• Sei il visitatore n° 476.276.444
Vai a:
Il primo network di informazione online della provincia di Lecco
link utili
bandi e concorsi
cartoline
Scritto Martedì 23 agosto 2011 alle 18:24

Una lettrice: dedicare il padiglione ''C'' del Mandic a Giuseppe Sala medico di Padre Pio

Padre Pio e il dr. Giuseppe Sala

Una gentile lettrice ci ha fatto omaggio di due libri e un suggerimento. I libri parlano della vita e delle opere di Giuseppe Sala, ultimo medico curante di Padre Pio e primo sindaco della nuova San Giovanni Rotondo multietnica. Il primo libro, scritto da Giovanni Scarale ricorda la figura del professor Sala sia nell'esercizio delle funzioni di medico sia in quelle di sindaco, per due legislature, della cittadina foggiana. Il secondo è una raccolta inedita e straordinaria di foto che ritraggono il meratese trapiantato in Puglia. Eh si perché, come molti sanno, Giuseppe Sala era un meratese doc. Nato il 9 maggio 1925 da mamma Zoe Amadei, casalinga di Mirandola (Modena) a da Mario Sala, ingegnere, direttore generale della Pirelli di Milano e sindaco di Merate dal 1946 al 1960, l'illustre concittadino trascorse proprio in città la gioventù fino alla laurea conseguita il 21 novembre 1950, il giorno dopo il matrimonio con Anna Maria Ghisleri.


Fino ad allora il dottor Sala aveva vissuto con la famiglia nella villa di Via Lombardia, successivamente acquistata dalla famiglia Sindoni. Dunque Giuseppe Sala è indubitabilmente un meratese doc, assurto ad una fama internazionale per aver assistito come ultimo medico curante Padre Pio. Detto dei libri veniamo al suggerimento. Tempo fa avevamo denunciato la mancanza di intitolazione di diversi edifici di pubblica utilità, tra i quali l'attuale Municipio, le scuole di Sartirana e Via Montello e il padiglione "C" del San Leopoldo Mandic. Per il Municipio la Giunta sta riflettendo così come per le scuole che, secondo quanto riferito in aula dall'assessore Emilio Zanmarchi saranno dedicate entro la fine del prossimo anno scolastico. Ebbene, per il padiglione C (che segue il Terzaghi e il Villa) la nostra lettrice ha proposto di intitolarlo proprio al professor Giuseppe Sala. La città di San Giovanni Rotondo gli ha dedicato l'aula consiliare nel settembre 2007.


La proposta se accolta avrebbe anche l'indubbio merito di riaprire la possibilità che Merate si gemelli con San Giovanni Rotondo com'era nelle aspettative degli amministratori della cittadina foggiana nel 2007 quando invitarono inutilmente i colleghi meratesi alla cerimonia di dedica. A noi non resta che "girare" il suggerimento al direttore generale dell'azienda ospedaliera Mauro Lovisari e al sindaco di Merate Andrea Robbiani, entrambi interessati a diverso titolo alla proposta.  
© www.merateonline.it - Il primo network di informazione online della provincia di Lecco