• Sei il visitatore n° 474.818.802
Vai a:
Il primo network di informazione online della provincia di Lecco
link utili
bandi e concorsi
cartoline
Scritto Domenica 05 dicembre 2021 alle 10:51

Lecco: Palataurus, tre ore per la terza dose. Passano i non prenotati, a subire i vaccinati

Buongiorno, sono un cittadino di Paderno D’Adda, e ci tengo a segnalare alla Vostra Redazione una situazione particolarmente critica, verificatesi ieri sera sabato 4 dicembre a Maggianico.
Dopo aver regolarmente prenotato la terza dose il 18 novembre, mi reco regolarmente al centro vaccinale in oggetto, alle ore 18. Al mio arrivo è subito evidente caos e disordine. Mi metto in coda, e ci rimango 1 ora e 30 minuti, fermo, al freddo. Non è un disagio ingestibile, è più l’arrabbiatura della disorganizzazione. Quello che mi fa star male è vedere persone anziane lasciate al freddo dal poco e incurante personale sanitario presente. Ovviamente nessuno viene ad informare i presenti, tutti prenotati, men che meno a scusarsi o accertarsi che tutti stiano bene. Intorno alle 19:30 entro finalmente nel Palataurus, per rimanerci fino alle 21.
Parlando con il personale presente emerge cos’è accaduto: gli ingressi delle persone non prenotate (concesse solo le prime e seconde dosi) durante la giornata ha causato un ritardo complessivo, pagato da chi invece si era già vaccinato per tempo, e ovviamente prenotato ampiamente in anticipo.
È accettabile che dopo 2 anni di pandemia viviamo ancora situazioni di evidente leggerezza e disorganizzazione?
È accettabile che a pagare siano le persone vaccinate e responsabili?
Vi scrivo queste poche righe di denuncia perché credo la vicenda vada raccontata, per evitare situazioni simili in futuro.
Dimenticavo, nessuno si è preoccupato di far rispettare le elementari norme di sicurezza anti-contagio, esponendo le persone ad un potenziale rischio, proprio nel centro adibito alla prevenzione e controllo dei contagi.
Vorrei essere chiaro, il mio non è uno sfogo, ma una denuncia di una situazione non accettabile e potenzialmente pericolosa, che se ripetuta potrebbe a mio avviso minare la progressione del piano vaccinale del territorio.

Grazie per l’attenzione
Francesco Butti
© www.merateonline.it - Il primo network di informazione online della provincia di Lecco