• Sei il visitatore n° 466.888.056
Vai a:
Il primo network di informazione online della provincia di Lecco
link utili
bandi e concorsi
cartoline
Scritto Mercoledì 30 novembre 2011 alle 15:19

Ospedale: Prati alla Giornata Mondiale delle Epatiti

Daniele Prati, Direttore del Dipartimento di Medicina Trasfusionale ed Ematologia dell’Azienda Ospedaliera ha partecipato ieri in qualità di relatore scientifico alla celebrazione nazionale della Giornata Mondiale dell’Epatite che si è tenuta a Roma, alla sala della Protomoteca, in Campidoglio.
L’evento, in Italia, è il più importante tra le manifestazioni annuali dedicate ad una patologia in costante aumento. I numeri che Prati ha citato al convegno  sono per certi aspetti impressionanti: il 2,7 dei decessi mondiali è dovuto alle epatiti acute B e C, a cirrosi epatica e al cancro al fegato. Il 57% e il 78% rispettivamente delle cirrosi e dei tumori epatici sono attribuibili all’epatite B e C.
E ancora: nel mondo, 2 milioni di persone hanno contratto l’infezione B (350 milioni sono i soggetti che l’hanno cronicizzata), mentre 600.000 sono coloro che muoiono ogni anno. I dati epidemiologici e di mortalità per l’epatite C , sempre mondiali, sono inferiori ma comunque significativi: 150 milioni le persone infette, 350.000 i malati che muoiono ogni anno.
“Nei paesi ricchi – spiega Prati – è limitato il numero delle infezioni acute; sono in netto aumento, invece,  nei paesi poveri : La diffusione è legata a trasmissioni sessuali, patologie neonatali, trasfusioni non controllate, cure sanitarie a basso standard igienico. Purtroppo, qui, è anche scarso o nullo l’accesso alle terapie”.  
© www.merateonline.it - Il primo network di informazione online della provincia di Lecco