Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione propri e di terze parti per le sue funzionalità e per servizi in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o se vuoi negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui. Proseguendo la navigazione nel sito, acconsenti all'uso dei cookie.
ACCETTA
  • Sei il visitatore n° 389.886.732
Vai a:
Il primo network di informazione online della provincia di Lecco
link utili
bandi e concorsi
cartoline
polveri sottili
Valore limite: 50 µg/mc
indice del 15/04/2021
Merate: 17 µg/mc
Lecco: v. Amendoa: 11 µg/mc
Lecco: v. Sora: 10 µg/mc
Valmadrera: 11 µg/mc
Scritto Venerdì 15 luglio 2011 alle 22:36

Casargo: droga occultata nella stampante del PC. In manette un 19enne operaio incensurato

Aveva occultato la droga all'interno di una stampante in disuso, nella speranza di eludere gli eventuali controlli. A scoprire nell'abitazione di un 19enne a Crandola Valsassina un piccolo laboratorio per lo spaccio sono stati i carabinieri della compagnia di Lecco, coordinati dal capitano Francesco Motta, che nelle ultime ore hanno concluso una brillante operazione antidroga. Proprio grazie alla presenza costante dei militari, meno di un mese fa i carabinieri della stazione di Casargo, coordinati dal Mar. Ca. Luigi Taricco, avevano trovato all'interno di un appartamento una piantagione di canapa indiana, arrestando un giovane pregiudicato per coltivazione e detenzione ai fini di spaccio di sostanza stupefacente. L'attività di monitoraggio del fenomeno da parte dei militari dell'arma di Casargo è proseguita, portando nei giorni scorsi ad intensificare e avviare serrate indagini per individuare i presunti spacciatori. Proprio seguendo la pista che vedeva protagonisti alcuni giovani fermati e trovati in possesso di dosi di hashish i militari sono giunti a un giovane operaio 19enne di Casargo, denunciato all'autorità giudiziaria di Lecco. Nella mattinata di ieri, i militari si sono recati nell'abitazione del giovane, rinvenendo nella camera da letto, precisamente nella stampante, un panetto di hashish del peso di circa 70 grammi, oltre a 10 confezioni di droga del peso di 1 grammo ciascuna, pronte per lo spaccio. Rinvenuto anche un bilancino di precisione, un coltello utilizzato per tagliare lo stupefacente, nonché la somma di oltre 700 euro, in banconote di piccolo taglio, custodite all'interno di un portafoglio ben occultato, probabilmente derivanti dall'attività di spaccio. Il tutto, rinvenuto a seguito di una prolungata e minuziosa perquisizione, è stato posto sotto sequestro. A finire in manette A.P., operaio incensurato di Casargo, trasferito successivamente presso la stazione carabinieri di Casargo dove, a conclusione degli accertamenti, è stato dichiarato in stato di arresto per detenzione ai fini di spaccio di sostanza stupefacenti ed associato presso la casa circondariale di Lecco a disposizione dell'autorità giudiziaria.
C.C.
© www.merateonline.it - Il primo network di informazione online della provincia di Lecco