• Sei il visitatore n° 517.417.648
Vai a:
Il primo network di informazione online della provincia di Lecco
link utili
bandi e concorsi
cartoline
Scritto Venerdì 17 marzo 2023 alle 15:48

Calco: Giovanni Sella nei ricordi di sindaci e amministratori. "Una persona buona e competente''

Giovanni Sella
Giovanni Sella
, stimata persona ed ex sindaco di Calco è mancato giovedì 16 marzo all'età di 83 anni. La notizia è circolata immediatamente in paese, e non solo, e sono state diverse le persone che subito l'hanno ricordato con affetto. In particolare la moglie Maria Teresa Bonanomi, che negli anni è stata dirigente dell'asilo Origo di Calco: "Era un uomo molto buono e generoso, mi ha voluto tanto bene e ha aiutato tanto le persone. Credo che abbia lasciato un bel ricordo alla gente di Calco. Lui era contento e orgoglioso di essere cavaliere del Santo Sepolcro, è stato due volte delegato di Lecco. Ci teneva tanto alla Terra Santa e ad aiutare i cristiani di lì". In questo momento, ha spiegato la moglie, sono molti i messaggi di cordoglio che sta ricevendo per la perdita del marito che nel corso della sua vita è stato attivo su moltissimi fronti, dalle cooperative, all'amministrazione, alla sanità. Sella infatti, oltre a essere stato consigliere a Calco durante il mandato del notaio Carlo Mandelli, assessore all'Istruzione di Merate durante il mandato del sindaco Battista Albani ed essere stato lui stesso sindaco di Calco dall'1988 al 1993, ha fatto parte anche del comitato di gestione dell'ospedale Mandic. 


Una vita attiva, che l'ha portato a diventare un punto di riferimento in paese, così come l'ha definito  l'attuale sindaco di Calco Stefano Motta: "Lo conoscevo da molto tempo, sia lui che la moglie, persone squisite, molto legate alle istituzioni e alla comunità di Calco. Giovanni Sella era un vero gentiluomo, una persona molto corretta. Mi ha sostenuto nel momento in cui mi sono candidato per la prima volta e mi è sempre stato molto vicino in questi anni con i suoi consigli e le sue valutazioni". Nell'ultimo periodo, anche a causa dell'aggravarsi dello stato di salute di Sella, il sindaco Motta ha ammesso di averlo perso un po' di vista, ma nonostante questo gli è sempre rimasto a cuore il suo ricordo. Anche negli ultimi anni infatti Sella si era reso disponibile con l'amministrazione per organizzare un corso di alfabetizzazione per stranieri. "Non ha aiutato solo in quella iniziativa - ha aggiunto il sindaco Motta, - ha aiutato in tante iniziative sociali. Lui è sempre stato presente ed è sempre stato vicino alle associazioni locali. Era una persona che si faceva ben volere per la sua correttezza, la sua cultura e le sue competenze, in tutti gli ambiti". 
E a ricordarlo è anche l'ex sindaco di Calco Giuseppe Magni, che ha rievocato il supporto che Sella gli offrì quando, subito dopo aver vinto le elezioni nel 1993, perse alcuni consiglieri e rischiò di diventare lui la minoranza in consiglio: "Sella e i consiglieri colleghi Osvaldo Colombo e Elio Benatti mi supportarono e così continuammo insieme fino al 1995, fino a quando la DC non comunicò a Sella che non potevano più supportarmi. Anche quel passaggio avvenne in modo lineare, perché Sella era una persona onesta. Tra noi c'è sempre stata reciproca stima". 
Durante il mandato da sindaco di Giovanni Sella, dal 1988 al 1993, ai banchi dell'opposizione sedeva Anselmo Brambilla, che nonostante le battaglie in consiglio oggi lo ricorda con affetto: "Era una persona molto attiva. È stato un sindaco che ha fatto la sua parte in modo onesto, perché lui stesso lo era". E anche l'ex sindaco di Cernusco Lombardone Antonio Conrater, che venne eletto proprio nel 1988 come Sella, l'ha ricordato con stima: "Sono passati tanti anni, ma lo ricordo come una persona molto impegnata nella società civile, era molto serio e scrupoloso, anche molto più competente di me. Ho imparato molto da lui. Faccio le mie condoglianze alla moglie, di cui sono stato compagno di scuola alle elementari". 
Giovanni Sella ha lasciato un buon ricordo anche fuori da Calco. L'ex sindaco di Merate Battista Albani l'ha ricordato come una persona sensibile: "È stato assessore all'Istruzione durante il mio mandato. Quando prendeva un impegno lo portava avanti fino in fondo, era una persona molto corretta, intelligente e onesta. Ce la metteva sempre tutta. Lo ricordo con estremo piacere, lavorare con lui è sempre stato bello".
E.Ma.
© www.merateonline.it - Il primo network di informazione online della provincia di Lecco