• Sei il visitatore n° 475.928.550
Vai a:
Il primo network di informazione online della provincia di Lecco
link utili
bandi e concorsi
cartoline
Scritto Lunedì 26 settembre 2011 alle 18:27

Garlate: gioia per la Sala della Comunità ''Don Luigi Perego''

“Questa è la serata della gioia e della riconoscenza”. In queste parole di Don Mario Colombini c’è tutta la felicità e la gratitudine del religioso per i tanti che hanno collaborato e contribuito alla realizzazione della “Sala della Comunità Don Luigi Perego” in oratorio, inaugurata con il primo spettacolo della rassegna teatrale nella serata di sabato 24 settembre.

In tanti, cittadini e rappresentanti dell’amministrazione attuale e precedente, hanno voluto essere presenti nel salone dotato di nuove luci, impianto di riscaldamento a pavimento, poltrone per il pubblico e palco completamente rinnovati. “Intitoliamo la sala a Don Luigi Perego, parroco cresciuto nell’oratorio di Don Bosco e a Garlate dal 1917 al 1955, che ha portato a termine questo spazio avveniristico per gli anni in cui è stato realizzato, che io considero come una sua reliquia” ha spiegato Don Mario, che ha svelato una targa e una fotografia dedicati al religioso.

Un grande “grazie” è andato da Don Mario ai cittadini che hanno reso possibile la riuscita del progetto, all’associazione culturale Garlate per i Giovani, alle aziende che hanno lavorato e collaborato alla sua realizzazione, agli Alpini e alle mamme e papà che hanno dato una mano. “È un luogo adatto ad accogliere le cose belle che vi verranno rappresentate, a partire dagli spettacoli gratuiti di Garlateatro”.

Il dottor Amigoni in rappresentanza della Fondazione Provincia di Lecco ha sottolineato il grande merito della comunità che ha partecipato attivamente al progetto, e il sindaco Giuseppe Conti ha parlato di “un’opera significativa, che offre spazi rinnovati per una maggiore qualità di vita in paese, aperta a tutti”.

Il primo cittadino ha consegnato a Don Mario Colombini e al presidente di Garlate per i Giovani Mario Riva una targa di riconoscimento “per l’impegno profuso a favore di tutta la comunità”. La serata è continuata con la commedia brillante di Garlateatro "Sogno di una notte di mezza sbornia" di Eduardo De Filippo con regia di Maurilio Viganò.

Sabato 1° ottobre alle 21.00 sarà la volta della Compagnia teatrale di S. Giovanni con "Il mistero dell'assassino misterioso" di Lillo & Greg con regia di Gech, seguita l'8 ottobre da "Era meglio andare all'inferno" di Camillo Vinci, portata in scena dalla Compagnia del teatro di S. Giovanni con regia di Aurelio Ballerini. Il 22 ottobre salirà sul palco dell'oratorio la Compagnia filodrammatica S. Genesio Maggianico con "Scusa me lo presti tuo marito", commedia brillante in 2 atti ed un epilogo di J. Fritzell - E. Greembaum - D. Swift con la regia di Gian Primo Mauri e Pier Luigi Angioletti. La rassegna terminerà sabato 29 ottobre con la commedia "Il matrimonio perfetto" di Robin Hawdan, regia di Matteo Polvara portata in scena da La Compagnia Teatro Sfera.
© www.merateonline.it - Il primo network di informazione online della provincia di Lecco