Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione propri e di terze parti per le sue funzionalità e per servizi in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o se vuoi negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui. Proseguendo la navigazione nel sito, acconsenti all'uso dei cookie.
ACCETTA
  • Sei il visitatore n° 460.196.621
Vai a:
Il primo network di informazione online della provincia di Lecco
link utili
bandi e concorsi
cartoline
Scritto Mercoledì 25 gennaio 2012 alle 16:12

Lecco: focus sul dipartimento materno-infantile del Manzoni

Corsia preferenziale per la prenotazione e la rapida accettazione delle prestazioni sanitarie da parte dei pazienti fragili, quali donne in stato di gravidanza, il punto accoglienza del dipartimento materno- infantile eroga ogni anno 70.000/ 80.000 prestazioni.
"Tre o quattro volte all'anno vengono intervistati gli utenti per testare il grado di soddisfazione e cercare di mettere a frutto eventuali consigli per snellire le code e migliorare il servizio" queste le parole del dottor Rinaldo Zanini, direttore del dipartimento materno- infantile dell' azienda ospedaliera.
"Il punto accoglienza è nato nel maggio 2007" ha precisato Maria Cristina Magni, referente amministrativa del reparto  "e rappresenta un tentativo di essere più vicini all'utente, per questo motivo le operatrici non si trovano dietro un vetro ma dietro ad una scrivania, dove si accomodano anche le pazienti".

Rinaldo Zanini, direttore del dipartimento materno- infantile e
Maria Cristina Magni, referente amministrativa del reparto materno- infantile


Fiore all'occhiello del punto accoglienza è la centralizzazione amministrativa: viene, infatti, rilasciata alla partoriente la dichiarazione dell'atto di nascita entro quattro giorni dal parto, la tessera sanitaria e il codice fiscale, senza doversi recare in prima persona in comune o all'Asl con un buon risparmio di tempo ed energie. Inoltre, è possibile per la paziente che stia prenotando una visita ginecologica, prenotare anche una prestazione correlata, quale, ad esempio, una mammografia senza doversi recare in radiologia.
Il focus group di questa mattina, tenutosi nella segreteria del reparto materno- infantile, al primo piano dell'ospedale, ha confermato l'efficienza del sistema. Il casuale campione di mamme ha comprovato la rapidità nella prenotazione e nell'accettazione delle prestazioni.
Unico neo ancora da risolvere, la miglior segnalazione di tutti i servizi disponibili per l'utenza, quale, ad esempio, l'ambulatorio gestito dalle ostetriche per la gravidanza fisiologica.
Il dottor Zanini ha confermato l'intenzione di realizzare un punto accoglienza simile anche a Merate al fine di uniformare lo standard di prestazioni offerte in tutti i presidi dell'Azienda ospedaliera della provincia di Lecco. Una nuova valutazione del servizio è prevista per il mese di aprile.


                                                                                                                                                                                                                  
Veronica Melesi
© www.merateonline.it - Il primo network di informazione online della provincia di Lecco