• Sei il visitatore n° 476.769.692
Vai a:
Il primo network di informazione online della provincia di Lecco
link utili
bandi e concorsi
cartoline
Scritto Martedì 25 ottobre 2011 alle 00:26

Merate: Mariella Sangiorgio e Carlo Airoldi convolano a nozze Decine di persone sul sagrato per assistere al loro SI’

I due sposi raggianti pochi istanti pima di entrare in chiesa

Ha dovuto attendere quasi mezz'ora prima di veder scendere, accompagnata dal fratello Enrico, la sua "promessa" sposa e condurla così all'altare, a braccetto come ha detto lui emozionato salendo gli scalini della chiesa. Carlo Airoldi, per tutti Carluccio, ha tuttavia stemperato la tensione e l'emozione di quei minuti interminabili di ritardo colloquiando giovialmente con amici, parenti, conoscenti del mondo del volontariato e tante, tantissime persone che hanno voluto essere vicino a lui e a Mariella Sangiorgio nel giorno più bello.

VIDEO


Classe 1946 lo sposo, consigliere comunale a Cernusco, classe 1957 la sposa nota commerciante di Merate, i due militano da sempre nel mondo del volontariato e rappresentano un punto fermo e di riferimento per moltissime realtà sociali. Lunedì mattina sul sagrato della parrocchiale di Sant'Ambrogio a condividere questo evento c'erano moltissimi rappresentati, soci e volontari dei diversi sodalizi di cui i festeggiati fanno parte. A celebrare la funzione è stato il prevosto Don Luigi Conti con Don Alfredo di Cernusco e diversi altri religiosi, amici degli sposi.


Vestita in un abito lungo fino ai piedi, raggiante, Mariella come dicevamo è arrivata alla chiesa con il tradizionale ritardo che solo le spose si possono concedere, accompagnata in auto dal fratello Enrico. Carlo, in attesa sul sagrato da ormai una buona mezz'ora, in abito scuro non si è fatto sopraffare dall'emozione e ha chiacchierato con il suo stile scherzoso e gioviale con gli amici, accorsi numerosi per stargli vicino in questo giorno.


Poco prima delle 11.30 risalendo da Via Sant'Ambrogio ha fatto capolino la station wagon scusa, bardata con nastro e fiori bianchi e alla guida Enrico.


Mariella, scesa dalla vettura con nelle mani il bouquet, è stata accolta da un caloroso abbraccio dalle due ali di folla che la stava aspettando. Poi con passo fermo, lo sguardo raggiante e forse anche un po' spaesato, si è avvicinata a Carlo che, ricco di complimenti, l'ha presa prima per mano e poi "a braccetto" accompagnandola per tutta la lunga navata, sulle note della marcia nuziale, fino sull'altare. Dove è stato il momento del fatidico sì.  


© www.merateonline.it - Il primo network di informazione online della provincia di Lecco