Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione propri e di terze parti per le sue funzionalità e per servizi in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o se vuoi negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui. Proseguendo la navigazione nel sito, acconsenti all'uso dei cookie.
ACCETTA
  • Sei il visitatore n° 415.698.886
Vai a:
Il primo network di informazione online della provincia di Lecco
link utili
bandi e concorsi
cartoline
Scritto Sabato 21 agosto 2010 alle 10:16

Sulla Sagra delle Sagre edizione 2010

Sagra delle Sagre

(Edizione n. 45 - Anno 2010)


Premesso che la Sagra delle Sagre se non ci fosse sarebbe da inventare, devo osservare quanto segue:

 

. non offre uno spaccato del mondo produttivo della Valle

 

. non ho notato presenze significative di aziende, ma solo diversi stand (la maggior parte provenienti da altri territori) che vendevano merci di vario tipo, non di prima qualità, ma di alto prezzo

 

. il servizio ristoro semplicemente pessimo e anch'esso caro (i miei nipoti che avevano fame e mangiano anche i sassi, hanno buttato il pane nei portarifiuti). Eravamo in nove e abbiamo speso una cifra assurda, ovviamente senza mangiare. I cosiddetti pizzoccheri sono anch'essi finiti in pattumiera, della polenta taragna o presunta tale è meglio tacere

 

. eravamo in nove a visitare la sagra e, se non mi segnalano novità, non ci metterò più piede. Era il tardo pomeriggio di sabato, giorno dell'inaugurazione, e non ho visto un grande afflusso.

 

. i numeri delle presenze indicate dagli organizzatori mi sembrano ottimistiche. Non penso che la gente venga da fuori per un evento di portata paesana e non di rilevanza turistica. In Valsassina abitano poco più di 15 mila persone e non credo che abbiano aderito in massa. Mediamente (mi dicono ma posso essere smentito) la presenza di turisti (quasi sempre gli stessi) si aggira per eccesso attorno alle 20 mila unità. Arrivare ai 130 mila visitatori è uno sforzo che va oltre alle mie pur lodevoli volontà

 

. sempre per stare sui numeri, mi dicono, che sarebbero stati venduti 50 mila biglietti della lotteria. Durante la mia visita non ho visto una sola persona acquistare un solo biglietto

 

. mi dicono sempre che gli enti pubblici non avrebbero sovvenzionato la manifestazione, cosa che in questi casi è prassi normale

 

. la generosità degli standisti che si sono sobbarcati penso tutti gli oneri merita un elogio e forse qualche riflessione

 

. all'inaugurazione le autorità presenti non erano molte. Anche gli inauguratori di professione avevano altro da fare

 

La Sagra ha un marchio importante. Penso che le istituzioni (esempio la Camera di Commercio) e le associazioni di categoria dovrebbero scendere in campo con idee e quattrini.

Armando Sala
© www.merateonline.it - Il primo network di informazione online della provincia di Lecco