• Sei il visitatore n° 507.490.678
Vai a:
Il primo network di informazione online della provincia di Lecco
link utili
bandi e concorsi
cartoline
Scritto Giovedì 21 luglio 2022 alle 18:40

Gli appuntamenti del festival di Bellagio

Il Festival di Bellagio e del Lago di Como è pronto a dedicare una nuova settimana di musica al popolo del Lago!

Si partirà da Bellagio, giovedì 21 luglio ore 21, presso la magnifica Chiesa di BV Maria Annunciata, in frazione Visgnola, con una nuova produzione esclusiva della Bellagio Festival Orchestra, dedicata ancora alla musica italiana, con uno speciale omaggio anche al compositore lombardo, Alessandro Rolla. A duettare con la Bellagio Festival Orchestra due solisti di eccezione, ovvero l'oboista Rodolfo Locatelli e la viola dell'Orchestra de I Pomeriggi Musicali di Milano, Luca Maggioni. Ingresso libero.

Il secondo appuntamento darà spazio ai Giovani con la presenza dei due finalisti del Concorso Internazionale Concertisti "COSIMA WAGNER" alla sua prima edizione: i migliori giovani concertisti in Musica da Camera si sfideranno e soltanto due giungeranno alla Finale di Sabato 23 luglio.
Nella Cappella dei Cappuccini della Fondazione Rockefeller alle 21 si definirà il Vincitore del Concorso COSIMA WAGNER-Sezione MUSICA DA CAMERA.
La commissione sarà formata per l'occasione dal M° Raffaele Trevisani (flautista), dal M° Paola Girardi (pianista) e dalla direttrice artistica del Festival di Bellagio e del Lago di Como, M° Rossella Spinosa (pianista e compositrice).
L'ingresso all'evento in Fondazione Rockefeller è su prenotazione (prenotazioni@lakecomo.events) e offerta libera (a partire da Euro 5,00) a favore dei Volontari del Soccorso di Bellagio.

Il terzo appuntamento - domenica 24 luglio, ore 17 - avrà luogo, invece, in un angolo di paradiso, ovvero un borgo di circa 200 abitanti, immerso nel verde, ovvero Zelbio, in collaborazione con ZelbioCult. E' una tappa stabile del Festival di Bellagio e del Lago di Como e un esempio di interazione culturale tra manifestazioni e territorio. Anche quest'anno, dunque, presso la Chiesa di San Paolo Converso, la Bellagio Festival Orchestra intonerà un programma interamente italiano, con Boccherini, Donizetti e Mercadante. La Chiesa di San Paolo Converso sorge sul luogo occupato in precedenza da una chiesa più antica: la sua edificazione iniziò nel 1593 e si protrasse fino al secolo successivo (1617), quando diventò parrocchiale indipendente. Nel Settecento subì una parziale riedificazione che le fece raggiungere l'aspetto attuale; è un luogo di culto, di arte e di Musica. L'Orchestra sarà sotto la direzione del M° Eddi De Nadai e con solista al flauto il M° Raffaele Trevisani. Ingresso libero.

La Bellagio Festival Orchestra nasce nel 2012 in seno al Festival di Bellagio e del Lago di Como.
La formazione affianca al repertorio tradizionale, dal barocco ai nostri giorni, originali produzioni anche liriche e teatrali, dedicate ai grandi artisti che hanno soggiornato sul Lario (tra i quali Liszt, Stendhal, Rossini, Verdi), esibendosi regolarmente nelle più suggestive dimore e residenze storiche del territorio (Villa Serbelloni di Bellagio, Villa Monastero e villa Cipressi di Varenna, Villa Lario di Mandello del Lario, Villa del Grumello di Como, ecc) ma anche presso festival e teatri in Italia e all'estero. L'orchestra collabora stabilmente con direttori e solisti d'eccezione, quali Raffaele Trevisani, Mario Marzi, Roberto Noferini, Fatlinda Thaci. La Bellagio Festival Orchestra ha anche presentato in pubblico numerose prime esecuzioni assolute, di opere d'autori contemporanei. Il 30 giugno 2018, la Bellagio Festival Orchestra è stata invitata dal Consolato Generale d'Italia a Stoccarda, per un evento dedicato a Rossini per le celebrazioni del centocinquantenario. La direzione musicale della Bellagio Festival Orchestra è affidata al Maestro Alessandro Calcagnile.

