Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione propri e di terze parti per le sue funzionalità e per servizi in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o se vuoi negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui. Proseguendo la navigazione nel sito, acconsenti all'uso dei cookie.
ACCETTA
  • Sei il visitatore n° 438.387.585
Vai a:
Il primo network di informazione online della provincia di Lecco
link utili
bandi e concorsi
cartoline
Scritto Venerdì 31 dicembre 2021 alle 17:55

Grazie a associazioni e cittadini che hanno aiutato la comunità

Gentili Concittadini ed Amici

Sta per terminare un altro anno caratterizzato e condizionato dalla pandemia. Nonostante gli sforzi collettivi e le numerose prove di responsabilità alle quali non ci siamo sottratti, non è ancora stata debellata.

Nel 2020 abbiamo affrontato un nemico sconosciuto con mezzi poco efficaci, ma grazie alla ricerca, della quale dobbiamo fidarci, nel 2021 è stato messo a disposizione uno strumento che ci ha consentito di non esser nuovamente travolti: il vaccino contro il Covid 19.

I dati statistici ci indicano inequivocabilmente che le persone vaccinate possono contagiarsi, ma sviluppano la malattia in forma più tenue con basso rischio di ricovero ospedaliero e di morte.

Accettare la vaccinazione è un dovere civico e morale, un gesto d'amore per il prossimo, che deve essere accompagnato da una netta apertura mentale e culturale che possa portare anche i più diffidenti a non sottovalutare la scienza.
Sotto il profilo economico le riforme strutturali attuate dal Governo nel PNRR hanno alimentato un nuovo clima di fiducia. Così come i cittadini hanno dato prova di responsabilità dall'inizio della
pandemia anche la politica è chiamata ad essere responsabile, mettendo in campo misure sempre più concrete e non contraddittorie a favore dell'economia, del lavoro, della scuola, della salute e della cultura, interpretando le esigenze della società e delle famiglie.
Vale anche a livello locale, perché il buon esempio deve esser dato innanzitutto dalle Istituzioni più vicine al cittadino.

Un anno fa vi comunicavo la disponibilità a proseguire l'esperienza amministrativa avviata nel 2016. Lo straordinario consenso con il quale avete nuovamente riposto fiducia nella mia persona e nei componenti del gruppo Brivio Rinasce è motivo per proseguire la gestione del Comune con rinnovato impegno e con il senso di responsabilità citato poc'anzi.

L'anno che sta per concludersi si è caratterizzato, sotto il profilo amministrativo, dall'ultimazione di numerose opere pubbliche, dall'apertura di molti cantieri e dallo studio di una serie di ulteriori interventi che partiranno il prossimo anno e contribuiranno a proiettare Brivio in una moderna dimensione europea, con strutture pubbliche adeguate ed efficienti. Un doveroso riconoscimento di merito va a tutti i dipendenti del Comune, che hanno fatto squadra con gli amministratori per conseguire questi importanti obiettivi.

Una sempre maggior inclusione e coesione sociale ha consentito di non lasciare indietro nessuno. Rivolgo un sentito e riconoscente ringraziamento a tutti i gruppi, associazioni e singoli cittadini che hanno donato il proprio tempo ed i propri mezzi, anche economici, per aiutare chi si è trovato in difficoltà.

Nel 2021 molti giovani si sono avvicinati al Comune ed all'attività amministrativa mettendosi a disposizione della propria comunità. È stato nello stesso tempo positivo, incoraggiante e gratificante vedere ragazzi poco più che ventenni assumere un impegno così importante in un momento caratterizzato dalla disaffezione e dallo smarcamento dei cittadini dalla politica. Saranno gli amministratori del futuro, con il loro entusiasmo e la loro energia positiva coinvolgeranno altri giovani. Il nostro compito è sostenerli e guidarli giorno per giorno nella ricerca e nella costruzione del bene comune.

Insegnando loro che anche nella diversità di idee e di ruoli, ma con il rispetto di posizioni ed opinioni differenti, si deve sempre lavorare per costruire qualcosa si positivo per la collettività.

Rivolgo con grato animo un particolare augurio di buon anno ed ogni bene a tutti gli operatori sanitari ed al personale delle forze dell'ordine che prestano assidua e costante assistenza alle nostre comunità in un periodo così difficile, ed un pensiero alle famiglie di coloro che hanno donato da vita per salvare la nostra.
Abbiamo gli strumenti di competenza ed il giusto orgoglio per superare gli effetti negativi della pandemia e della crisi che ha alimentato. Usiamoli insieme con spirito collaborativo per ricostruire tutto ciò che è stato compromesso e far sì che il 2022 sia veramente un buon anno per noi, le nostre famiglie e l'Italia intera.

Auguri a tutti !

Federico Airoldi - sindaco di Brivio
© www.merateonline.it - Il primo network di informazione online della provincia di Lecco