Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione propri e di terze parti per le sue funzionalità e per servizi in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o se vuoi negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui. Proseguendo la navigazione nel sito, acconsenti all'uso dei cookie.
ACCETTA
  • Sei il visitatore n° 439.777.258
Vai a:
Il primo network di informazione online della provincia di Lecco
link utili
bandi e concorsi
cartoline
Scritto Mercoledì 12 gennaio 2022 alle 12:20

Paderno: è morto Vittorio Alberganti, era uno degli esperti di Naviglio e centraline


Vittorio Alberganti, primo a sinistra, con Luigi Gasparini e l'allora custode della Rocchetta Fiorenzo Mandelli

Era uno dei maggiori conoscitori dell'Adda e specialmente del Naviglio con le sue conche e le centrali. Con lui se ne va un pezzo di storia, fatta di studio e approfondimento, legata al territorio e alla sua conservazione. Vittorio Alberganti, 83 anni, nativo di Omegna, è morto questa mattina. Abitava a Bernareggio.

Alberganti durante una serata con la proloco di Paderno

Ex dirigente Enel grazie all'esperienza e alla conoscenza maturate negli anni si era dato da fare per il recupero delle centraline e con Vittorio Alberganti aveva scritto un libro unico nel suo genere sull'archeologia industriale "Le centraline alle conche del Naviglio di Paderno d'Adda. Un sistema idroelettrico locale tra passato e futuro".

Foto con i vertici del Parco Adda Nord davanti allo Stallazzo

Persona molto attiva, curiosa e intraprendente si era messo a disposizione della comunità: era membro dell'associazione "Riapriamo i navigli", aveva collaborato per la realizzazione dell'Ecomuseo di Leonardo di cui era consigliere rappresentante delle associazioni, è stato vice presidente della proloco di Cornate d'Adda e esponente di quella di Paderno per cui aveva anche curato un corso per diventare "accompagnatori turistici" del fiume. E' stato anche socio della cooperativa Solleva che gestisce lo Stallazzo, che per tramite del suo ex presidente Luigi Gasparini ha voluto così ricordarlo. "La scomparsa di Vittorio è la scomparsa di un fratello della cooperativa di cui è stato sostenitore sin dalla prima ora. Insieme abbiamo portato avanti molte cause. Era una persona lucida, e capace, non disdegnava gli impegni pubblici, molto colto e disponibile. È stato il maestro degli attuali accompagnatori. Terminata la pandemia ci adopereremo per organizzare qualcosa in sua memoria".
I funerali si svolgeranno a Bernareggio.
S.V.
© www.merateonline.it - Il primo network di informazione online della provincia di Lecco