Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione propri e di terze parti per le sue funzionalità e per servizi in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o se vuoi negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui. Proseguendo la navigazione nel sito, acconsenti all'uso dei cookie.
ACCETTA
  • Sei il visitatore n° 429.773.729
Vai a:
Il primo network di informazione online della provincia di Lecco
link utili
bandi e concorsi
cartoline
Scritto Giovedì 14 ottobre 2021 alle 09:07

W l'Italia

L' Italia siamo noi, storia breve.

Piccolo condominio, riunione annuale: l' amministratore propone di ritinteggiare facciata e balconi "perchè tanto il 90% lo paga Pantalone" grazie al bonus facciate.

Il 100% dei condomini esplode in piedi applaudendo fragorosamente "é un bel direttore!" e fregandosi le mani (con la stessa espressione di Fantozzi quando la Signorina Silvani gli faceva le boccucce) approva all' unanimità un "preventivo" fatto su carta igienica con cifre messe a caso, senza una quantità specificata e con massimali di cui si fa garante il "Gran. Comm. Enorm. Figl. di Putt. Dott. Ing. Baramban".

"Tanto alle Entrate chi ca**o controlla?"* (*la responsabilità di eventuali illeciti sta sempre in capo al committente = Fantozzi, 😉)

400.000 euro e rotti per tinteggiare nemmeno 1000mq di superficie che fanno quasi 500 euro al mq per una rullata e 100mq di piastrelle nuove sui balconcini; dieci volte il prezzo massimo di mercato a Milano San Babila, quindici volte il prezzo che pagherebbe "il buon padre di famiglia" ad un imbianchino volonteroso ed onesto, 30 volte di più del costo vivo reale andando al colorificio e rullando in proprio.
Ma dato che i condomini pagano solo il 10% va bene così, a tutti.

10 appartamenti che non fanno 80mq di facciata ciascuno a 40.000 euro/cad.
Due garzoni, due mesi di lavoro scarsi, 15.000 euro di ponteggio e 10.000 di materiali = QUATTROCENTOMILA euro di fattura (di cui 360.000 offerti da voi, da me, da noi).

3% di provvigione sull' importo totale all' amministratore per compenso su opere straordinarie (quasi 10.000 euro per presentare il gatto e la volpe ai Pinocchio di turno) ed una certa riconoscenza da parte del Gatto e della Volpe medesimi all' azzeccagarbugli medesimo per avergli favorito cotanta assistenza.

E già che ci siamo tamponi gratis a chi è scettico, 500 euro a chi vuole cambiare la Graziella montandoci le Duracell e 100 euro per cambiare la TV che puoi guardare grazie ai 780 euro al mese.

Poi le imprese chiudono, i giovani non trovano lavoro e chi paga le tasse non arriva alla fine del mese.

L' Italia siamo noi.

Un lettore
© www.merateonline.it - Il primo network di informazione online della provincia di Lecco