• Sei il visitatore n° 505.423.728
Vai a:
Il primo network di informazione online della provincia di Lecco
link utili
bandi e concorsi
cartoline
Scritto Lunedì 19 luglio 2010 alle 18:07

Airuno: in 120 al Memorial Roby Magni. Vincono i Wakalakers e i Labbron James

Lo scorso 14 luglio, Roberto Magni avrebbe compiuto 21 anni. "Avrebbe" perché il 6 maggio 2005 ha perso la vita, in sella al suo motorino, in un incidente stradale sulla statale 36. Sono passati 5 anni, il ricordo non si è affievolito: i suoi ex-compagni di squadra hanno continuato a giocare per lui, il torneo di basket 3vs3 alla sua memoria è diventato un "must" dell'estate airunese.


Ed eccoli, dunque lì, i suoi amici cestisti: canottiera lunga e pantaloni larghi, sudore sulla fronte e tanta voglia di giocare. Sul playground dell'oratorio di Airuno sabato 17 e domenica 18 si sono ritrovati in ben 120. L'appuntamento era fissato per lo scorso 20 giugno ma la pioggia aveva costretto i giovani organizzatori a rimandare tutto.


Ad aprire la manifestazione 8 squadre della categoria Juniores che si sono date battaglia sabato pomeriggio. Ad avere la meglio, i Wakalakers seguiti dai Mangdelezio e dell'A-team. Gli organizzatori hanno poi scelto il giovane Luca Anghileri come miglior giocate. Tra le ragazze, si è invece distinta Sara Guebre.


16 le formazioni categoria open scese in campo domenica suddivise in 4 gironi. Terminata la fase iniziale, sono approdati in semifinale i "Get Lucky", i "La patata è sempre la patata", i "Barzotti" e i "Labbron James". Proprio quest'ultimi si sono poi imposti sugli sfidanti, aggiudicandosi l'ambito trofeo.
Galleria immagini (clicca su un'immagine per aprire l'intera galleria):
Come miglior giocatore è stato scelto Matteo Bertolla mentre Lorenzo Brambilla, battendo altri 44 atleti, si è aggiudicato il primo posto nella gara di tiri da 3 che ha fatto da completamento alle oltre 60 partite disputate.


Anche quest'anno il torneo ha registrato dunque risultati grandiosi: pienamente soddisfatti gli organizzatori i quali rivolgono i propri ringraziamenti a tutti gli atleti scesi in campo, al pubblico, agli arbitri, a Livio Bonara, al gruppo alpini e all'amministrazione comunale di Airuno.
L'appuntamento non può che essere per il prossimo anno: gli amici di Roby  continueranno la partita nel suo ricordo.
Fotoservizio di Michael Toccagni
© www.merateonline.it - Il primo network di informazione online della provincia di Lecco