• Sei il visitatore n° 494.836.209
Vai a:
Il primo network di informazione online della provincia di Lecco
link utili
bandi e concorsi
cartoline
Scritto Lunedì 21 novembre 2022 alle 10:09

Olgiate Molgora: la minoranza chiede lumi sulle cause del ritardo dei lavori in via Pilata

Ricco di discussioni animate ed interrogazioni il consiglio comunale tenutosi ad Olgiate Molgora, la sera di venerdì 18 novembre. Tanto che il capogruppo di minoranza Stefano Golfari, scherzando relativamente all'accesa relazione tra i due gruppi politici, ha voluto complimentarsi con tutti in quanto "a Olgiate Molgora la democrazia funziona".

Il gruppo di minoranza: Andrea Martena, Pierantonio Galbusera, Stefania Cazzaniga e Stefano Golfari

Ai punti dell'ordine del giorno comunicati dall'amministrazione, è stato aggiunto un Question Time presentato in aula dalla minoranza, relativo alle tempistiche dei lavori pubblici in corso su Via Pilata, da anni dibattuta tra le due parti. Nello specifico Golfari ha chiesto chiarimenti riguardo il ritardo nella realizzazione del marciapiede, nel tratto che incrocia Via Aldo Moro a destra proveniendo da Via San Vigilio, che fu annunciato nel 2019 ed approvato il 28 agosto 2021 dal consiglio comunale come "urgente ed inderogabile", conn una spesa di 95mila euro messi a bilancio. Iniziati i lavori a fine luglio 2022, in ritardo rispetto al previsto periodo primaverile, la chiusura della strada si è prolungata fino ad oggi, sforando le date di pianificazione. In aggiunta, i lavori richiesti dal direttore dei lavori di rimozione dei cavi aerei di Enel ed Open Fiber si sono dilungati, non rispettando le tempistiche concordate con l'amministrazione e ritardando nuovamente i lavori. La minoranza ha dunque chiesto i motivi per cui sia ammissibile un ritardo nelle tempsitiche ed una programmazione così incerta, fattori che creano disagi ai cittadini. Infine è stata messa in rilievo un'ulteriore problematica, ovvero quella del traffico dei ciclisti, spesso trasgressori dei segnali semaforici.

Prima della risposta, il sindaco Giovanni Bernocco ha voluto puntualizzare come il Question Time proposto dalla minoranza, secondo regolamento, fosse strutturato più come un'interrogazione. Ha poi dato la parola all'assessore all'urbanistica Ilaria Bonfanti la quale ha ripercorso la storia ed i recenti sviluppi delle lavorazioni relative al cantiere di Via Pilata. Successivamente al progetto preliminare approvato in data 28/08/2021, l'amministrazione ha provveduto ad acquisire, in data 21/04/2022, le aree di proprietà private su cui ricadevano i lavori, passando così alla predisposizione del prossimo livello progettuale, approvato dall'ingegnere Massimiliano Valsecchi il 07/06/2022. In data 30/06/2022 i lavori vengono affidati alla ditta Colombo, che avvia il cantiere il 25 luglio, con 90 giorni di tempo contrattuale per ultimarli (22/10/2022), esclusi i giovedì di mercato. Le opere in progetto comprendevano la realizzazione di: 125 metri di marciapiede; nuovi muri di recinzione in corrispondenza delle aree espropriate; sottoservizi; nuova illuminazione pubblica; segnaletica verticale. Il 13 ottobre il direttore dei lavori ha ritenuto di dover sospendere i lavori, per far rimuovere i cavi aerei ad Enel ed Open Fiber. Queste ultime però, nonostante le comunicazioni ed i numerosi solleciti da parte dell'amministrazione, hanno tardato ad intervenire: Enel il 19 ottobre ed Open Fiber il 17 novembre, giorno precedente al consiglio comunale. Non appena la manutenzione di Enel, più volte avvisata, sgombererà la carreggiata dai pali, i lavori potranno proseguire con l'asfaltatura ed il posizionamento della segnaletica, il cui tempo complessivo di lavorazione è stimato in 7 giorni. Secondo contratto i lavori dovevano terminare in data 18 novembre, il giorno stesso del Consiglio, ma, come chiarito dall'assessore Bonfanti "non sempre i lavori si sviluppano secondo i tempi contrattuali. Circostanze speciali impediscono, in via temporanea, che i lavori possano procedere utilmente e a regola d'arte e di certo non dipendono da una mancata programmazione da parte dell'amministrazione" e ancora "la gestione della viabilità è stata programmata e organizzata dalle figure professionali incaricate, nel pieno rispetto della sicurezza dei lavoratori e degli utenti, rispettando tra l'altro le tempistiche contrattuali stabilite". La risposta non ha del tutto rinfrancato Golfari, per via dell'impossibilità dell'amministrazione di far rispettare le tempistiche e non poter dichiarare pianificazioni certe, ma d'altra parte si è detto contento di aver ottenuto in modo chiaro tutte le informazioni relative ai lavori di Via Pilata. Riguardo la problematica dei ciclisti, che non rispettano lo stop dei semafori, il sindaco Bernocco ha voluto chiarire che, pur montando le videocamere previste in futuro, le segnalazioni sarebbero pressochè vane. "Il problema sta nell'inciviltà dei singoli che non rispettano la segnaletica stradale" ha aggiunto il sindaco, incalzato dal capogruppo di minoranza a trovare metodi alternativi, come segnaletiche create ad hoc, per invogliare i ciclisti a rispettare il semaforo.

M.Pen.
© www.merateonline.it - Il primo network di informazione online della provincia di Lecco