Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione propri e di terze parti per le sue funzionalità e per servizi in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o se vuoi negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui. Proseguendo la navigazione nel sito, acconsenti all'uso dei cookie.
ACCETTA
  • Sei il visitatore n° 438.463.980
Vai a:
Il primo network di informazione online della provincia di Lecco
link utili
bandi e concorsi
cartoline
Scritto Giovedì 15 luglio 2010 alle 21:40

Sulla nomina del Direttore medico del Mandic, in campo i 26 sindaci che tracciano l’identikit: ''E’ essenziale la conoscenza pregressa del Presidio e delle realtà ed esigenze del territorio''

Ambrogio Bertoglio, Giuseppe Genduso, Gedeone Baraldo e Patrizia Monti

La nomina del direttore medico di presidio riveste un'importanza strategica ai fini del mantenimento e dello sviluppo delle attività del presidio stesso. Per questo la partita aperta la scorsa settimana per le nomine dei direttori del Manzoni e del Mandic sta catalizzando, almeno in Brianza perché i lecchesi a quanto pare sono disinteressati, l'attenzione di tutti gli osservatori, sindaci, medici, cronisti. La nostra Azienda ospedaliera, del resto, avendo come architrave i dipartimenti, i cui capi stanno tutti a Lecco, conferisce nei fatti, se possibile, ancora maggior valore aggiunto al direttore medico. Avevamo aperto il capitolo sabato scorso lanciando in anteprima le possibili nomine: Gaetano Elli al Manzoni e Gedeone Baraldo al Mandic; coppia che batteva, secondo i dati di quel giorno, l'assai più quotato duo Laura Chiappa a Lecco e Patrizia Monti a Merate, entrambe già per lunghi anni nel medesimo ruolo nei rispettivi presidi. Indiscrezioni dicevano addirittura che venerdì la delibera era stata assunta e firmata dal direttore sanitario aziendale Giuseppe Genduso, partito poi per un breve periodo di vacanza. La notizia aveva subito colpito l'attenzione di alcuni sindaci, tra i più attenti alle vicende sanitarie meratesi nonché Felice Baio, che dell'assemblea distrettuale è il presidente. In campo era sceso anche Andrea Robbiani, primo cittadino di Merate. Nel frattempo la delibera, ammesso che davvero esista, non giungeva a destinazione mentre il dottor Bertoglio, al telefono con i nostri cronisti, annunciava una decisione per la corrente settimana. A oggi, venerdì, però non c'è stata alcuna comunicazione per cui è prevedibile che la scelta sarà fatta martedì prossimo. Felice Baio però non ha perso tempo e, riunito l'Esecutivo dell'Assemblea dei comuni dei distretto di Merate (26 tra circondario meratese e casatese), sottoponeva ai membri del "CdA" la questione. Il comunicato che potete leggere in versione integrale qui sotto è stato approvato all'unanimità, senza distinzione di appartenenza politica (il centrodestra è rappresentato da Emilio Zanmarchi, Pdl, assessore alla Persona del comune di Merate). Non ci sono nomi. Una correttezza istituzionale che tuttavia non lascia spazio a dubbio alcuno. L'indicazione nettissima è per Patrizia Monti. Il Territorio compatto - 26 comuni per 130mila abitanti - si è espresso attraverso la massima rappresentanza distrettuale. Senza un'incrinatura. Si può non tenerne conto? Certo, la nomina spetta al Direttore generale. Ma Ambrogio Bertoglio, a differenza dei suoi più stretti collaboratori, conosce bene il meratese e, altrettanto bene, sa annusare l'aria che tira dentro il San Leopoldo Mandic. Volendo, non può sbagliare. Volendo, naturalmente. In passato il dottor Bertoglio ha dato svariate prove di saper operare al momento giusto la scelta giusta. Questa scelta è vitale per il Mandic. Non vogliamo credere che sbaglierà la mossa proprio ora.

C.B.

Ecco il testo integrale del comunicato diffuso alle 18 di giovedì 15 luglio dal presidente dell'assemblea distrettuale di Merate felice baio e dai componenti l'Esecutivo.


ASSEMBLEA DISTRETTUALE DEI SINDACI

Area Distrettuale di Merate

Il Presidente

 Comuni di Airuno, Barzago, Barzanò, Brivio, Calco, Casatenovo, Cassago Brianza, Cernusco Lombardone, Cremella, Imbersago, Lomagna, Merate, Missaglia, Montevecchia, Monticello Brianza, Olgiate Molgora, Osnago, Paderno d'Adda, Perego, Robbiate, Rovagnate, Santa Maria Hoé, Sirtori, Verderio Inferiore, Verderio Superiore, Viganò

 c/o Municipio di Brivio

23883 - Brivio (LC) - ViaVittorio Emanuele 1- Tel 039.5320114 - Fax 039.5321385 - e-mail: presidente.distretto@comune.brivio.lc.it


15 luglio 2010

Oggetto : Nomina Direttore Sanitario di Presidio per l’Ospedale Mandic

Nell’imminenza delle procedure per la nomina del Direttore Sanitario di Presidio per l’Ospedale Mandic, di competenza propria del Direttore Generale, considerata la scelta che egli deve compiere tra una rosa di candidati, come Esecutivo dell’Assemblea distrettuale di Merate e in considerazione delle esigenze territoriali, ci preme contribuire con quanto segue:

La bozza del nuovo Piano Socio Sanitario della IX legislatura vede al centro il rapporto e la conoscenza del territorio per creare una rete e delle sinergie con tutte le parti interessate alla salute e al benessere dei cittadini.

Accanto alle competenze tecniche specifiche, di esclusiva valutazione da parte della Direzione Generale e del suo staff, pensiamo che vadano considerati criteri essenziali quali : la conoscenza pregressa del Presidio Mandic e la conoscenza delle realtà e delle esigenze territoriali.

Nel rispetto dei ruoli istituzionali vogliamo sottolineare come il concorso di idee e di forze tra Enti chiamati a disegnare e gestire i servizi sanitari e socio assistenziali per il territorio sia fondamentale per ottimizzare i livelli di integrazione dei servizi e di sviluppo del benessere sul territorio.

 

Il Presidente dell’Assemblea Distrettuale : Felice Baio
e l’Esecutivo del Distretto di Merate

© www.merateonline.it - Il primo network di informazione online della provincia di Lecco