe essere completato, la sistemazione dei nuovi parcheggi e del day surgery (entro dicembre). Per quando riguarda il Lotto 2 comprendente dialisi, pneumologia e psichiatria è in corso un periodo di osservazione e conflittualità con le imprese addette ai lavori, al fine di garantirne una degna sistemazione. Infine la problematica situazione del presidio di Bellano, dove per i lavori di intervento sarebbero richiesti 2 milioni di euro: in previsione, oltre al completamento/disfacimento del 2 piano del complesso, anche la costruzione di nuove palestre per l'attività di riabilitazione e la sistemazione della sala convegni esterna. Sfide difficili ma non impossibili il cui esito ci si augura darà ulteriore lustro alla direzione Lovisari.
C.F.
© www.merateonline.it - Il primo network di informazione online della provincia di Lecco