• Sei il visitatore n° 476.087.997
Vai a:
Il primo network di informazione online della provincia di Lecco
link utili
bandi e concorsi
cartoline
Scritto Martedì 11 gennaio 2022 alle 16:51

Olgiate: Stefano Timolina, il camminatore che regala pillole di felicità coi suoi video

In molti a Olgiate ormai lo riconoscono come "quello dei video" o "quello delle camminate", e per strada e sui social molti hanno cominciato a seguirlo. È la storia di Stefano Timolina, un uomo che per certi versi non avrebbe bisogno di presentazioni: fondatore del Gruppo ST (azienda specializzata nel settore artistico e produttivo legato alla televisione, al cinema e agli eventi), per anni ha lavorato nel mondo dello spettacolo, occupandosi di casting, produzioni e corsi.

Stefano Timolina durante una delle sedute di flebo

Quarantatré anni, originario di Sesto San Giovanni, Stefano ormai da nove anni abita a Olgiate Molgora, dove si è trasferito dopo aver sposato Claudia. Sempre nove anni fa Stefano, ai tempi in sovrappeso, ha deciso di iniziare a camminare per perdere i chili di troppo, soprattutto per contrastare la placca che gli era stata trovata sul collo. "Ho iniziato gradualmente, facendo solo pochi metri lungo la via, - ha spiegato - Poi ho cominciato a guardare i lampioni e ogni giorno cercavo di raggiungerne uno sempre più distante".

E così negli anni Stefano ha perso chili e ha trovato il suo peso forma ma nonostante questo ha continuato a camminare per Olgiate tutte le mattine. Nel marzo del 2021, proprio camminando, ha registrato il primo video che ha deciso di condividere nel gruppo Facebook "Sei di Olgiate se...", in cui mostrava alcuni sacchetti di plastica contenenti escrementi di cane abbandonati nel Parco del Curone, appellandosi al buonsenso delle persone. Un paio di giorni dopo è tornato sul posto e ha registrato un secondo video, dove, munito di guanto, dichiarava che delle sue stesse parole il bosco se ne fa ben poco, dunque ha raccolto i sacchetti e li ha buttati.

Da allora ha continuato a condividere video registrati durante le sue passeggiate, in cui lancia spunti di riflessioni e messaggi positivi, che i concittadini hanno mostrato di apprezzare. "La gente ha iniziato a scrivermi o a fermarmi per strada per ringraziarmi. Tutto è iniziato con il video degli escrementi del bosco, dove semplicemente ho fatto quello che era giusto fare".

Ma la positività che Stefano Timolina trasmette nei sui video ha radici ben più profonde. "Io sono una persona positiva di natura, nella vita ne ho passate tante e ho cercato di affrontare sempre tutto senza stare male, perchè non serve a niente. Nel 2008 mi hanno diagnosticato una patologia rarissima, la malattia di Gaucher, per cui ogni due settimane devo sottopormi a una flebo di farmaci". E proprio in uno degli ultimi video condivisi Stefano si è mostrato a letto, attaccato alla flebo, lanciando un messaggio dei suoi: "Nella vita non è mai ciò che ci succede che fa la differenza, ma come reagiamo a ciò che ci succede. Tenete sempre, costi quel che costi, il sorriso".

In un altro video invece Stefano ha paragonato la felicità a un muscolo da allenare. "Anche la felicità richiede un allenamento quotidiano". Dare valore a quello che si ha, non a quello che ci manca. "A Olgiate per esempio abbiamo la fortuna di avere il bosco qui a pochi passi, ed è gratis".
E così, sempre nella primavera del 2021, Stefano ha lanciato un appello, chiedendo se qualcuno volesse andare a passeggiare con lui, solo per il piacere di stare insieme, socializzare e stare in mezzo alla natura. "Avremo già fatto una ventina di passeggiate in compagnia, a volte addirittura in cinquanta persone. In base al gruppo decidiamo quanto camminare. Cinque, sette, dieci chilometri. È una cosa che fa bene a tutti, anche a me, perchè ci sono mattine in cui anche io mi sveglio e magari non ho la voglia di andare, e invece trovo il gruppo che mi aspetta e allora vado. Per questo devo ringraziare gli altri."

Stefano Timolina durante uno scherzo delle Iene all’amica Patrizia Rossetti

L'intenzione di Stefano è solo quella di trasmettere pensieri positivi alle persone, e di farlo gratuitamente, perché la salute, anche quella mentale, è la cosa più importante per lui. "Ci sono persone che hanno iniziato a indicarmi posti dove ci sono buche per strada o altri problemi, ma non è questo il messaggio che voglio lanciare. Non dobbiamo lamentarci se abbiamo una buca per strada, ma dobbiamo essere grati di avere una strada".

L'idea di Stefano per il 2022, oltre quella di continuare a camminare, sarebbe di organizzare in primavera una camminata di gruppo con un ospite vip.

E.Ma.
© www.merateonline.it - Il primo network di informazione online della provincia di Lecco