• Sei il visitatore n° 495.291.781
Vai a:
Il primo network di informazione online della provincia di Lecco
link utili
bandi e concorsi
cartoline
Scritto Martedì 12 luglio 2022 alle 10:59

Olgiate: 1,7 milioni di euro di variazione. 500mila in asfalto e 900mila per area Nava

Si è aperto con la modifica del programma triennale delle opere pubbliche 2022/2024 il consiglio comunale di Olgiate Molgora di venerdì 8 luglio. La modifica è consistita nell'introduzione nel programma la riqualificazione dell'area Nava (primo lotto di lavori) per l'importo complessivo di 899.305 euro, di cui 755.364 euro da impuntarsi nel corrente bilancio, e l'intervento di manutenzione delle strade comunali, per un totale di 484.000 euro. Nel corso della discussione il capogruppo di minoranza Stefano Golfari ha invitato l'amministrazione comunale a definire ciò che verrà fatto sull'area Nava: "raccontiamo ai cittadini perché investiamo tutti questi soldi su quell'immobile". Il vicesindaco Matteo Fratangli ha ricordato che il Comune di Olgiate era risultato assegnatario di un finanziamento di 500.000 euro da parte di Regione Lombardia per questa opera (clicca QUI) e che con questo primo intervento si procederà a mettere in sicurezza l'edificio; l'intenzione poi è di riqualificarlo interamente e trasformarlo in un'area feste e struttura socio-culturale, magari anche grazie all'aiuto di altri bandi a cui sarà possibile partecipare. Nel frattempo è stata inviata alla soprintendenza l'intero progetto. Questa variazione al programma delle opere pubbliche non sarà l'ultima dell'anno - ha annunciato Fratangeli, - il Comune infatti ha ricevuto un finanziamento di 500.000 euro per realizzare un'opera di regimazione idraulica del torrente Molgora e 1 milione e 900 mila euro per realizzare la pista ciclopedonale Greenway, questi due interventi dunque dovranno essere inseriti. Astenuti i consiglieri di minoranza al momento del voto.
Il secondo punto all'ordine del giorno, senz'altro il più corposo, è stato la variazione al bilancio di previsione con utilizzo di avanzo di amministrazione. La variazione ammonta a 1.699.890,35 euro: maggiori spese per 1.786.887,35 euro (a cui vengono sottratte minori spese per 86.997 euro) vanno a pareggiarsi con l'avanzo di amministrazione pari a 1.166.720,35 euro, a cui si aggiungono maggiori entrate per 562,020 euro e si tolgono minori entrate per 28.850 euro. A entrare nel dettaglio delle maggiori spese è stato il sindaco Giovanni Battista Bernocco. La fetta più grande sono senza dubbio i 755.364 euro per l'Area Nava e i 484.000 euro per l'asfaltatura delle strade comunali, ma altrettanto importanti anche i 40.000 euro per la manutenzione del patrimonio culturale, i 35.000 euro per la modifica di impianti Enel vicino alla scuola secondaria, i 10.000 euro per acquisto di patrimonio librario per la Biblioteca, i 20.000 euro per l'incarico per redazione del piano di abbattimento barriere architettoniche, i 3.390 euro per le rette dei bambini ucraini all'oratorio estivo, i 2.240 per  la sostituzione dei tabelloni nel campo da basket del centro sportivo a seguito di lamentele per il rumore da parte dei residenti, i 5.570 euro per acqueforti su pannelli lungo via della Stazione, i 21.838 euro per l'acquisto della casetta dell'acqua, i 12.200 euro per la Protezione Civile, i 10.600 euro per gli educatori dei centri estivi e i 224.512,34 euro di contributo per la riqualificazione di via Calendone. A balzare all'occhio tra le minori uscite invece sono stati i 57.000 euro per minori in istituto, dovuti al fatto che due giovani non necessitano più questo tipo di assistenza.

Il gruppo di minoranza

Il capogruppo di minoranza Stefano Golfari ha ammesso che in questa variazione ci sono diversi punti che il gruppo "Olgiate Cambia Passo" condivide, tuttavia ha voluto focalizzarsi sulla manutenzione delle strade, che a suo dire sono le peggiori del circondario. "Cinquecento mila euro di investimento è giusto, però c'è stata una scelta di riduzione della cifra per l'aumento dei costi delle asfaltature. Capiamo la situazione, ma avremmo apprezzato un intervento ancora più massiccio per dare una svolta a una situazione che andrebbe davvero presa per le corna". Nel suo intervento Golfari ha anche suggerito di realizzare un calendario a medio e lungo termine in merito alle opere di asfaltatura delle strade. La programmazione, ha spiegato il sindaco Bernocco, è stata fatta e se un cittadino vuole esserne a conoscenza può chiedere in Comune. L'intenzione rimane quella di riasfaltare tutto il paese, ma per il momento, avendo i lavori della scuola media in corso, impensabile spendere più di 500mila euro per l'asfaltatura, ha detto il primo cittadino. L'assessore all'urbanistica Ilaria Bonfanti ha elencato le vie che verranno riasfaltate per prime: via Cesare Cantù, via Carpi, Via Monte Rosa, via delle Fucine, via della Roggia, via della Salute (in parte in capo al Comune di Santa Maria Hoè), via Pilata e via San Vigilio. Il costo dell'asfaltatura al momento - ha specificato l'assessore Bonfanti - ammonta a 17,85 euro al metro quadro.
In secondo luogo Golfari ha fatto osservazione sulle acqueforti che verranno posizionate in via della Stazione: "Chi ci dice che sono opere di valore? Chiediamo parere a esperti prima di decorare il paese". Il sindaco Bernocco ha assicurato che si tratta di opere di pregio, per altro a edizione limitata, e che sono state fatte tutte le valutazioni del caso.
Intervenuto anche il consigliere di minoranza Pierantonio Galbusera, che tra le altre cose ha chiesto anche aggiornamenti per quanto riguarda la strada di Regondino che era stata colpita da una frana. L'assessore Bonfanti ha spiegato che la questione sta procedendo, il Comune è in possesso del parere paesaggistico, il progetto, oltre alla sistemazione, prevede anche la posa di un guardrail in legno. Dopo aver fatto tutte le approvazioni si aprirà la gara d'appalto, presumibilmente prima di settembre il lavoro sarò aggiudicato. Il consigliere di minoranza Andrea Martena invece ha voluto porre l'attenzione sulla casetta dell'acqua, riprendendo per altro la proposta da lui avanzata mesi fa proprio sull'argomento (clicca QUI). Inoltre ha chiesto chiarimenti sull'acquisto di nuovi tabelloni per il campo da basket: "Perché non spendere i soldi per insegnare a tirare meglio, piuttosto che sostituire i tabelloni?". L'assessore Paola Colombo ha risposto che sono state fatte analisi all'interno della Polisportiva ed effettivamente il livello di decibel che si raggiunge quando la palla urta gli attuali tabelloni è particolarmente alto, anche a causa di una vibrazione del corpo in ferro che li regge, dunque l'intenzione è di sostituirli con dei tabelloni "antirumore".
Al momento del voto la minoranza si è astenuta nuovamente.
E.Ma.
© www.merateonline.it - Il primo network di informazione online della provincia di Lecco