• Sei il visitatore n° 495.628.728
Vai a:
Il primo network di informazione online della provincia di Lecco
link utili
bandi e concorsi
cartoline
Scritto Giovedì 24 novembre 2022 alle 19:29

Brugarolo: divieto di transito a mezzi pesanti e autoarticolati. I residenti insorgono e ne chiedono il rispetto

Tornano a farsi sentire i residenti di Brugarolo. E lo fanno per la loro salute, incolumità e vivibilità. Il problema è stato più volte attenzionato alle autorità ed è di dominio pubblico data anche una raccolta firme protocollata tempo addietro in comune. Purtroppo, però, la situazione non è cambiata e nonostante alcuni provvedimenti presi, come l'arretramento del semaforo, il divieto di transito da parte dei mezzi pesanti e autoarticolati su via IV novembre continua a essere disatteso. E la strada è un via vai di "bisonti" che passano nella strettoia e arrestano la loro corsa in attesa del verde, a pochi centimetri dagli accessi e dalle finestre delle abitazioni.

A farsi portavoce delle loro istanze e del loro malessere, dovuto anzitutto alla pericolosità dell'incrocio semaforico, è l'avvocato meratese Letizia Semeraro.

Alcune immagini scattate in questi mesi

"Lo scorso mese di giugno ho notiziato tramite PEC il comune del continuo passaggio nella via IV novembre di mezzi pesanti ed autoarticolati nonostante la presenza di idonea segnaletica stradale di divieto di transito adeguatamente posizionata lungo la suddetta via (sia provenendo da Osnago sia dalla via Sernovella) e l'obbligo di svolta a destra presente all'intersezione semaforizzata con la via XXV Aprile (provenendo da Merate)" ha spiegato il legale "La comunicazione però è rimasta priva di riscontro tant'è che il successivo settembre ho inviato un sollecito. A questo mio scritto ha dato riscontro il comando Polizia Locale di Merate in data 8 settembre affermando che l'amministrazione è a conoscenza della segnalazione e che vengono effettuati i controlli di polizia stradale "anche con particolare riferimento al rispetto della segnaletica stradale".

 

 

La situazione, però, a detta dei residenti non è per nulla cambiata: controlli non se ne vedono e i mezzi pesanti continua a transitare e ad attraversare il cuore della frazione. A testimoniarlo ci sono fotografie recenti e passate, e si potrebbe dire anche future in quanto è quotidiana la presenza di bisonti in quel tratto.
"La situazione era già stata affrontata nel 2014 quando avevo inviato le prime mail al Comune, a cui aveva fatto seguito un trafiletto su Merateonline che aveva portato come risultato l'arretramento dell'impianto semaforico. Purtroppo questo intervento non ha risolto la situazione in quanto la problematica persiste. I mezzi pesanti continuano a transitare - nonostante il divieto - creando non solo disagi alla viabilità ma anche pericolo per l'incolumità delle persone. Per alcuni residenti poi la situazione è davvero critica: appena aprono le persiane i trovano quasi in casa i mezzi pesanti".

 

 

Consapevoli di abitare in edifici che si affacciano su strada, i cittadini chiedono però il rispetto delle regole e della segnaletica. Telecamere per il rilevamento delle infrazioni o posti di blocco ripetuti per un certo periodo, con la comminazione di sanzioni, che potrebbero disincentivare il passaggio.

Insomma qualche segnale per i trasgressori che i cartelli non sono di "bellezza" ma sono imposizioni da rispettare per la tutela della salute pubblica e l'incolumità delle persone.

© www.merateonline.it - Il primo network di informazione online della provincia di Lecco