• Sei il visitatore n° 505.645.941
Vai a:
Il primo network di informazione online della provincia di Lecco
link utili
bandi e concorsi
cartoline
Scritto Sabato 17 settembre 2011 alle 16:32

Garlate: anziani rimangono senza medico in paese, l’appello del sindaco a vuoto

Nonostante gli "appelli" dell'amministrazione comunale di Garlate ai medici del distretto olginatese alla "ricerca" di un terzo medico per gli ambulatori del paese i circa 200 pazienti residenti della dottoressa Alda Martini, per lo più anziani, che dal 15 settembre sono rimasti senza "medico di base" saranno costretti ad una "trasferta" a Olginate per visite e ricette. In compenso il paese ha "guadagnato" un pediatra, il dottor Luciano Gatto, l'unico ad aver risposto alla lettera del primo cittadino Giuseppe Conti inviata all'inizio di agosto e che dalle prossime settimane prenderà servizio presso l'ambulatorio del paese. "Quando ci è stato comunicato dalla dottoressa che non avrebbe più visitato nel nostro comune abbiamo interpellato tutti i medici che visitano a Olginate, Garlate e Valgreghentino per chiedere la disponibilità ad effettuare un ambulatorio in più qui" ha spiegato il sindaco. "Abbiamo chiesto anche a lei di ritornare, mettendo a disposizione gratuitamente i locali. Inizialmente non sapevamo che avrebbe lasciato anche i pazienti degli altri comuni, fatto che ci è stato comunicato in seguito". La dottoressa si è infatti trasferita in un'altra regione, lasciando circa 1300 pazienti del circondario olginatese che sono stati invitati dall'Asl a scegliere un altro medico. "Abbiamo dato come termine massimo per le risposte la data del 12 settembre, ma i pochi riscontri che abbiamo avuto sono stati negativi" ha spiegato Conti. "Gli altri due medici che visitano a Garlate non possono accettare ulteriori pazienti, il che lascia ai nostri cittadini l'unica opzione della trasferta a Olginate. Un comune certo non lontano, ma che per molti anziani impossibilitati a muoversi in auto diventa difficile da raggiungere. Vorrei ringraziare pubblicamente il dottor Gatto per la sensibilità dimostrata, egli effettuerà un ambulatorio con ogni probabilità per un giorno a settimana, il suo sarà un servizio prezioso per la nostra comunità. Ma lo spazio per il terzo medico rimane a disposizione, e non siamo intenzionati ad arrenderci". Nella mattinata di venerdì 16 settembre il sindaco Giuseppe Conti, il vice Giuseppe Marincola e l'assessore ai Servizi sociali Lucia Riva hanno incontrato il direttore generale dell'Asl di Lecco per fare il punto della situazione. "Ha dimostrato grande disponibilità verso la nostra problematica, impegnandosi in un'opera di sensibilizzazione al fine di risolvere la questione" ha spiegato il sindaco. "È al corrente delle esigenze dei nostri pazienti, speriamo che la situazione possa risolversi al più presto. Non possiamo obbligare nessuno a svolgere la propria professione nel nostro paese, ma per molti di questi anziani non poter avere un medico vicino a casa è un grave disagio, come mi è già stato segnalato da alcuni residenti. Si tratta di un bisogno primario dei nostri cittadini, per questo siamo scesi in campo in prima linea". L'ambulatorio di Garlate rimane per ora "off limits" per adulti e anziani.
© www.merateonline.it - Il primo network di informazione online della provincia di Lecco