• Sei il visitatore n° 495.625.983
Vai a:
Il primo network di informazione online della provincia di Lecco
link utili
bandi e concorsi
cartoline
Scritto Mercoledì 02 febbraio 2022 alle 08:59

Vicenda Gestisport, SLC e CGIL Lecco per la tutela di lavoratori e consumatori

Il 23 dicembre 2021 il Tribunale di Milano ha dichiarato il fallimento della Gestisport Società Cooperativa Sportiva Dilettantistica, con sede a Carugate ma con interessi commerciali anche in territorio lecchese, nello specifico la gestione degli impianti sportivi di Merate e Oggiono.

Gestisport contava all'interno del proprio organico solamente 21 dipendenti, dislocati in diverse province lombarde tra cui sei in quella di Lecco. La maggioranza degli addetti nel nostro territorio era assunta con contratti di collaborazione, una condizione contrattuale che, alla luce del fallimento societario, ha comportato un grave danno ai lavoratori e alle lavoratrici che hanno perso il lavoro: tale tipologia di lavoro parasubordinato, infatti, non prevede il versamento della contribuzione previdenziale, e di conseguenza non dà diritto a percepire né l’indennità di disoccupazione NASpI (riservata ai lavoratori dipendenti) né l’indennità DIS-COLL (rivolta ai collaboratori coordinati e continuativi).


La SLC CGIL, sia a livello territoriale che regionale, dalla prima metà del 2021 ha chiesto in più occasioni alla società un incontro per discutere le condizioni e le prospettive occupazionali ed economiche delle lavoratrici e dei lavoratori, purtroppo senza ricevere risposte. Riteniamo che i due centri sportivi siano fondamentali per la vita del nostro territorio, soprattutto da quando la pandemia ha reso più complicato svolgere attività sportive, riabilitative e di socializzazione per tutte le fasce di età.

Oltre a garantire al più presto la riapertura degli impianti, è necessario che al personale venga riconosciuta una maggiore dignità professionale, sulla base delle esperienze e delle competenze sistematicamente richieste e certificate: non possiamo più tollerare una svalutazione delle discipline sportive e dei professionisti che se ne occupano, con compensi talvolta inferiori alle €5 lorde l'ora.

La SLC CGIL continuerà il suo impegno per garantire quanto prima la continuità lavorativa a tutti i dipendenti e collaboratori e l'applicazione del contratto collettivo nazionale degli impianti sportivi. La CGIL Lecco è impegnata anche nella tutela di coloro che hanno pagato un abbonamento per gli impianti sportivi di Merate e Oggiono, e che ora sono impossibilitati a usarlo: Federconsumatori, associazione legata alla Camera del Lavoro, offre infatti assistenza per verificare la possibilità di chiedere il rimborso della quota di abbonamento non utilizzato.  
.
© www.merateonline.it - Il primo network di informazione online della provincia di Lecco