Luca Maggioni. Figlio della scultrice Marianita Valdinoci, nipote ed allievo del M° Tomaso Valdinoci, nipote della pittrice Silvia Maggioni e dell'architetto Gino Maggioni, già da piccolo cresce in Luca la passione per la musica da camera, trasmessa dal nonno seguendolo nei concerti con il Quartetto della Scala. Appena diplomato in viola al Conservatorio di Genova nel 1983, parte per una lunga tournée italiana suonando in Quartetto per le musiche di scena de "Il Borghese Gentiluomo" con Carlo Cecchi. E' membro stabile dal 1984 dell'Orchestra Fondazione I Pomeriggi Musicali di Milano presso il Teatro Dal Verme.
Raffaele Trevisani. Apprezzato dal pubblico e dalla critica per il suo stile raffinato e la sua personalità musicale, Raffaele Trevisani ha studiato con Sir James Galway che lo definisce uno dei migliori flautisti di oggi "per la bellezza del suono, la tecnica perfetta e la dedizione all'arte della musica". Altrove si parla di "flauto che canta" e "flauto prodigioso" (Corriere della Sera) e di "fantastiche colorature con suoni elegiaci e canto espressivo" (Markische Allgemeine). Ancora: "Ha incantato il pubblico con tecnica perfetta e suono incomparabile" (The flute, Tokio); "Ha un suono ricco e flessibile e una grande intuizione per la poesia e la drammaticità" (Der Bund); "Un flautista musicalissimo" (La Nazione), "Grande musicalità e suono intenso" (Neue Zürcher Zeitung); "Ha ereditato molte delle qualità di James Galway e ne ha aggiunte di proprie... suono brillante e tecnica splendida, chiarezza scolpita con grande precisione artistica" (Pan, Londra Wigmore Hall). Raffaele Trevisani vive a Milano dedicandosi all'attività concertistica e insegnando presso la Civica Scuola di Musica Claudio Abbado della sua città. La sua carriera solistica l'ha portato a esibirsi in Giappone, Stati Uniti, Canada, Sud America, Russia, Sud Africa, Inghilterra, Spagna, Germania, Polonia, Svizzera, Turchia, Israele. Si è esibito anche in Italia per le maggiori istituzioni musicali. Ha suonato in molte sale prestigiose tra cui Teatro alla Scala di Milano, Wigmore Hall a Londra, Glenn Gould Studio a Toronto, Bunkakaikan, Suntory Hall a Tokio, Great Hall del Conservatorio di Mosca, Museo Hermitage a San Pietroburgo, Philarmonie di Stoccarda, Musichalle di Amburgo, Rudolf-Oetker-Halle di Bielefeld, Sala San Paolo e Memorial de America Latina in San Paolo, Baxter Hall a Cape Town, Teatro di Stato di Pretoria, Mann Auditorium di Tel Aviv, Detroit Symphony Hall, Trinity Church di New York, Bohuslav Martinu Hall, Palify Palace in Prague, Teatro Donizetti di Bergamo, Teatro Olimpico di Vicenza, Teatro Bellini di Catania, Teatro Municipale di Sanremo. Ha suonato inoltre per i Festival delle Settimane Musicali di Stresa, Settembre Musica a Torino, Veneto Festival, Festival Internazionale di Cremona "Le Corde dell'Anima", Saint-Petersburg Palaces Festival, Europaishes Music Festival, Rheingau Music Festival, Festival de Inverno de Campos de Jordao e Festival nas Musica das Montanhas in Pocos de Calsas in Brasile, Festival Musica nas Montanhas in Pocos de Caldas (Brasile), Festival Internazionale della Musica di Maputo in Mozambico, in occasione delle celebrazioni di "Ten years of freedom" e per Miagi Festival in Sud Africa. È stato invitato a tenere concerti e masterclass in Europa, Giappone, USA, Sud Africa e per i più prestigiosi festival flautistici internazionali (Boston, Francoforte, Detroit, Chicago, Roma, Las Vegas, Milano, New York).
Come solista ha al suo attivo collaborazioni di rilievo con importanti gruppi cameristici e orchestre quali I Solisti Veneti, l'Orchestra da Camera di Padova e del Veneto, I Pomeriggi Musicali di Milano, I Cameristi della Scala, I Solisti della Scala, l'Orchestra "Cantelli", l'Orchestra del Teatro Lirico di Cagliari, l'Orchestra Sinfonica Carlo Coccia, l'Orchestra "Arcata" Stuttgart, i Bielefelder Philarmoniker, l'Orquestra Sinfonica do Estado de Sao Paulo e L'Orchestra USP di San Paolo, l'Orquestra Sinfonica de Santo Andrè, l'Orquestra Sinfonica do Paranà, l'Orchestra Sinfonica Paulista, l'Orchestra Sinfonica di Stato di Istanbul, l'Adana Symphony Orchestra, la Moscow Chamber Orchestra, la Chamber Orchestra of South Africa, Israel Strings Ensemble, Suk Chamber Orchestra, l'Orchestra Sinfonica Slesiana di Katowice, e altre importanti relatà musicali. Raffaele Trevisani ha inoltre eseguito in prima esecuzione e inciso i concerti per flauto e orchestra a lui dedicati di Carlo Galante, Alberto Colla, Hendrik Hofmeyr ed Ernani Aguiar. È stato invitato a suonare e a tenere masterclasse nei più prestigiosi festival flautistici del mondo (Boston, Francoforte, Detroit, Chicago, Roma, Las Vegas, Milano, New York). Ha registrato per la RAI italiana, la SDR tedesca, la NHK giapponese, la BBC inglese, la Televisione Russa, la Televisione Israeliana e Brasiliana e ha effettuato special con interviste e concerti "live" per Globo Brasilian Television e per la RAI Corporation Television di New York per il programma "Italiani in America".
Trevisani ha inciso inoltre numerosi cd per l'etichetta americana Delos dove è spesso affiancato dalla Moscow Chamber Orchestra, con la quale ha inciso i concerti di C.Ph.E. Bach, una selezione di Concerti Italiani del ‘700 e i Concerti di S. Mercadante e il disco "New Century Flute Concertos". Ha inciso inoltre per Stradivarius, AS Disc e per Hanssler Classic ha registrato l'integrale dei Concerti per flauto e orchestra di Mozart con la Kammerorchester "Arcata" Stuttgart, coproduzione tra la Sϋddeutsche Rundfunk di Stoccarda e la rivista musicale italiana Amadeus". Per la medesima rivista ha realizzato quattro cd. È stato invitato a suonare in duo con Maxence Larrieu e con Sir James Galway per la televisione italiana. Ha ricevuto unanimi consensi anche da Jean Pierre Rampal, Maxence Larrieu e Julius Baker. È stato invitato in giuria di prestigiosi concorsi internazionali quali Theobald Boehm International Flute Competition 2011, Carl Reinecke International Flute Competition 2013, Domenico Cimarosa International Flute Competition 2013 e Carl Nielsen International Flute Competition 2014. Ancora prima di diplomarsi al conservatorio "G. Verdi" di Milano, diventa "il giovane allievo" di Sir James Galway con cui studia privatamente dal 1978. Dopo il diploma ha collaborato per quattro anni (dal 1984 al 1988) con l'Orchestra del Teatro alla Scala di Milano, prima di dedicarsi totalmente alla carriera solistica. Suona un flauto d'oro Muramatsu 14 carati appartenuto a Sir James Galway e un flauto d'oro Powell 14 carati.

