• Sei il visitatore n° 466.815.958
Vai a:
Il primo network di informazione online della provincia di Lecco
link utili
bandi e concorsi
cartoline
Scritto Lunedì 09 agosto 2010 alle 18:05

Senza forza pubblica il rischio è che sia il cittadino a difendersi

La linea dura è scattata persino nelle più rinomate località turistiche. Ma, per ragioni davvero imperscrutabili, sembra che non trovi cittadinanza nei nostri paesi, più residenziali, quindi votati alla quiete, che turistici, amanti cioè del baccano. La storia di Olgiate è solo una delle tante. Le cause? Beh innanzitutto la gestione dei locali, completamente insensibile alle ragioni dei cittadini. Ma fin lì ci sarà una responsabilità penale, semmai. Poi quella del Sindaco che resta l'autorità preposta all'ordine pubblico. L'alibi dietro cui si nascondono spesso i primi cittadini è la mancanza di vigili urbani e, quindi, l'impossibilità di effettuare controlli nei locali. E l'invito è il medesimo: rivolgetevi ai carabinieri ma ogniqualvolta qualcuno ha chiamato i carabinieri invariabilmente la risposta degli operatori è stata: qui è tutto tranquillo. Come dire, chi chiama ha le traveggole. Posto che questo non è il miglior metodo per conquistarsi la fiducia del cittadino, c'è anche una questione, come dire, di una preoccupante scarsità di perspicacia. Anche una media intelligenza comprende che all'arrivo dei carabinieri il frastuono cala. Per risalire subito dopo la partenza della pattuglia. Ma se l‘intervento è preceduto da sopralluoghi in borghese allora il rischio di essere presi in giro si azzera. E ci fermiamo qui, non vogliamo pensare altro anche se diversi dubbi, e almeno un episodio che giudichiamo grave, insidiano stima e fiducia. A Olgiate si è andati ad un passo dalla rissa. A Merate, in vari punti e in tempi diversi si è sfiorato lo scontro fisico. Quando la gente non ne può più perché all'una e trenta il frastuono è insopportabile potrebbe imbracciare una mazza e risolvere diversamente il problema. Non ce lo auguriamo, naturalmente. Ma il rischio c'è. Passi accettare che il 90% dei furti resti senza colpevole, ma almeno contrastare il reato di disturbo della quiete pubblica - visto che dove si consuma è facile da scoprire, non occorrono né indagini né scientifica - è un risultato che il cittadino legittimamente si attende. Non fosse altro perché questa presunta "sicurezza" costa. E molto!
© www.merateonline.it - Il primo network di informazione online della provincia di Lecco