• Sei il visitatore n° 494.873.184
Vai a:
Il primo network di informazione online della provincia di Lecco
link utili
bandi e concorsi
cartoline
Scritto Mercoledì 30 novembre 2011 alle 20:38

Malgrate: in cc banche ''etiche'' e regolamento per le sale gioco

Assestamento di bilancio, approvazione della convenzione di tesoreria comunale e regolamento per l’installazione di apparecchi da gioco. Questi i punti principali discussi durante il consiglio comunale malgratese che si è tenuto a Palazzo Agudio nella serata di lunedì 28 novembre.

Da sinistra, assessore alle Politiche Sociali Floro Rauti, assessore ai Lavori Pubblici Innocente Vassena, la segretaria comunale, il sindaco Giovanni Codega, il vicesindaco Daniela Borraccetti, la resonsabile dei servizi di ragioneria comunali, assessore al Bilancio Aldo Maggi

La seduta si è aperta con il sindaco Giovanni Codega, il quale ha illustrato all’assemblea le modifiche decise dalla Regione Lombardia per quanto riguarda la trasformazione dei Parchi Regionali come, ad esempio, quello del Monte Barro in Enti Pubblici regionali.
Si è successivamente passati alla comunicazione da parte dell’assessore al Bilancio Aldo Maggi del prelevamento dal fondo di riserva di 360 euro, da destinare al concerto bandistico in occasione della ricorrenza del 4 novembre, e di 3.600 euro per la sistemazione del pontile del lungo lago.

Luigi Noseda, Marilena Todeschini, Francantonio Corti, Angelo Garavelli, Ezio Colombo Floro Rauti, la segretaria, Giovanni Codega

Lo stesso Maggi ha poi presentato le variazioni di assestamento al bilancio 2011, tra le quali spicca un aumento considerevole nelle spese per il consumo di energia elettrica, causato dall’illuminazione pubblica. Alla richiesta di delucidazioni da parte del consigliere di minoranza Francantonio Corti, il sindaco Codega ha risposto che “gli aumenti sono soprattutto dovuti a un innalzamento delle bollette e, in minima parte, all’incremento dei punti luce in città. Puntiamo - ha continuato Codega – a ridurre i consumi futuri grazie alla scommessa delle illuminazioni a led, che probabilmente da questa primavera verranno  installate sui lampioni in buona parte del paese”.

La ragioniera comunale, Carmine De Lillo, Alberto Del Prete, Flavio Polano

L’assessore Maggi ha quindi proseguito con il punto successivo: la nuova convenzione per il servizio di tesoreria comunale, in seguito alla conclusione della collaborazione con la Banca Popolare di Sondrio. “Dal momento che la legge non ci consente di affidare nuovamente il servizio allo stesso istituto bancario – ha illustrato – si aprirà una gara d’appalto, che sarà caratterizzata da alcune clausole particolari. La prima è quella sulla gestione etica: le banche che parteciperanno alla gara non dovranno, infatti, utilizzare i nostri soldi per il commercio di armi o per attività nocive all’ambiente o alla salute. La nuova banca – ha continuato - sarà obbligata ad avere uno sportello all’interno del territorio comunale e dovrà mantenere l’efficiente servizio della firma digitale”. La nuova convenzione è stata approvata all’unanimità.
Ha trovato l’accordo di tutte le forze politiche anche l’ultimo tema in discussione, riguardante l’approvazione del nuovo regolamento per le sale giochi e per l’installazione di apparecchi da gioco. Le novità sono state illustrate dall’assessore al Commercio, Carmine De Lillo. “Gli spazi preposti a questo tipo di giochi dovranno essere situati ad almeno 300 metri da luoghi sensibili quali scuole, biblioteche, parchi pubblici, oratori e istituti per anziani. L’orario di apertura di queste attività dovrà essere compreso tra le 10.00 e le 24.00 e ai minori di 18 anni sarà vietato l’utilizzo. Sarà, inoltre, obbligatorio esporre all’interno del locale una tabella con le tariffe di tutti i dispositivi installati e con la segnalazione dei giochi proibiti”. Su questo punto è intervenuto anche il consigliere di maggioranza Flavio Polano: “Bisogna fare una precisazione a proposito. Se per quanto riguarda la gestione delle tradizionali macchinette installate nei bar il potere decisionale su una loro limitazione spetta ancora alle amministrazioni, per le videolotterie i comuni non hanno alcun potere. Per questo – ha proseguito – chiedo al sindaco di fare pressioni al questore per contenere il fenomeno nel nostro paese”. Immediata la risposta di Codega: “Vorrei dare un messaggio all’opinione pubblica: Malgrate non è favorevole allo sviluppo di queste attività e chi le vuole intraprendere nel nostro comune non troverà mai tappeti rossi bensì ostacoli, sempre nei limiti previsti dalla legge”. Parole che hanno avuto l’approvazione anche della minoranza e, in particolare, dei consiglieri Marilena Todeschini e Luigi Noseda.
Dal consiglio è, infine, emersa un’ulteriore novità, che riguarda gli abitanti del lungo lago. Si tratta dell’abolizione delle campane del vetro che verranno sostituite con la raccolta dei rifiuti porta a porta.
Daniele Frisco
© www.merateonline.it - Il primo network di informazione online della provincia di Lecco