• Sei il visitatore n° 484.905.747
Vai a:
Il primo network di informazione online della provincia di Lecco
link utili
bandi e concorsi
cartoline
Scritto Domenica 18 settembre 2022 alle 12:55

Merate: si è spento a 87 anni il notaio Achille Tasca, una vita dedicata a lavoro e famiglia. Uomo di una cultura sterminata

Il dottor Achille Tasca
Un uomo d'altri tempi, dotato di una cultura sterminata e una umanità molto profonda. La sua improvvisa scomparsa rappresenta un vuoto incolmabile per la famiglia e per la città la perdita di un personaggio che ha rappresentato un esempio di professionalità e di dedizione al lavoro encomiabili.
Si è spento nel sonno, nella notte tra venerdì e sabato, il notaio Achille Tasca, classe 1935.
Nativo di Merate, dopo gli studi classici al liceo di Milano si era laureato in Legge all'università statale e aveva poi intrapreso la carriera notarile. Una passione che portava da sempre nel cuore e a cui si era dedicato anima e corpo nella preparazione. Nel 1972 aveva conseguito l'abilitazione e la prima sede dove operare era stata Cedegolo, in provincia di Brescia.
Il suo maestro di vita e di professione, come amava ricordare, era stato il notaio Bosisio dove per un po' aveva praticato.
Dopo qualche anno era riuscito ad ottenere il titolo per esercitare a Merate e qui era rimasto sino al pensionamento avvenuto nel 2010, nella sede che aveva scelto in via Papa Giovanni XXIII.
Oltre che un gran lavoratore, con un'attenzione e una cura dei dettagli minuziosa, il dottor Tasca era però un eclettico e si interessava a tutto e approfondiva con entusiasmo il sapere per arricchire sempre più la sua cultura.
Amava leggere, ascoltare musica jazz, classica, operettistica e leggera, era un appassionato di fotografia e di viaggi (in particolare la montagna, passione ereditata dal fratello alpinista), citava a memoria interi pezzi della letteratura classica e poi era anche un esperto d'arte. La locale scuola d'arte pura e applicata nel 2012 gli aveva assegnato una targa di riconoscenza per l'impegno e il tempo profuso a favore dell'associazione, nominandolo socio onorario.
A queste sue passioni si era sempre dedicato, pur con i limiti che il lavoro gli imponeva. Una volta andato in pensione, però, vi si era buttato ancora più a capofitto trascorrendo intere ore a leggere e studiare.
Mente lucida e brillante sino alla fine, il notaio Tasca era anche una persona discreta e affettuosa, legatissimo all'amata moglie Alfonsina, alla figlia Alessandra e al genero Alessandro.
Il funerale si svolgerà nella giornata di lunedì alle ore 15 nella chiesa parrocchiale di Merate, poi la salma sarà tumulata nel cimitero cittadino.
S.V.
© www.merateonline.it - Il primo network di informazione online della provincia di Lecco