• Sei il visitatore n° 495.931.489
Vai a:
Il primo network di informazione online della provincia di Lecco
link utili
bandi e concorsi
cartoline
Scritto Giovedì 30 settembre 2021 alle 09:30

''Brivio Rinasce'' con volti nuovi e già noti punta alla riconferma di Federico Airoldi

Non è stata una presentazione "statica" - come ha introdotto il candidato sindaco Federico Airoldi, primo cittadino uscente dal quinquennio di amministrazione comunale - quella della lista civica "Brivio Rinasce". Dopo aver ringraziato tutte le persone che hanno lavorato sodo in questi cinque anni per far funzionare, bene, la macchina comunale, Airoldi ha incoraggiato - martedì 28 settembre, presso la Biblioteca comunale - i componenti della sua squadra a fornire una breve presentazione di sé, del perchè hanno scelto di candidarsi e degli ambiti di cui desiderano occuparsi per i prossimi cinque anni. Rivolgendosi poi al pubblico presente ha detto, "quello che leggete nell'opuscolo del programma elettorale nasce da una condivisione di idee da parte di ogni componente della lista, che sono poi state attribuite nelle varie aree di competenza e funzionamento dell'ente".

Il candidato sindaco Federico Airoldi

Sono in tutto 14 i componenti della lista "Brivio Rinasce" tra cui fanno capolino ben 7 new entry 3 delle quali under 30, con grande orgoglio da parte di Airoldi che ha molto apprezzato la volontà delle giovani leve di mettere a disposizione idee, tempo e impegno a favore del proprio paese. Man mano che i candidati si presentavano venivano sviscerati i vari ambiti di intervento. Si è presentata per prima Beatrice Mandelli, nuova alla politica, referente amministrativo Asst di Lecco che tra qualche mese raggiungerà i requisiti pensionistici e sarà pronta a dedicare "corpo e anima" al suo paese. Vista anche la lunga formazione dalla quale proviene, per lei è fondamentale avere "cuore e mente" aperti al prossimo. I suoi capisaldi sono il bene comune, la messa al centro della persona e l'ascolto del cittadino senza lasciare spazio a "orgoglio e bramosia" delle onorificenze.
Con questo incipit si capisce bene che il suo ruolo all'interno dell'amministrazione comunale si avvicina a un compito che sia prettamente legato al sociale e alla salvaguardia del bene comune. 
Tra gli under 30 si è presentata per prima Francesca Fumagalli, nuova leva, 27 anni. È un avvocato. Il senso civico scaturito in gran parte grazie anche al ruolo professionale che svolge quotidianamente la avvicina al ramo delle politiche sociali e della loro salvaguardia. Crede infatti sia necessario avere sensibilità di fronte alle problematiche del cittadino, non sottovalutando il disagio sociale ma puntando a prevenirlo, proprio perché causa di divergenze all'interno della comunità. La sua proposta, in una realtà piccola quale quella di Brivio, è quella di sapere intervenire prontamente, se non per risolvere, perlomeno per attenuare. I principali ambiti nel quale intende intervenire sono l'assistenza agli anziani e alle persone fragili (teleassistenza) con servizi che permettano di raggiungere un invecchiamento attivo. Per i giovani gli interventi principali riguardano la formazione, anche dal punto di vista legale, come arma di prevenzione, per esempio, alle condotte illecite. Per le persone con disabilità si è pensato allaistituzione di un punto di assistenza dedicato alle famiglie.

 

E' stato poi il turno di Alex Novati, 25 anni, ingegnere energetico. L'ambito del quale intende occuparsi è principalmente quello della salvaguardia della flora e della fauna e la delega alla quale ambisce è quella di caccia-pesca - non a caso è anche membro dell'associazione Pescatori Sportivi di Beverate - dove intende dare un supporto positivo e portare delle migliorie in vista anche degli spiacevoli episodi di moria di pesci avvenuti in diversi punti del fiume Adda. A concludere il trio di giovanissimi c'è Elisa Rossi, anche lei ingegnere, questa volta civile-ambientale. Figlia del già vicesindaco Marco Rossi durante il mandato di Ugo Panzeri, tra le sue passioni rientra quella sportiva. Ha praticato per diversi anni atletica a livello agonistico e questo la spinge a impegnarsi ulteriormente nella promozione e nell'innovazione delle diverse tipologie di sport per il suo paese. Ha in progetto di portare nuove manifestazioni sportive e ampliare la festa dello Sport, proprio per portare in luce discipline meno convenzionali rispetto, per esempio, al calcio, ma che meritano di essere valorizzate. Al tempo stesso non vuole rinunciare a mostrare il proprio apporto in ambito urbanistico e dei lavori pubblici, nel quale si ritrova perfettamente in linea visto il curriculum universitario. Ha a cuore in particolare la realizzazione delle ciclopedonali per collegare le varie aree esterne al paese, tra cui la frazione di Beverate con il centro. Proseguendo con le new entry c'è Massimiliano Riva, che dopo due mandati come consigliere di minoranza ha cambiato casacca. È un perito elettronico ma si occupa della gestione di una galleria d'arte. Ha due figli, e questo è il motivo principale che lo spinge a continuare il proprio impegno in politica, dedicandosi in modo particolare al miglioramento del futuro scolastico.

