• Sei il visitatore n° 495.869.737
Vai a:
Il primo network di informazione online della provincia di Lecco
link utili
bandi e concorsi
cartoline
Scritto Giovedì 22 dicembre 2011 alle 09:00

Malgrate: approvato il cambio d’uso per l’edificio di Via Volta

Rinnovo del revisore dei conti, approvazione del nuovo regolamento di economato e permesso di cambiare la destinazione d’uso da abitazione ad albergo per l’edificio di via Volta, nello specifico i numeri civici 6 e 14. Questi, oltre all’adeguamento dell’addizionale comunale, i  punti principali trattati dal consiglio comunale di Malgrate di lunedì 19 dicembre. Se per quanto riguarda i primi dueargomenti di dibattito non ci sono stati particolari problemi, alcune discussioni in più le ha suscitate il cambio di destinazione d’uso della residenza di via Volta, sul lungolago malgratese.

Procedendo con ordine, sono statiquindi approvati all’unanimità il rinnovo per altri tre anni dell’attuale revisore dei conti Valter Sala e l’approvazione del nuovo regolamento di economato, allo scopo di rendere più efficienti  le operazioni di pagamento degli uffici comunali,ad esempio utilizzando carte prepagate per acquistare software via internet.
Ma se tutto è andato per il meglio per i primi punti, i problemi hanno iniziato a manifestarsi quando si è trattato di decidere sulla questione del permesso di modificare la destinazione d’uso dello storico palazzo di via Volta, ora completamente abbandonato.Giunta e consiglio sono da tempo concordi sulla questione dei parcheggi per la cittadinanza che l’operatore interessato all’apertura dell’albergo dovrà impegnarsi a realizzare.
Entrando nel vivo, la maggioranza ha sin da subito espresso l’intenzione di concedere il cambio di destinazione d’uso in quanto “si tratta – ha spiegato il sindaco Giovanni Codega - di un’opportunità per il paese sia dal punto di vista turistico che occupazionale, dato che porterà con sé nuovi posti di lavoro. Bisogna, poi, evidenziare come questo intervento – ha proseguito –rappresenti un modo concreto per terminare la ristrutturazione di tutti i palazzi del lungolago”.
Per certi versi diverso, invece, il parere della minoranza, in particolare del consigliere Maurizio Bono, che ha sottolineato come “in commissione lavori pubblici siano stati presentati solamente degli schizzi del progetto. In questi documenti – ha precisato - non sono presenti i parcheggi che l’operatore ha promesso alla cittadinanza. Per questo motivo ritengo sia meglio aspettare e valutare meglio il tutto, prima di dare qualsiasi tipo di autorizzazione”.
A replicare ci ha pensato il vicesindaco, Daniela Borraccetti, la quale ha spiegato come “in realtà si tratti solamente di un’autorizzazione al cambiamento d’uso. Se nei progetti ufficiali continueranno a non comparire gli spazi auto promessi, preciso che in un secondo momento potremo ancora fermare il tutto. Bloccare l’autorizzazione adessoha continuato -ci fa perdere un’occasione che potrebbe non ripresentarsi”.
Al termine della discussione il permesso  è stato, quindi, concesso con astensione e non con voto contrario dei consiglieri di minoranza. Fatto, questo, sottolineato con soddisfazione anche dal sindaco.
Al termine della seduta i membri del consiglio si sono scambiati gli auguri di buone feste con un brindisi offerto anche a tutti presenti.
Daniele Frisco
© www.merateonline.it - Il primo network di informazione online della provincia di Lecco