Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione propri e di terze parti per le sue funzionalità e per servizi in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o se vuoi negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui. Proseguendo la navigazione nel sito, acconsenti all'uso dei cookie.
ACCETTA
  • Sei il visitatore n° 429.858.371
Vai a:
Il primo network di informazione online della provincia di Lecco
link utili
bandi e concorsi
cartoline
Scritto Martedì 09 novembre 2021 alle 11:48

Riva (Confindustria): sui trasporti eccezionali norme da rivedere

Il presidente Lorenzo Riva
Desta preoccupazione anche sul nostro territorio l'approvazione definitiva del DL "trasporti e infrastrutture", con cui sono state apportate modifiche alla disciplina del codice della strada sui trasporti eccezionali.
"Si tratta di interventi che avranno impatti negativi importanti su molti settori manifatturieri: le modifiche introdotte riducono le attuali configurazioni dei carichi per assi e per limiti di massa, che da tempo rappresentano uno standard - evidenzia il Presidente di Confindustria Lecco e Sondrio, Lorenzo Riva - generando aggravi di costi, e allungamento dei tempi di consegna, con la redistribuzione su due o più mezzi ordinari di quello che è il carico di un trasporto speciale secondo i parametri attuali".
"Un controsenso in un momento nel quale la ripresa, sulla quale incidono già negativamente i prezzi delle materie prime e quelli dell'energia continuamente in salita, andrebbe sostenuta" - aggiunge Lorenzo Riva. "Questo per quanto attiene il sistema produttivo, ma ci sono ripercussioni anche dal punto di vista dell'impatto sull'ambiente e sul traffico, ai quali non giova certamente un aumento dei mezzi di trasporto in circolazione".
"Invece di introdurre modifiche che gravano sul sistema produttivo, sarebbe opportuno concentrarsi maggiormente sullo sviluppo e la messa in sicurezza delle infrastrutture italiane che da anni pagano il peso della trascuratezza" - conclude Lorenzo Riva.
Il Presidente Riva si unisce quindi all'appello di Confindustria che chiede "al Governo e al Parlamento di procedere all'immediata soppressione della norma sui trasporti eccezionali che riporti la disciplina alla sua formulazione attualmente in vigore".
.
© www.merateonline.it - Il primo network di informazione online della provincia di Lecco