• Sei il visitatore n° 495.869.276
Vai a:
Il primo network di informazione online della provincia di Lecco
link utili
bandi e concorsi
cartoline
Scritto Venerdì 20 gennaio 2012 alle 17:22

Abbadia: blitz dei carabinieri che arrestano un 34enne con pistola e 2 computer rubati

Prosegue senza sosta l'attività di controllo del territorio e di contrasto alla criminalità da parte dei militari della compagnia Carabinieri di Lecco, finalizzata a prevenire e reprimere i reati "predatori", che dall'inizio dell'anno ha portato all'arresto di 5 cinque persone in flagranza di reato per reati contro il patrimonio e la persona, mentre altre tre sono state arrestate per scontare delle pene definitive inflitte dalla Magistratura.
Nel quadro del potenziamento dei servizi di prevenzione e di contrasto alla criminalità, i militari della Compagnia alle dipendenze del capitano Francesco Motta da tempo stavano seguendo in maniera discreta i movimenti di un soggetto noto alle forze dell'ordine, il cittadino albansese E.G. 34, residente ad Abbadia Lariana, gravato da numerosi precedenti penali e di polizia, gestore di un "Bar" a Lecco, poiché sospettato di svolgere attività illecite, con riferimento alla commissione di reati contro il patrimonio e di altra natura.

Il Capitano Francesco Motta

Dopo avere eseguito le opportune verifiche, anche in relazione alla pericolosità del soggetto, giovedì sera, oltre 10 militari dell'Arma appartenenti al Nucleo Operativo e Radiomobile e della stazione Carabinieri di Mandello del Lario, alcuni in borghese ed altri in divisa dislocati in posizione defilata, si sono appostati nei pressi dell'abitazione dove hanno fatto scattare il "blitz", bloccando il cittadino albanese mentre stava per rientrare a casa. Di conseguenza è scattata una minuziosa e prolungata perquisizione personale, veicolare e domiciliare, che si è protratta per diverse ore, a seguito della quale, nel garage, i militari dell'Arma hanno trovato inizialmente due computer portatili di sospetta provenienza, mentre successivamente, ben occultata nelle pertinenze dell'abitazione, hanno rinvenuto anche una pistola semiautomatica perfettamente funzionante, completa di caricatore e 15 munizioni, ovviamente detenuta illegalmente.A conclusione dell'attività di polizia giudiziaria, il soggetto è stato ammanettato ed accompagnato presso gli uffici del Comando Provinciale Carabinieri di Lecco, dove è stato accertato che la pistola era stata rubata nel corso di un furto in abitazione consumato a Seregno (MI), nel decorso mese di febbraio 2011, mentre i due computer erano stati rubati sempre a seguito di un furto in abitazione consumato a Desio (MI), il giorno di capodanno del 2012.

Al termine degli accertamenti, sia la pistola semiautomatica che i computer sono stati posti sotto sequestro in attesa di essere restituiti ai legittimi proprietari che, contattati dai Carabinieri, hanno appreso la notizia con immensa soddisfazione, mentre nel contempo è stato formalizzato l'arresto in flagranza di reato nei confronti di E.G. 34, con l'accusa di detenzione abusiva di armi da sparo e ricettazione continuata ed aggravata.
Al termine delle formalità di rito, tre militari dell'Arma hanno trado tto il malvivente presso la casa Circondariale di Lecco, a disposizione dell'Autorità Giudiziaria, riuscendo così ad assicurare alla giustizia un pericoloso malvivente, dedito in maniera stabile e professionale all'espletamento di attività delittuose.

© www.merateonline.it - Il primo network di informazione online della provincia di Lecco