Paola Girardi. Paola Girardi, pianista milanese, ha studiato presso la Civica Scuola di Musica di Milano con Lucia Romanini Marzorati, diplomandosi appena diciassettenne al Conservatorio "Nicolini" di Piacenza nel 1978. È stata premiata in numerosi concorsi per giovani concertisti tra cui il Concorso nazionale per giovani pianisti di Bari e il Concorso internazionale di Senigallia. Ha seguito successivamente corsi di perfezionamento con Maria Tipo e ha studiato con Paul Badura-Skoda frequentando tra l'altro l'Accademia "O. Respighi" di Assisi e l'Accademia Chigiana di Siena dove ha ottenuto il diploma di merito. Ha tenuto numerosi concerti come solista e in questa veste ha collaborato per due anni con l'Orchestra da camera dell'Angelicum di Milano e con l'Orchestra del Teatro Litta di Milano. Ha registrato per la RAI italiana, RAI Corporation Television di New York e per la TV Globo brasiliana. Si è dedicata con particolare interesse alla musica da camera studiando con i componenti del Trio Tchaikowsky, del Quartetto Academica, del Fine Arts Quartet e del Trio di Trieste. La sua carriera di pianista l'ha vista impegnata in importanti collaborazioni con rinomati musicisti tra cui Maxence Larrieu, Ransom Wilson e Ilya Grubert, dei quali è stata anche pianista collaboratrice per i corsi di perfezionamento in Italia e all'estero. È stata inoltre pianista ufficiale insieme a Phillip Moll ai corsi internazionali estivi tenuti da James Galway a Weggis (Svizzera) e a Dublino dal 1990 al 1996, corsi poi ripresi nel 2007. Suona regolarmente in duo con il flautista Raffaele Trevisani tenendo concerti in Europa, Stati Uniti e Giappone oltre che in Italia per le maggiori associazioni concertistiche. Ha suonato in sale prestigiose quali Wigmore Hall a Londra, Glenn Gould Studio a Toronto, Bunkakaikan a Tokio ottenendo sempre ampi consensi per le sue qualità di raffinata camerista. Ha inciso diversi cd in duo con Raffaele Trevisani per Delos International. Insegna pianoforte principale e musica da camera presso la Civica Scuola di Musica Claudio Abbado di Milano dal 1980.

