Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione propri e di terze parti per le sue funzionalità e per servizi in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o se vuoi negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui. Proseguendo la navigazione nel sito, acconsenti all'uso dei cookie.
ACCETTA
  • Sei il visitatore n° 364.200.385
Vai a:
Il primo network di informazione online della provincia di Lecco
link utili
bandi e concorsi
cartoline
polveri sottili
Valore limite: 50 µg/mc
indice del 22/11/20
Merate: 32 µg/mc
Lecco: v. Amendola: 28 µg/mc
Lecco: v. Sora: 25 µg/mc
Valmadrera: 26 µg/mc
Scritto Giovedì 06 ottobre 2011 alle 21:40

M. Marenzo: trattativa in corso per salvare il lavoro dei 47 dipendenti del ''produttivo''


Il trasferimento al di fuori del territorio lecchese, nonostante la mobilitazione dell'amministrazione provinciale per evitarlo, è ormai sicuro, ma per i 47 lavoratori del settore produttivo della Fondmetalli di Monte Marenzo sembra esserci una speranza per conservare il posto di lavoro in azienda. La ditta, sorta nel 1964 e specializzata nella produzione di nastri metallici e gruppi di trasporto destinati a particolari lavorazioni, a causa del calo di fatturato dovuto alla crisi economica e alla aumentata competitività nel settore era stata costretta ad avviare la cassa integrazione straordinaria e il contratto di solidarietà per i suoi lavoratori, ora in scadenza. Una ventina di dipendenti del settore amministrativo sarà trasferita nello stabilimento bergamasco di Palazzago, ma per i restanti 47 operai sembrava che l'unica prospettiva fosse quella della mobilità. "È in corso una trattativa con l'azienda per cercare di evitare il trasferimento del settore produttivo, attraverso l'avvio di un contratto di solidarietà che consenta a tutti i dipendenti di lavorare" ha spiegato il segretario generale Fiom Lecco Diego Riva. "Ci sono buone possibilità che si giunga ad un accordo con l'azienda per arrivare ad una soluzione produttiva che eviti licenziamenti. Il lecchese perde comunque l'azienda, ma almeno i lavoratori non perderebbero il posto".
R.R.
© www.merateonline.it - Il primo network di informazione online della provincia di Lecco