• Sei il visitatore n° 505.424.614
Vai a:
Il primo network di informazione online della provincia di Lecco
link utili
bandi e concorsi
cartoline
Scritto Venerdì 11 novembre 2011 alle 19:21

Nove medici di base attiveranno un 'Creg' per pazienti cronici. Sarà il 1° in Provincia

Il contratto con la definizione finale dei diritti e dei doveri deve ancora essere firmato ma nove medici di medicina generale operanti nei comuni di Olgiate, Calco, Brivio e della Valletta saranno i primi, in tutta la provincia di Lecco, ad avviare un CreG, ovvero un Chronicm Related Group, un nuovo modello organizzativo per coordinare e integrare i servizi extraospedalieri a favore dei pazienti cronici.
Il progetto, sperimentale, rientra tra le indicazioni contenute nelle "Regole 2011" ratificate dalla Giunta Regionale lo scorso mese di marzo per poter "dare il là" a ciò che viene presentato come un "cambiamento epocale di prospettiva" ovvero il passaggio dalla "cura al prendersi cura". Per raggiungere l'obiettivo sancito sia nell'ambito del Programma Regionale di Sviluppo sia nel Piano Socio-Sanitario, è stata prevista dal Pirellone l'attivazione di 1.145 posti letto in tutta la Lombardia per le cure sub acute e, appunto, la sperimentazione in cinque Asl di altrettanti Chronic Related Group (CreG).
Sono dunque state selezionate, a tale scopo, le Aziende Sanitarie Locali di Milano, Milano 2, Como, Bergamo e Lecco. Per il nostro territorio, nel mese di luglio, è stato così indetto un avviso pubblico rivolto ai medici di medicina generale (MMG) per la ricerca del soggetto a cui affidare la gestione dei diversi aspetti in cui si articola l'assistenza sanitaria del paziente cronico, ossia il malato portatore di una patologia permanente, le cui condizioni generali non richiedono comunque l'ospedalizzazione (diabetici, ipertesi, cardiopatici giusto per fare qualche esempio).
Entro il termine previsto per la presentazione dei progetti (il 15 settembre) due sono state le istanze pervenute all'Asl lariana, di cui una sola giudicata ammissibile dall'apposita commissione di valutazione. Si tratta, come detto in apertura, dell'idea proposta da un team di 9 medici di base del Distretto di Merate appartenenti alla cooperativa Cosma i quali provvederanno a costituire un'associazione temporanea di imprese denominata "Brianza Salute" comprendente la stessa Cosma s.c.r.l. e Accura s.r.l.
L'obiettivo generale del Chronic Related Group è quello di assicurare la continuità del percorso assistenziale.  Il CreG rappresenta dunque un modello organizzativo che punta, a livello del territorio, su una gestione unitaria, competente ed autorevole dei pazienti cronici, compresi quelli meno complessi. Il gruppo di medici scelti dovrà quindi coordinare tutti gli attori coinvolti nella gestione della patologia, gestire le risorse messe a disposizione e garantire le necessarie competenze di tipo amministrativo, organizzativo e gestionale. Tra i servizi assicurati dal CReG rientrano la prevenzione secondaria, il follow up, il monitoraggio della persistenza terapeutica, la specialistica ambulatoriale, la protesica e la farmaceutica. Al momento mancano ancora indicazioni specifiche su ciò che effettivamente faranno i medici di "Brianza Salute".  In ogni caso, è certo che essi dovranno selezionare un numero prestabilito di pazienti con i quali siglare un "patto di cura". Non tutti i malati cronici, per ovvi motivi, entreranno dunque a fare parte del CreG. Per la sperimentazione, poi, sono state individuate solo sei principali patologie: bronco pneumopatie cronico ostruttive, scompenso cardiaco, diabete di tipo I e II, ipertensione e cardiopatia ischemica, osteoporosi, patologie neuromuscolari.
Questo genere di servizio permetterà all'Asl e conseguentemente alla Regione di essere effettivamente più vicine alle esigenze del malato cronico, evitando a quest'ultimo code, spostamenti e trafile burocratiche. Il tutto ovviamente, con l'obiettivo, non certo secondario, di migliorare in efficienza abbattendo nello stesso tempo i costi.
A.M.
© www.merateonline.it - Il primo network di informazione online della provincia di Lecco