Eddi De Nadai. Diplomato in pianoforte e clavicembalo al Conservatorio di Venezia, si è perfezionato con Konstantin Bogino e nel repertorio vocale da camera con Erik Werba. Già Maestro Collaboratore di Sala al Teatro la Fenice di Venezia, alla Staatsoper di Hannover, al "Verdi" di Trieste, al Lirico - Sperimentale di Spoleto, ha studiato Direzione d'orchestra con Romolo Gessi, Donato Renzetti, Lior Shambadal e Deyan Pavlov. Preparatore e collaboratore di cantanti di fama internazionale, ha tenuto concerti per prestigiose istituzioni e importanti festivals in tutta Europa, in Medio Oriente, in Nord e Sud America. Dal 2002 al 2010 è stato pianista ufficiale al Concorso Internazionale di Musica Vocale da Camera di Gorizia. Ha tenuto corsi sul repertorio operistico italiano al Wesleyan College di Macon (Georgia - USA), al Conservatorio di Izmir (Turchia), a Tokyo e per anni è stato docente ai corsi estivi dello Spoleto Vocal Arts Symposium.
Ha debuttato come direttore al Teatro dell'Opera di Izmir e in seguito è stato per diversi anni primo direttore ospite al Bolshoi Theater di Tashkent. Svolge un'intensa attività collaborando con importanti orchestre (Orchestra di Padova, Mitteleuropa Orchestra, Radiotelevisione Slovena, Sinfonica di Cordoba, Filarmonica di Bacau, Filarmonica di Kharkov, Kiev String's Orchestra, Radiotelevisione Albanese, Opera di Belgrado e Lubiana, Astana Opera) e importanti solisti quali Bruno Canino, Rocco Filippini, Luciana D'Intino, Katia Ricciarelli. Ha diretto un vasto repertorio operistico in Italia e all'estero. Recentemente ha diretto al Festival Pucciniano di Torre del Lago, al Taormina Opera Stars, al Teatro Verdi di Pisa e ha inaugurato MittelFest 2016 di Cividale con la prima assoluta dell'opera Menocchio di R. Miani.

Gli altri appuntamenti del Festival:

GIOVEDI' 28 LUGLIO 2022, ore 21
Bellagio, GH Villa Serbelloni
INGRESSO CON PRENOTAZIONE:
prenotazioni@lakecomo.events
WOLFGANG AMADEUS MOZART: LE NOZZE DI FIGARO, OUVERTURE
GAETANO DONIZETTI: CONCERTINO PER FLAUTO E ORCHESTRA
DON PASQUALE, SINFONIA
ELISIR D'AMORE, "UNA FURTIVA LAGRIMA"
GIACOMO PUCCINI: MANON LESCAUT, INTERMEZZO
BATTERFLY, INTERMEZZO
PYOTR ILYICH TCHAIKOVSKY: EUGENE ONEGIN, ARIA DI LENSKY
GIOACHINO ROSSINI: IL TURCO IN ITALIA, SINFONIA
ORCHESTRA ZEPHYRUS
Direttore e solista al flauto: Marco Zoni

SABATO 30 LUGLIO 2022, ore 21
Varenna, Sagrato della Chiesa di San Giorgio
INGRESSO LIBERO
GAETANO DONIZETTI: ME VOJO FA NA CASA
GIOACHINO ROSSINI: TARANTELLA
LIBERO BOVIO/GAETANO LAMA: REGINELLA
ERNESTO DE CURTIS: TORNA A SURRIENTO
SALVATORE GAMBARDELLA: ‘O MARINARIELLO
GIGI PISANI: ‘NA SERA ‘E MAGGIO
EDUARDO MEZZACAPO: NAPOLI (TARANTELLA)
VINCENZO RUSSO: I' TE VURRIA VASÀ
ALESSANDRO SISCA: CORE ‘NGRATO
GIOVANNI CAPURRO: ‘O SOLE MIO
BELLAGIO FESTIVAL ORCHESTRA
Solisti: Edoardo Francesconi (tenore),
Giorgio Pertusi (mandolino)
Direttore: Alessandro Calcagnile

