Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione propri e di terze parti per le sue funzionalità e per servizi in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o se vuoi negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui. Proseguendo la navigazione nel sito, acconsenti all'uso dei cookie.
ACCETTA
  • Sei il visitatore n° 459.878.173
Vai a:
Il primo network di informazione online della provincia di Lecco
link utili
bandi e concorsi
cartoline
Scritto Venerdì 13 maggio 2022 alle 15:35

Pronto soccorso Mandic: entrato alle 14 dopo un incidente stradale, all'una di notte la paziente è ancora in sala d'attesa

Anche la sanità, ormai, è stata contagiata dalla politica-spettacolo. Prendiamo le Case di Comunità, null'altro che un luogo dove, forse, alcuni medici si assoceranno per offrire le prestazioni precedentemente offerte nei rispettivi ambulatori. Poi si vedrà se e quando saranno attivati gli altri servizi di diagnostica di base. Intanto l'osservazione breve non è ancora attiva nei pronto soccorso presi d'assalto. E arriviamo dunque ai PS. Secondo la vice presidente Moratti cambia tutto: basta codici a colori spazio a cinque codici numerici per indicare il grado di criticità del paziente. Con un'attesa massima per la criticità minore di 240 minuti!!! E con questo la regione Lombardia parla di rivoluzione dei PS.

La sola rivoluzione attesa è che vi siano medici di medicina d'urgenza dipendenti dell'ASST e in numero sufficiente a coprire i turni. La situazione, invece, è l'esatto opposto di come la Regione ce la vuole presentare: ora la maggior parte dei medici è esterna, appartenente cioè a società private. Medici senza alcun legame con l'ospedale, con i reparti, con i colleghi che spesso nemmeno conoscono. Medici gettonisti, pagati un tot all'ora. Un tot però che li fa guadagnare in una settimana o poco più quello che un medico dipendente guadagna in un mese. Il disastro della sanità lombarda ormai è evidente a tutti coloro che non hanno il filtro partitico sugli occhi. E quella sotto è solo una delle lettere che arrivano in redazione per denunciare lo stato di inaccettabile degrado del servizio, biglietto da visita del San Leopoldo Mandic.

Tempi attesa pronto soccorso Mandic
messaggio : Buonasera, vorrei portare alla vostra conoscenza i tempi di attesa al pronto soccorso mandic di merate.
È tutto oggi (ieri per chi legge, ndr), ma penso non sia solo oggi che i tempi di attesa dei codici verdi superano le 10 ore con i pazienti stremati doloranti e sofferenti tenuti come carne da macello in sala di attesa. Molte ore di attesa anche per i pazienti pediatrici.
Il personale non solerte e con atteggiamenti non consoni alla situazione.
Potreste andare a intervistare i pazienti in attesa al ps e fare un articolo?
Credo che Merate meriti di più, qui di lede la dignità umana, fate un giro e vedrete coi vostri occhi le condizioni.
Mia moglie è sofferente e dolorante per un incidente automobilistico subito in attesa da ieri alle 14, ora sono le 00:10
E chissà quanto ancora fovrà attendere.
In attesa di cordiale riscontro saluto.

Stefano Amato

© www.merateonline.it - Il primo network di informazione online della provincia di Lecco