• Sei il visitatore n° 484.480.807
Vai a:
Il primo network di informazione online della provincia di Lecco
link utili
bandi e concorsi
cartoline
Scritto Venerdì 05 agosto 2011 alle 08:07

Lomagna: bandite le parabole dai balconi, no ai cani nei parchi e ai flipper fuori dai locali

Il vicesindaco Emma Mantovani, il sindaco Stefano Fumagalli e il segretario dr. Balestra

Niente più "padelle" sui balconi delle case, divieto assoluto di ingresso dei cani nei parchi pubblici, indicazioni sul taglio dell'erba, maggiore responsabilizzazione dei gestori di locali o di chi organizza spettacoli, no a flipper o biliardini all'esterno dei bar. Sono alcune delle disposizioni approvate dal regolamento di polizia urbana del comune di Lomagna e che, più che delle vere e proprie regole normate da sanzioni, sono una serie di indicazioni per il buon vicinato e il senso civico. Ad approvare il documento all'unanimità è stata l'aula nell'ultima seduta prima delle vacanze. Ad illustrare e relazionare il lavoro svolto dalla commissione è stato il presidente Pierangelo Manganini che, con l'aiuto delle slides, ha dato un quadro chiaro e puntuale della regolamentazione.

Pierangelo Manganini

Come dicevamo entro i prossimi cinque anni nel comune di Lomagna non si vedranno più le parabole ai balconi (le cosiddette "padelle") ma i possessori saranno obbligati a posizionarle sul tetto. Una regola che entrerà in vigore invece da subito per i nuovi arrivati. Fatto salvo diversa indicazione gli animali non potranno entrare nei parchi pubblici e questo varrà per tutti gli spazi, in attesa dell'emanazione del regolamento per il benessere dei quattro zampe che affronterà l'argomento individuando, ad esempio, un'area riservata.
L'art. 30 chiede invece che chi organizza pubblici spettacoli o il gestore di locali si faccia carico di vigilare affinchè gli avventori mantengano un comportamento corretto e rispettoso nei confronti della popolazione residenziale nei pressi dell'esercizio.
Il regolamento è stato approvato all'unanimità. Clicca qui per visualizzare la versione integrale.

Unanimità anche per il regolamento per la concessione di sovvenzioni, contributi, ausili finanziari e per l'accesso agevolato ai servizi socio-aqssistenziali che, modificato in consulta, ha infine trovato l'apprezzamento dell'intera aula.
A seguito di urgenze per equilibrare le entrate, l'assessore al bilancio Panzeri ha presentato una serie di variazioni. Tra le più consistenti troviamo i 4.675 euro a Retesalute per i minori in comunità, i 3mila euro per la festa del paese e i 9mila euro di maggiori oneri per la revisione del Pgt. Astenuta la minoranza, le variazioni sono passate con l'approvazione della maggioranza.

Il gruppo di minoranza

Approvate le modifiche sul prospetto degli investimenti, l'assise si è soffermata sullo scioglimento della convenzione per il servizio di segreteria del dottor Balestra a seguito della rescissione dell'accordo con Arcore. Il segretario, dunque, ora in servizio a Lomagna capoconvenzione e a Cernusco, o sarà associato ad un terzo comune oppure sarà in carico, per la restante quota, proprio al paese capoconvenzione con una lievitazione dei costi. Ipotesi questa che ha trovato contraria la minoranza, preoccupata per una spesa di 25mila euro ritenuta non opportuna vista la contingenza economica e, soprattutto, non necessaria visto il lavoro di qualità comunque svolto dal segretario nelle attuali 9 ore.
Al settimo punto sono state conferite le deleghe all'assessore Daniela Panzeri, già detentrice di cultura, beni culturali e tempo libero, relative alla pace e cooperazione tra i popoli e tempi e orari della città. Quest'ultimo compito sarà mirato ad avvicinare il cittadino ai servizi.
Il consiglio comunale si è chiuso poco dopo le 23 e si è aggiornato dopo le vacanze.
S.V.
© www.merateonline.it - Il primo network di informazione online della provincia di Lecco