DOMENICA 31 LUGLIO 2022, ore 21
Erba, Teatro all'aperto Licinium
INGRESSO LIBERO
GIUSEPPE VERDI: SINFONIA DA "NABUCCO"
CARO NOME DA "RIGOLETTO"
GIOACHINO ROSSINI: PAS DE SIX DA "GUILLAUME TELL"
UNA VOCE POCO FA DA "IL BARBIERE DI SIVIGLIA"
GAETANO DONIZETTI: CADENZA DA "LUCIA DI LAMMERMOOR"
PIETRO MASCAGNI: INTERMEZZO DA "CAVALLERIA RUSTICANA"
GIACOMO PUCCINI: VISSI D'ARTE DA "TOSCA"
FANTASIA DA "TOSCA"
BELLAGIO FESTIVAL ORCHESTRA
Solista: Monika Lukacs (soprano)
Direttore: Alessandro Calcagnile

GIOVEDI'4 AGOSTO 2022, ore 21
Menaggio, Chiesa di Santo Stefano
INGRESSO LIBERO
ANTONIO VIVALDI:
CONCERTO IN MI MAGGIORE, RV 269 (LA PRIMAVERA)
CONCERTO IN SOL MINORE, RV 315 (L'ESTATE)
CONCERTO IN FA MAGGIORE, RV 293 (L'AUTUNNO)
CONCERTO IN FA MINORE, RV 297 (L'INVERNO)
CONCERTO IN SI BEMOLLE MAGGIORE PER VIOLINO, VIOLONCELLO, ARCHI E CONTINUO, RV 547
BELLAGIO FESTIVAL ORCHESTRA
Solisti: Luca Torciani (violino),
Giuliano De Angelis (violoncello)

SABATO 6 AGOSTO 2022, ore 21
Bellagio, Sagrato della Chiesa di San Giovanni
INGRESSO CON PRENOTAZIONE
E OFFERTA LIBERA:
prenotazioni@lakecomo.events
GIUSEPPE VERDI: SINFONIA "NABUCCO"
LA DONNA È MOBILE
CARO NOME
GIOACHINO ROSSINI: SINFONIA DA "L'ITALIANA IN ALGERI"
UNA VOCE POCO FA
GAETANO DONIZETTI: CADENZA DA LUCIA DI LAMMERMOOR
PIETRO MASCAGNI: INTERMEZZO DA "CAVALLERIA RUSTICANA"
GIACOMO PUCCINI: VISSI D'ARTE
NESSUN DORMA
E LUCEVAN LE STELLE
BELLAGIO FESTIVAL ORCHESTRA
Solisti: Monika Lukacs (soprano),
Aldo Sartori (tenore)
Direttore: Alessandro Calcagnile

VENERDI' 12 AGOSTO 2022, ore 21
Bellagio, Basilica di San Giacomo
INGRESSO LIBERO
LUIGI BOCCHERINI: CONCERTO PER VIOLONCELLI
GAETANO DONIZETTI: LARGO PER VIOLONCELLO E PIANOFORTE
NICOLÒ PAGANINI: VARIAZIONI MOSE
ANTONIO VIVALDI: CONCERTO PER DUE VIOLONCELLI
BELLAGIO FESTIVAL ORCHESTRA
Solisti al violoncello: Milo Ferrazzini, Claude Hauri

VENERDI' 26 AGOSTO 2022, ore 21
Bellagio, GH Villa Serbelloni
INGRESSO CON PRENOTAZIONE:
prenotazioni@lakecomo.events
GIOVANNI BATTISTA PERGOLESI:
LIVIETTA E TRACOLLO (O LA CONTADINA ASTUTA)
BELLAGIO FESTIVAL ORCHESTRA
Solisti: Ilaria Torciani (soprano),
Davide Rocca (baritono)
Regia: Fabio Buonocore
Direttore: Alessandro Calcagnile


E' possibile restare aggiornati su FB @bellagiofestival, TW @bellagiofest, IG #bellagiofestival
www.bellagiofestival.com

 

© www.merateonline.it - Il primo network di informazione online della provincia di Lecco