• Sei il visitatore n° 468.099.765
Vai a:
Il primo network di informazione online della provincia di Lecco
link utili
bandi e concorsi
cartoline
Scritto Lunedì 16 maggio 2022 alle 10:17

Brivio: in cc si discute il rendiconto 2021. Idee su come usare l'avanzo dalla minoranza.

È stato il rendiconto dell'esercizio finanziario 2021 l'unico punto all'ordine del giorno del consiglio comunale di Brivio di venerdì 13 maggio (oltre all'approvazione dei verbali delle sedute precedenti, a cui la minoranza si è astenuta). È stata la vicesindaca Roberta Agostoni a illustrare il documento.
Il risultato di amministrazione al 31 dicembre 2021 presenta un avanzo di 1.316.074,22 euro. La parte accantonata ammonta a 382.590,09 euro ed è suddivisa in 367.114,07 euro di fondo crediti di dubbia esigibilità, 15.000 euro di fondo rischi contenzioso (soldi accantonati in via prudenziale per una causa in corso) e 476,02 euro di fondo indennità di fine mandato del sindaco.

La parte vincolata ammonta invece a 233.672,82 euro, suddivisa in 129.946,73 euro in vincoli derivati per legge e 47.205,92 euro in vincoli derivati da trasferimento, a loro volta suddivisi in 25.282,39 euro per enti danneggiati da Covid-19, 2.134,67 euro di trasferimenti per centri estivi, 878,88 euro di spese di sanificazione e 18.875,28 euro per il fondo solidarietà alimentare. 
I vincoli formalmente attribuiti dall'ente in via prudenziale ammontano a 56.522,17 euro, suddivisi in 11.500 euro per rinnovi contrattuali del personale dipendente, 7.022,17 euro di trasferimento da Regione Lombardia per fondo sostegno affitti e 38.000 di oneri di urbanizzazione per abbattimento barriere architettoniche e secondari alle parrocchie. La parte destinata agli investimenti ammonta a 19.954,76 euro. 

L'avanzo libero finale del 2021 ammonta a 679.854,55 euro ed è composto da maggiori entrate per 3.097 euro, minori entrate per 177.283 euro, suddivise in 44 mila euro per trasferimenti correnti, 67mila euro per entrate extra tributarie e 66mila euro per concessioni cimiteriali e oneri di urbanizzazione. In minori uscite risultano 760.836 euro suddivisi in 205mila euro di investimenti ed economie e 555mila euro su parte corrente. 

Nulla da dire per la minoranza sui conti, i consiglieri del gruppo "Cambio di passo" hanno però avanzato delle proposte in merito all'utilizzo dell'avanzo, innescando un dibattito costruttivo con la maggioranza. Il consigliere Massimiliano Colla ha illustrato la prima idea in merito a Beverate, dove la situazione parcheggi inizia a gravare sui residenti. L'ex-candidato sindaco ha proposto di riqualificare il parcheggio sterrato adiacente alla chiesa. Una buona proposta, ha convenuto il sindaco Federico Airoldi, ammettendo che era già stata presa in considerazione, ma c'è un problema legato alla proprietà, che non è una proprietà unica. Il discorso si può portare avanti, si può trovare una soluzione bonaria e di compromesso economico, ma contestualmente bisogna portare avanti il discorso anche con l'ufficio tecnico per capire la fattibilità. 

La consigliera Orietta Mauri ha invece avanzato altre proposte. La prima in merito alla valutazione di messa in sicurezza della strada davanti alla scuola, poiché all'uscita ci sono troppe macchine che sostano bordo strada, obbligando altre vetture a compiere manovre azzardare e sorpassi. Ha suggerito la realizzazione di una pista ciclopedonale sopraelevata che attraversi la strada. Il sindaco Federico Airoldi ha ricordato che si tratta di un problema storico in paese, ma si tratta di una questione di competenza, la strada infatti - ha ricordato - è una provinciale e ora la "titolarità" è stata trasferita ad Anas. Il problema però al di là dell'alta velocità a cui passano le auto lungo la via è strettamente legato a chi frequenta la scuola e parcheggia male. Tuttavia l'idea della ciclopedonale si può valutare, senza dimenticare però - come ha spiegato l'assessore all'urbanistica Elisa Rossi - che la Polizia Locale di Brivio lo scorso anno ha vinto un bando proprio relativo agli attraversamenti. Entro fine settembre 11 attraversamenti del paese verranno posti in sicurezza, prevedendo l'implementazione dell'impianto luminoso e dell' apparecchiatura necessaria. Oltre a questo, il sindaco non ha escluso la possibilità di chiedere alla Polizia Locale di presenziare maggiormente quel tratto così sensibile. 

Ultima proposta della consigliera Mauri, considerato il momento di siccità del fiume, è stata quella di valutare la pulizia dell'area di alaggio delle barche. Il sindaco Airoldi ha risposto che tutto ciò che è attinente alla pulizia del fiume prevede la convocazione dell'Aipo, il soggetto competente in questo caso. Si può dunque pensare di fare richiesta, ha concluso il primo cittadino.

E.Ma.
© www.merateonline.it - Il primo network di informazione online della provincia di Lecco