Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione propri e di terze parti per le sue funzionalità e per servizi in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o se vuoi negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui. Proseguendo la navigazione nel sito, acconsenti all'uso dei cookie.
ACCETTA
  • Sei il visitatore n° 429.151.042
Vai a:
Il primo network di informazione online della provincia di Lecco
link utili
bandi e concorsi
cartoline
Scritto Domenica 19 settembre 2021 alle 12:54

Imbersago: la prima Pedaladda ''mortificata' dal maltempo ma l'entusiamo è alto


Le condizioni meteo, per nulla favorevoli, hanno impedito alla prima edizione della PedalAdda di mostrare il meglio di sè. L'iniziativa organizzata dal Parco Adda Nord in collaborazione con il museo del Ciclismo del Ghisallo ha preso il via questa mattina presso il parcheggio dell'area polifunzionale di Imbersago. Un giro in bicicletta di 36 km lungo l'alzaia dell'Adda, fino a raggiungere Pescate (e ritorno), per permettere a frequentatori abituali, e non, dei paesaggi del Lecchese di riscoprirne le sue bellezze, in sella alla bicicletta, pedalando a ridosso del fiume.

La presidente del parco Francesca Rota e il sindaco Fabio Vergani

A fare gli onori di casa, è arrivato, questa mattina intorno alle 8, il sindaco Fabio Vergani in sella alla sua mountain bike, che insieme alla presidente del Parco Adda Nord, Francesca Rota, al vice Alessandro Chiodelli, e al consigliere Paolo Mauri, hanno inaugurato la partenza del percorso. Di certo la paura di ritrovarsi nel bel bezzo di un temporale ha fatto da deterrente per molti, ma non per tutti. Diversi partecipanti si sono timidamente avvicinati alle linee di partenza e muniti di zaino e k-way hanno sfidato i grigi nuvoloni che spuntavano minacciosi in direzione di Lecco.

Ma il morale è rimasto alto e la soddisfazione per la bella iniziativa si è fatta sentire, a partire proprio dalla presidente Rota, che ne ha rimarcato il valore soprattutto a livello di promozione del territorio, "L'idea era quella di far conoscere anche alle persone che non frequentano abitualmente le nostre zone il territorio che costeggia l'alzaia dell'Adda, ma non solo. Il Parco Adda Nord ha infatti in serbo molto altro da regalare ai suoi visitatori, "come lo sport, la cultura, le centrali, e sfruttare l'idea della "pedalata", non competitiva e pensata anche per le famiglie, era un buon modo per unire entrambe le cose" ha proseguito Rota sottolineando l'importanza della collaborazione con il museo del Ghisallo e rivelando che quella di oggi sarà soltanto la prima edizione di una lunga serie - "La giornata è quella che è ma l'idea è certamente quella di riproporla".

Primo a sinistra il consigliere Paolo Mauri

Dello stesso parere anche Paolo Mauri, consigliere del Parco Adda Nord addetto alla promozione del territorio, e mente indiscussa dell'iniziativa, "vorrei ringraziare tutti i volontari che hanno svolto un grosso lavoro facendo diversi sopralluoghi e che oggi sono a presidiare e fornire indicazioni in vari punti del percorso" - ha comunicato passando poi agli elogi nei confronti del consiglio di amministrazione del Parco che si è mostrato particolarmente coeso e dell'attiva risposta giunta da parte della amministrazioni - "che si sono dimostrate particolarmente attente e propense a supportare un'iniziativa di promozione del territorio" - ha concluso con soddisfazione rivolgendosi al primo cittadino Vergani. Il quale non ha fatto che confermare quanto espresso da Mauri, "riconosco nella nuova gestione un ruolo attivo di promozione del territorio, nel far vedere che il Parco Adda Nord c'è, e c'è per i suoi cittadini" ha detto il sindaco lanciando la proposta di candidare anche per il prossimo anno Imbersago come punto di partenza, "in fondo siamo proprio nel mezzo" ha esordito con simpatia, prima di lasciare l'area della Polifunzionale in sella alla sua bici e imbattersi nell'itinerario lungo l'alzaia.

F.Fu.
© www.merateonline.it - Il primo network di informazione online della provincia di Lecco