• Sei il visitatore n° 467.199.035
Vai a:
Il primo network di informazione online della provincia di Lecco
link utili
bandi e concorsi
cartoline
Scritto Domenica 11 marzo 2012 alle 07:32

Lecco: Felice Gimondi e Fiorenzo Magni, i campioni del Giro d’Italia, si raccontano

"I campioni che hanno fatto il Giro d'Italia", questo il titolo dell'incontro che si è tenuto nella sala arancio della "Casa dell'economia" di Lecco nel pomeriggio di sabato 10 marzo. Il dibattito, promosso dal Comitato Lecchese per il Grande Ciclismo e inserito all'interno del programma di eventi  in preparazione alla tappa del Giro d'Italia, che arriverà ai Piani Resinelli il prossimo 20 maggio, ha avuto come indiscussi protagonisti due tra i più grandi ciclisti italiani di tutti i tempi: Felice Gimondi e Fiorenzo Magni.

Da sinistra Alberto Denti, Carlo Spreafico, Arnaldo Redaelli, Felice Gimondi, Elisa Corti, Antonello Formenti, Armando Volontè

I due campioni hanno ricordato, attraverso l'ausilio di fotografie e titoli di giornale d'epoca, le loro imprese sportive e, in modo particolare, il loro rapporto con il territorio lecchese. "Queste zone - ha spiegato Felice Gimondi - sono state per molto tempo uno dei miei terreni di allenamento preferiti, sia perché vicine a dove vivevo, ossia nella bergamasca, sia perché ho sempre prediletto allenarmi su strade "mosse" e con parecchi saliscendi, piuttosto che in pianura. Ricordo molto nitidamente- ha proseguito - i camion che più volte mi hanno pericolosamente sfiorato all'interno delle gallerie, nei pressi di Varenna".  Ancora più stretto, poi, il legame di Fiorenzo Magni con il lecchese, in quanto da anni il "Leone delle Fiandre" risiede nel vicino comune di Monticello Brianza. "La Brianza e la Valsassina vogliono dire molto per me- ha affermato Magni -Dalla salita dei Resinelli ci sono passato più volte e penso che quella di maggio sarà una bellissima tappa".

Fiorenzo Magni, Marco Corti, Felice Gimondi, Renato Corbetta

Gli ex ciclisti, nonostante abbiano gareggiato in periodi diversi (Magni negli anni quaranta e cinquanta e Gimondi dal 1965 al 1979),hanno avuto alcune caratteristiche in comune, prima tra tutte quella di essere contemporanei di grandissimi campioni, i quali ne hanno limitato di molto le possibilità di successo. "Io - ha affermato Gimondi - ho avuto come avversario Eddy Merckx, che si prendeva tutto e mi lasciava poco spazio, mentre Fiorenzo ha incontrato sulla sua strada Coppi e Bartali". Di parere opposto Magni,  che ha sottolineato come "sia felice di aver gareggiato con simili fenomeni. Grazie a loro - ha affermato - ho imparato a perdere e questo mi è servito nella vita per riuscire ad affrontare le difficoltà nelle vesti di marito, padre e nonno".
All'incontro ha preso parte anche Renato Corbetta, lo storico organizzatore di eventi ciclistici che per primo ha portato il grande ciclismo a Lecco e che esattamente cinquant'anni fa ha organizzato l'ultimo arrivo del Giro ai Piani Resinelli. Corbetta ha, quindi, ricordato brevemente tutte le gare ciclistiche più importanti che in passato è riuscito a portare nella città manzoniana.


Soddisfatti della manifestazione i rappresentanti  del Comitato Lecchese per il Grande Ciclismo, Carlo Spreafico (portavoce) e Elisa Corti (presidente). Il primo ha ringraziato i due ospiti ricordandone i passaggi da Lecco in maglia rosa, mentre la seconda ha ringraziato per la collaborazione la Camera di Commercio e ha ricordato "la meravigliosa esperienza del Giro di Lombardia dello scorso ottobre", augurandosi lo stesso successo per la tappa del Giro del 20 maggio.

Daniele Frisco
© www.merateonline.it - Il primo network di informazione online della provincia di Lecco