Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione propri e di terze parti per le sue funzionalità e per servizi in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o se vuoi negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui. Proseguendo la navigazione nel sito, acconsenti all'uso dei cookie.
ACCETTA
  • Sei il visitatore n° 421.526.706
Vai a:
Il primo network di informazione online della provincia di Lecco
link utili
bandi e concorsi
cartoline
Scritto Mercoledì 30 novembre 2011 alle 14:35

Piona: ancora ormeggi abusivi. Interviene la GdF

I militari della Stazione Navale di Nobiallo sono tornati, a distanza di due mesi dal sopralluogo effettuato nella baia di Piona – Colico (LC), nel quale sono stati elevati ben 69 verbali per l’ormeggio abusivo di natanti e boe, nello stesso porticciolo turistico per un nuovo controllo.
A questa seconda verifica, le Fiamme Gialle, nei giorni 15 e 16 novembre, assieme al personale del Consorzio del Lario e dei Laghi Minori, hanno riscontrato nuovamente la consuetudine illecita di occupare arbitrariamente aree demaniali.
Durante il controllo sono stati elevati 30 verbali e rimosse dalla battigia o ormeggiate in acqua, tramite provvedimento amministrativo, 18 barche abusive, di cui una alla presenza del proprietario, e 11 boe di ormeggio ed un carrello stradale.
L’attività di rimozione compiuta dai finanzieri si è resa indispensabile poiché durante tali controlli sono state riscontrate varie violazioni, quali l’occupazione di posti ormeggio fuori dagli spazi assegnati dall’autorità demaniale o l’occupazione di posti ormeggio senza talloncino di validità annuale o assegnato ad altro natante.
Un'identica operazione è stata compiuta presso le acque antistanti il comune di Ossuccio in provincia di Como. In questo caso, i militari della Guardia di Finanza hanno redatto n.4 verbali, rimosso 3 natanti ed una boa.
Tutte le infrazioni individuate riguardano il deposito di beni mobili sul demanio ed ormeggio abusivo, sanzionabile dall’art. 83 commi 1°, 2°, e 4°comma, della Legge Regionale del 14 luglio 2009, n.11 più l’eventuale pagamento delle spese di rimozione dell’unità navale ed l’eventuale risarcimento di danni.
Allo stato le imbarcazioni sono in custodia presso idonea società titolare del servizio di deposito e custodia delle unità di navigazione e altri beni mobili abusivamente depositati o abbandonati sulle rive lacuali.
Le predette attività costituiscono la naturale prosecuzione di quella stessa azione che si e’ protratta anche per tutto il periodo estivo e che ha visto i finanzieri del Reparto Operativo Aeronavale di Como impegnati per prevenire e reprimere il triste fenomeno degli ormeggi abusivi per le unità da diporto.
© www.merateonline.it - Il primo network di informazione online della provincia di Lecco