Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione propri e di terze parti per le sue funzionalità e per servizi in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o se vuoi negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui. Proseguendo la navigazione nel sito, acconsenti all'uso dei cookie.
ACCETTA
  • Sei il visitatore n° 420.233.485
Vai a:
Il primo network di informazione online della provincia di Lecco
link utili
bandi e concorsi
cartoline
Scritto Martedì 28 settembre 2021 alle 15:53

Ventrice sul lago: minoranza divisa, un’occasione persa

Carissimo Direttore,
ieri sera dopo tanto tempo finalmente ho potuto assistere al consiglio comunale in presenza, c'era poca gente, ma ti assicuro che la serata non è stata per niente noiosa, anzi sono rimasto allibito, soprattutto nell'ultimo punto all'ordine del giorno che era il nuovo piano integrato della riserva del Lago di Sartirana, ora senza entrare nel giudizio tecnico del piano, ho assistito ad uno scontro tutto interno alla minoranza che andava assolutamente evitata con una riflessione politica più attenta. Era l'occasione per mettere in difficoltà la maggioranza divisa sul documento del piano presentato. Era chiaro fin dall'inizio del consiglio comunale che le assenze del consigliere Tamandi e del vicesindaco Procopio non fossero in linea con l'assessore all'ecologia Robbiani, e cioè una delle anime di questa maggioranza. Ripeto il centrosinistra al posto di cogliere l'occasione cosa fa ? Si mette a battibeccare al proprio interno e per giunta uno dei due (Alessandro Pozzi...ndr) fa un elogio all'assessore Robbiani, il personaggio che prima da consigliere poi da Sindaco e adesso da assessore ha detto peste e corna del centrosinistra. Veramente mi sono cascate le braccia per non dire altro. Voglio aggiungere a questa mia considerazione che già non poco tempo fa questa minoranza ha rischiato di dividersi nella famosa questione di Retesalute e bene ha fatto l'amico Aldo Castelli a non cedere alle sirene del PD di votare alla liquidazione della azienda; che come tutti sanno, oggi sulla vicenda regna la totale confusione e ancora non si sa dove si andrà a parare. Detto questo è bene che si apra una sana discussione sia nella attuale minoranza sia nelle figure e forze che credono al cambiamento vero di questa città. Le risorse non mancano, la città ha tutte le potenzialità per volare più alto. Se questo dibattito non dovesse aprirsi saremo destinati a stare all'opposizione per altri vent'anni. Con cordialità

 

Giacomo Ventrice - Italia Viva Merate
© www.merateonline.it - Il primo network di informazione online della provincia di Lecco