Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione propri e di terze parti per le sue funzionalità e per servizi in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o se vuoi negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui. Proseguendo la navigazione nel sito, acconsenti all'uso dei cookie.
ACCETTA
  • Sei il visitatore n° 460.198.500
Vai a:
Il primo network di informazione online della provincia di Lecco
link utili
bandi e concorsi
cartoline
Scritto Sabato 17 settembre 2011 alle 08:41

Civate: il 25 viaggio poetico-musicale

L'ultimo spettacolo dell'edizione 2011 della rassegna "Sulle rive del tempo" organizzata dalla Comunità Montana del Lario Orientale Valle San Martino in collaborazione con la Provincia di Lecco, l'associazione culturale "Il Melabò" e i comuni coinvolti - in questo caso il Comune di Civate e la Fondazione casa del cieco - è previsto per domenica 25 settembre alle ore 20,30 a Civate nella cripta della Basilica di San Calocero.

"Verba Volant Cripta Manent - Viaggio poetico-musicale tra ardori celesti e rigori marmorei" è il titolo dello spettacolo che il Comune di Civate ha inserito nella più ampia manifestazione "Fai il pieno di cultura e giornate europee del patrimonio" e che si ispira alla figura di Maria, vista nella duplice veste di donna-madonna, di guida terrena amorosa e compassionevole e anello di congiunzione fra la terra e Dio.

Protagonisti della serata saranno l'attrice Ermelinda Çakalli, l'attore Christian Poggioni, il soprano Daniela De Francesco, il cornettista Alberto Rossi e il clavicembalista Alessandro Milesi.

"Verba Volant Cripta Manent", prendendo spunto proprio dalla preziosa cripta dell'XI secolo (restaurata nel 2008) che ospiterà lo spettacolo, rimanda ai canti e alle preghiere che l'umanità cristiana ha sempre rivolto a Maria per invocare, da una parte la sua intercessione al Signore e dall'altra la salvaguardia dalle tentazioni terrene. Il viaggio poetico-musicale ideato dal Melabò affronta anche la contaminazione che questi canti hanno esercitato nei secoli sulla lirica d'amore della letteratura italiana e non solo.

In questo viaggio saremo confortati dagli scritti di Dante, Petrarca, Leopardi, Montale, Ungaretti, Jacopone da Todi, Paolo Diacono, Poe, Germana Marini, Torquato Tasso e dalla musica di autori come Tromboncino, Juan Del Encina, Benedetto Magni, Giovanni Battista Pergolesi, Caccini, accanto a brani tratti dal gregoriano e dalle cantigas.

Si conclude così la settima edizione di una rassegna che ogni anno vede luoghi, personaggi e vicende della Comunità Montana Lario Orientale Valle San Martino, rivivere e diventare protagonisti di spettacoli che, in modo critico, consentono di riappropriarci della nostra storia e di capire meglio chi siamo e dove andiamo.

Ingresso libero.

© www.merateonline.it - Il primo network di informazione online della provincia di Lecco