Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione propri e di terze parti per le sue funzionalità e per servizi in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o se vuoi negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui. Proseguendo la navigazione nel sito, acconsenti all'uso dei cookie.
ACCETTA
  • Sei il visitatore n° 438.425.385
Vai a:
Il primo network di informazione online della provincia di Lecco
link utili
bandi e concorsi
cartoline
Scritto Domenica 28 novembre 2021 alle 09:43

Corso indirizzo elettronico attivato al Viganò. Giornata di orientamento in ''Techonprobe''

Si è tenuta sabato 27 novembre, presso la sede di Technoprobe a Cernusco Lombardone, la giornata di orientamento per il nuovo Corso a indirizzo Elettronico attivato presso l'Istituto Tecnico Statale F. Viganò di Merate.



L'open day, che rientra nell'ambito del programma di orientamento in ingresso previsto dall'Istituto per i giovani delle classi terze delle scuole secondarie di primo grado, accompagnati dai genitori, ha visto affluire circa 130 persone interessate alla nuova proposta formativa nata su sollecitazione di alcune imprese del territorio, fra cui Technoprobe, delle quali si è fatta portavoce anche Confindustria Lecco e Sondrio.
"L'Istituto Viganò, presente da molti anni nel territorio meratese, ha da sempre mantenuto vivo il rapporto con le imprese locali, cercando di adeguare e migliorare la propria offerta formativa" - spiega il Dirigente Scolastico Manuela Campeggi. "La stretta collaborazione con le aziende - continua la professoressa Campeggi - ci permette di seguire da vicino l'evoluzione di un'economia da sempre dinamica e brillante, improntata all'innovazione e spesso pioniera rispetto al resto del Paese e ci consente di comprendere come queste trasformazioni ricadranno sul futuro occupazionale dei nostri studenti. L'ultima di queste trasformazioni sta portando al rapido sviluppo di importanti imprese operanti nel settore della microelettronica che hanno difficoltà nel reperire personale altamente specializzato ed immediatamente disponibile all'ingresso nel mondo del lavoro. Non esistendo nel Meratese nessun Istituto a indirizzo elettronico, abbiamo pensato di attivare tale indirizzo nella nostra Scuola a completamento degli indirizzi di Informatica e Grafica già attivati per il settore tecnologico. Ciò ci consentirebbe di diventare punto di riferimento per la formazione di figure professionali atte a soddisfare le richieste del settore, godendo del forte sostegno dalle imprese del territorio, che si sono dichiarate disponibili a dar vita a forme di partenariato, fornendo supporto attraverso consulenze, la messa a disposizione di laboratori e permettendo agli studenti di svolgere esperienze di alternanza scuola lavoro mirate. Tutto ciò consentirebbe ai ragazzi interessati di incontrare rapidamente il mondo del lavoro, ma anche di avere una specifica ed approfondita preparazione per il percorso universitario".
"Nell'ambito della ricerca di profili tecnici e di skill specifiche - commenta il Presidente di Confindustria Lecco e Sondrio, Lorenzo Riva - diverse imprese associate ci hanno segnalato l'esigenza di inserire in organico giovani tecnici diplomati con competenze nell'area elettronica, particolarmente difficili da reperire. Una ricognizione in merito all'offerta formativa degli istituti secondari di secondo grado presenti in provincia di Lecco ha evidenziato che il numero di diplomati è insufficiente a soddisfare le esigenze del nostro sistema produttivo. Per questo motivo abbiamo sostenuto la nascita del nuovo indirizzo di studi, utile a sostenere la crescita delle aziende e un'opportunità per i giovani che potranno acquisire competenze altamente spendibili nel mondo del lavoro".

"Per un'azienda come la nostra, che è cresciuta molto e continuerà a crescere nei prossimi anni, la collaborazione con il mondo scolastico e della formazione in genere non è solamente un'opportunità ma è anzi un obbligo" - evidenzia Roberto Crippa, General Manager di Technoprobe. "Aiutare le istituzioni e il territorio a potenziare la propria offerta formativa - prosegue Roberto Crippa - significa dare più opportunità e consapevolezza alle nuove generazioni che sono il cuore delle nostre comunità. Mai come oggi e mai come nel nostro territorio la competenza tecnica è diventata tanto preziosa e ricercata quanto rara. Lavorare tutti assieme per aumentare il numero e la qualità di queste competenze è diventato vitale per le aziende e strategico per la nostra popolazione. È per questo che siamo entusiasti della nascita del nuovo profilo di elettronica dell'Istituto Viganò di Merate e soprattutto di poter contribuire al suo sviluppo. Ci auguriamo che sia solo la prima di una serie di iniziative che possano dare nuova linfa vitale ad una terra come la nostra che ha un grande passato nella meccanica e un grandissimo presente e futuro nell'elettronica".
"Con il processo di innovazione innescato da Industry 4.0 - evidenzia il Direttore Generale di Confindustria Lecco e Sondrio, Giulio Sirtori - anche le competenze dell'ambito interessato dal nuovo indirizzo diventeranno di importanza sempre più strategica per le imprese della nostra provincia e, in particolare, dell'area della Brianza Meratese che ospita un numero significativo di imprese del settore elettronico. Le possibilità di ulteriore sviluppo di questo tessuto industriale, che è patrimonio significativo per l'intero territorio, necessita di skill specifiche e quindi anche di un sistema di istruzione tecnica coerente con i profili professionali maggiormente richiesti".
"Finalmente oggi tutti stanno aprendo gli occhi su come i diplomi negli indirizzi tecnici non solo possano avviare agli studi universitari - sottolinea invece Livio Lamparelli, HR Director di Technoprobe - ma siano soprattutto ricercatissimi dal mondo del lavoro. Le aziende, soprattutto in un territorio produttivo fertile come il nostro, hanno tantissimo bisogno di diplomati con competenze tecnologiche e sono in grado di offrire loro importanti e prestigiosi percorsi di carriera. Un luogo comune da sfatare è che siano studi adatti solo ai maschi: in Technoprobe abbiamo 31% di personale femminile, anche in ruoli di rilievo della ricerca e sviluppo. Technoprobe Italia ha assunto solo nel 2020, anno pandemico, più di 500 persone e una parte dominante di questi sono diplomati in indirizzi tecnici. Nei prossimi anni i nostri numeri saranno ancora più importanti e vogliamo trovare nel nostro territorio i protagonisti di Technoprobe di domani".
© www.merateonline.it - Il primo network di informazione online della provincia di Lecco