Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione propri e di terze parti per le sue funzionalità e per servizi in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o se vuoi negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui. Proseguendo la navigazione nel sito, acconsenti all'uso dei cookie.
ACCETTA
  • Sei il visitatore n° 460.218.664
Vai a:
Il primo network di informazione online della provincia di Lecco
link utili
bandi e concorsi
cartoline
Scritto Sabato 04 dicembre 2021 alle 17:45

Airuno: troppi contagi tra i minorenni e il parroco chiude l'oratorio alla libera attività

L'oratorio di Airuno è tornato a essere chiuso alla libera fruizione. Ad annunciarlo è stato don Ruggero Fabris che, a fronte dell'aumento di casi di contagio e di quarantene soprattutto tra gli adolescenti, ha deciso di correre preventivamente ai ripari per scongiurare una ulteriore diffusione del virus.

Fino a ieri l'accesso all'oratorio era aperto a tutti previo utilizzo della mascherina, igienizzazione delle mani, regitrazione dei nominativo e orario di ingresso e uscita e mettendo in atto tutti i comportamenti previsti a tutela della salute. Da oggi non sarà più così. Resteranno aperte solo le attività che possono essere controllate in maniera serrata e puntuale da parte degli adulti. Dunque allenamenti e partite del gruppo sportivo e attività formative e di catechesi.
"Non voglio rischiare, ho preferito chiudere e consentire solo quei momenti dove ci sono degli adulti che possono verificare il rispetto di tutte le normative".
Dalla scorsa settimana, infatti, due classi della scuola media, una cinquantina di alunni dunque, sono in quarantena a causa del contagio di un ragazzo. Una situazione ch eè andata peggiorando nel corso delle ultime settimane un po' ovunque e che ha portato tanti sindaci ad adottare anche misure più restrittive come l'utilizzo della mascherina anche nei luoghi aperti specie se affollati.
© www.merateonline.it - Il primo network di informazione online della provincia di Lecco