 

Sulla stessa onda si trova Soili Artati, anche lei nuova in lista, libera professionista, con tre figli. Al primo posto, anche per lei, c'è l'educazione scolastica. Ha intenzione di impegnarsi nel miglioramento dell'offerta di attività di pre e post scuola, così come qualsiasi altra iniziativa che possa servire per la crescita dei ragazzi. 
A chiudere il gruppo dei "nuovi" c'è il pensionato, Emanuele Toccagni, volto noto in paese perché attivo come volontario della Pro Loco e particolarmente sensibile alle tematiche del rispetto ambientale e dell'educazione civica. Crede fortemente nell'importanza di divulgare e informare i giovani al rispetto dell'ambiente per renderli dei buoni ed educati cittadini del domani. Si candida non con l'ambizione di risolvere i problemi ma semplicemente perché ama Brivio e crede fortemente nel poter rappresentare un valido contributo al suo miglioramento. 
Passiamo ora alle personalità già note che hanno caratterizzato il volto dell'amministrazione briviese del precedente mandato. A ricandidarsi è la ragioniera Roberta Agostoni che durante questi cinque anni si è occupata di bilancio. Nel riconfermare il suo impegno a continuare quanto fatto finora ha tenuto a rivolgere un ringraziamento particolare all'attuale sindaco Airoldi. Anche l'assessore in carica Marco Maggi, assicuratore e promotore finanziario, ha ringraziato tutta la squadra per l'impegno profuso. Avendo ricoperto il ruolo di assessore all'Ecologia all'Ambiente, Volontari e Viabilità, crede che con umiltà si possa continuare a migliorare il lavoro che svolge l'assessorato e ottenere ulteriori risultati.  
Ad averne tratto un'esperienza, a suo dire "fantastica", è anche il vicesindaco Lorenzo Mazzoleni. Spinto a ricandidarsi non solo per l'amicizia e la sinergia creatasi con il gruppo, che hanno permesso di svolgere un ottimo lavoro, ma anche perché è nuovamente pronto a spendere le sue energie nell'ambito dei lavori e delle opere pubbliche che nel corso dello scorso mandato hanno visto, nonostante le scarse risorse, piena priorità all'edilizia scolastica e ai ragazzi. È certo che, se riconfermati, si potranno portare a termine tanti altri obiettivi vista la schiera di persone capaci con un alto bagaglio culturale alle spalle.

In linea con la soddisfazione espressa anche l'assessore in carica Enrico Vavassori, imprenditore e padre di due figli. Per lui la priorità è proseguire con il lavoro iniziato cinque anni fa: prima fra tutte la riqualificazione del centro sportivo. Anche per lui le new entry rappresenteranno un grande apporto di energie e di nuove idee al gruppo. Anche il geometra Stefano Guarneroli, con delega al verde e all'arredo urbano, ha raggiunto tante soddisfazioni personali nel corso del mandato. Questo lo ha spinto a ricandidarsi per spendersi nuovamente in un ambito che ha a cuore, quale è l'ambiente, e continuare a contribuire al suo miglioramento. Non a caso uno dei punti più ambiziosi che si leggono all'interno degli ambiti di intervento è proprio quello di trasformare Brivio in una cittadina sempre più innovativa, più green, e più smart. 
A chiudere ufficialmente le presentazioni è stata Emanuela Airoldi (fuori lista, dunque non votabile), che se verrà riconfermata, ha già assegnato il ruolo di assessore esterno. È l'attuale consigliere con delega alla Cultura, e l'intenzione è quella di proseguire sulla stessa riga del mandato precedente. Dare nuovamente rilievo agli eventi culturali che hanno particolarmente risentito a causa dell'emergenza sanitaria, e valorizzare sempre di più il paese "stupendo" che è Brivio. Per portare avanti uno dei punti forti della prossima amministrazione, se eletta, ossia la promozione del territorio, vi è infatti la scelta di istituire un apposito assessorato, capitanato dalla stessa Airoldi, che "si occuperà di sviluppare progetti e manifestazioni di altissimo livello che porteranno Brivio ad affermarsi come leader in ambito provinciale e regionale nel campo della cultura, degli spettacoli e degli eventi, forti della attrattività del sistema paese-fiume".

Appuntamento dunque alle urne per domenica 3 e lunedì 4 ottobre, con spoglio delle schede a partire dal pomeriggio e poi proclamazione della squadra vincitrice che guiderà il paese per i prossimi cinque anni.

PER VISUALIZZARE IL PROGRAMMA CLICCA QUI

F.Fu.
© www.merateonline.it - Il primo network di informazione online della provincia di Lecco