• Sei il visitatore n° 505.277.206
Vai a:
Il primo network di informazione online della provincia di Lecco
link utili
bandi e concorsi
cartoline
Scritto Sabato 12 novembre 2022 alle 17:06

Il coinvolgimento dei cittadini ha funzionato

IL COMMENTO

La riapparizione dei canestri fa registrare un segnale positivo a favore del Comune di Cernusco Lombardone. Ritornare sui propri passi su una decisione che di comprensibile aveva ben poco è certamente un elemento di ragionevolezza da apprezzare. Mostrare il pugno duro per insondabili motivi contro chi avrebbe voluto semplicemente giocare a basket su un campo frequentato da molti giovani appariva smodato ed eccessivo. Così come il perdurare dello stato di attesa, una sorta di dimostrazione muscolare contro quei residenti che durante un momento partecipativo avevano manifestato - a tratti con toni molto duri - il proprio dissenso alla rimozione dei canestri. Sbollite le tensioni, la dimensione dell'ascolto delle parti in gioco sembra abbia prevalso. Al primo banco di prova, almeno alla data odierna, il coinvolgimento della popolazione attraverso i "Caffè con la Giunta" non si è ridotto a slogan o a passerella post-elettorale, bensì un concreto strumento per capitalizzare l'obiettivo di far partecipare alla vita del paese i cittadini.

Questo sì che è il piede giusto per cominciare il percorso verso la costruzione di un bilancio partecipato, casomai si riuscisse a partire già dal 2023, basato sul concetto di riservare una quota delle disponibilità economiche del Comune ai progetti voluti dai cittadini. Sarebbe stata invece una vera ironia della sorte snaturare il campetto da basket di via Ferrario, sorto su un'area riqualificata proprio a seguito dell'attivismo dei residenti e proprio durante l'esperienza del bilancio partecipato del 2012.

 

Su scelte del genere, all'esito di un confronto non ci sono né vincitori né vinti. Può essere premiata la ragionevolezza, che lascerà comunque qualche scontento. In questo caso, se il problema fosse qualche ritrovo notturno indesiderato (che con il basket nulla ha a che fare), per una mediazione basterebbe mettere qualche telecamera al parcheggio e ai punti di accesso al parchetto con funzione di deterrenza. Se invece si volessero offrire ai cittadini delle altre opportunità di gioco e svago all'aria aperta, senza bisogno di convertire uno spazio ben apprezzato dai molti che lo utilizzano correttamente, di ulteriori posti ce ne sono a Cernusco: il parco giochi di via Antonio Vivaldi o l'area verde di piazza della Vittoria ad esempio. Con una buona programmazione i risultati si ottengono.

M.P.
© www.merateonline.it - Il primo network di informazione online della provincia di Lecco