• Sei il visitatore n° 496.076.995
Vai a:
Il primo network di informazione online della provincia di Lecco
link utili
bandi e concorsi
cartoline
Scritto Sabato 18 settembre 2021 alle 18:40

Cernusco: Gennaro Toto si presenta con la squadra di IFNC. 7 ambiti di intervento

Incerta fino all'ultimo a causa delle condizioni meteo, la presentazione della lista "Identità e Futuro Nostro Cernusco" è avvenuta nella serata di giovedì 16 settembre, non all'aperto ma in sala civica. Diverse persone hanno potuto rimanere all'esterno, ascoltando dalle casse predisposte. A presentarsi per primo al pubblico è stato il candidato sindaco Gennaro Toto, nato nel 1973 e residente a Cernusco Lombardone da quando ha 30 anni. Si occupa di sistemi di remotizzazione nell'ambito industriale e militare. Nel 2013 ha allenato la squadra dei pulcini di calcio a Cernusco. Nel mondo scolastico del paese, è socio dell'asilo Ancarani e membro del Consiglio d'Istituto dell'IC "Bonfanti e Valagussa". È volontario della Protezione civile di Cernusco Lombardone. Ma soprattutto in chiave politica è capogruppo di IFNC in Consiglio comunale. "Noi come gruppo siamo già soddisfatti di quello che abbiamo fatto, ma sono convinto che con il vostro aiuto potremo fare molto molto di più" ha esordito Toto. Il programma per il prossimo mandato è cittadino-centrico, ha ribadito il consigliere comunale. I vari punti sono stati snocciolati dai candidati che compongono la sua squadra.

Da sinistra Renata Valagussa, Pietro Santoro, Fabio Riboldi, Antonio De Luca, Gerardo Biella, Monica Vanoli, Gennaro Toto, Daniela Fiocchi, Fabio Bonanomi, Alberto Gatti, Angela Nava, Andrea Passavanti, Giovanna Mandelli

Sono sette le aree di intervento su cui agire, per Identità e Futuro Nostro Cernusco. Durante la presentazione è stato più volte citato il PNRR, le cui risorse sarebbe al centro delle fonti di finanziamento del programma. Sul fronte della sicurezza è intervenuta l'avvocato Daniela Fiocchi, difensore d'ufficio. Quest'anno ha frequentato il corso per giudice al tribunale dei minori, incarico per cui presenterà domanda. Per contrastare la micro-criminalità si propone di aumentare la rete di videosorveglianza e il sistema di illuminazione pubblica nei punti più sensibili. Fiocchi ha considerato necessario l'implementazione dei pattugliamenti della Polizia locale sulle strade, delegando la parte burocratica ad altri uffici comunali. Dunque maggiore presidio del territorio, anche tramite il miglioramento del Controllo del Vicinato. Sono stati poi proposti corsi di sensibilizzazione e formazione per gli agenti di PL e per i cittadini sui conflitti familiari, stalking e maltrattamento dei minori. In quest'ottica si vorrebbe costituire uno Sportello di conciliazione dei conflitti con l'ausilio della Polizia locale. "Pensiamo a una tutela a 360 gradi, che va dalla protezione dei cittadini alla prevenzione della micro-criminalità al maggior controllo del territorio" ha dichiarato l'avvocato.

Sul tema della partecipazione è intervenuta l'attuale consigliera Renata Valagussa, docente in pensione. Forte del suo passato da assessore ai Servizi sociali dal 1997 al 2001 (ma era entrata nell'amministrazione già nel 1993), ha assicurato che IFNC se governerà Cernusco non taglierà i servizi, semmai li implementerà. Per far dialogare le associazioni verrebbe istituita una Consulta ad hoc, che sarebbe una sorta di cabina di regia per armonizzare le attività che i sodalizi propongono in paese. Per un maggior coinvolgimento della cittadinanza, verrebbe riservata una quota del bilancio comunale per progetti destinati e scelti dalla comunità, dando forma così al cosiddetto bilancio partecipativo. IFNC propone poi l'iniziativa "Un caffè con la Giunta" per tastare i problemi di Cernusco, rione per rione. Il gruppo lavorerà per mantenere i servizi offerti da Retesalute e i rapporti con l'azienda ospedaliera. Durante il mandato si lavorerebbe per creare una linea di trasporto dalla stazione ferroviaria all'ospedale di Merate.

Le idee sullo sviluppo sostenibile sono state presentate dall'ingegnere Andrea Passavanti, alpino e volontario della Protezione civile di Cernusco. Nella vita opera nel campo della misurazione dell'energia in ambito industriale.

 

Il candidato sindaco Gennaro Toto

Altro nucleo tematico è lo sviluppo sostenibile da praticare attraverso il mantenimento del patrimonio arboreo, l'incremento della raccolta differenziata e la progettazione di comunità energetiche. Un'associazione in forma giuridica di Enti pubblici e privati, o singoli cittadini per produrre e condividere energia pulita ottenuta da fonte solare. La lista, se eletta, si impegnerà a promuovere la formazione in questo ambito e a indirizzare la comunità locale verso questo genere di soluzione. Gennaro Toto ha precisato la totalità contrarietà all'incenerimento dei rifiuti, segnando come obiettivo un maggior riciclo e riuso dei rifiuti.

L'ingegnere Giovanni Mandelli, responsabile della parte tecnica e produttiva in un'azienda privata, ha promesso la revisione dello strumento di governo del territorio (PGT) e del Piano Urbano del Traffico (PUT). Conservare e riqualificare sono le due parole d'ordine. Come esempio è stato portato la sistemazione della zona San Dionigi.

Ampiamente apprezzato dagli astanti è stato il discorso del referente della scuola elementare di Cernusco, Pietro Santoro, di origini casertane ma ormai molto affezionato alla Brianza e a Cernusco dove lavora. Insegna religione, dopo essersi laureato alla Pontificia Università teologica dell'Italia meridionale presso i Gesuiti. Ha frequentato anche il seminario e temporaneamente ha svolto il magistero pastorale in parrocchie di periferia. Per Cernusco vorrebbe vedere una maggiore inclusione nella formazione, dai nuovi arrivati in Italia ai BES e ai disabili. Vorrebbe si costituisca un albo dei volontari di competenza, per indirizzare giovani studenti universitari e docenti in pensione a dare un aiuto agli alunni del primo ciclo di studi in difficoltà. Altro obiettivo è la digitalizzazione nella didattica e non solo, anche nei luoghi di cultura come la biblioteca. Quanto allo sport, IFNC propone la costruzione di una nuova palestra.

Sulle polemiche circa la candidatura del referente del plesso scolastico per una sorta di supposto conflitto d'interessi, è intervenuto Gerardo Biella, che ha difeso la disponibilità offerta da Santoro, che andrebbe sostenuta per l'entusiasmo e la competenza che ci mette. Ha poi elencato figure che a Cernusco o altri Comuni della Provincia hanno rivestito incarichi pubblici pur insegnando o dirigendo le scuole. Il consigliere Biella, docente universitario a Pavia, si è poi concentrato sull'assistenza alle persone e sul volontariato. La proposta della lista è di istituire un albo dei volontari per favorire la cittadinanza attiva. Attraverso i bandi, andrebbe poi attuato il servizio civile universale. IFNC, come obiettivo di lungo termine, vede la possibilità di creare una casa albergo per anziani e soggetti fragili.
Fabio Riboldi ha parlato di Pubblica Amministrazione, che non andrebbe vista solo come un centro di costo ma anche per la sua capacità di offrire servizi al cittadino. Si dovrà investire sulla formazione del personale e incentivare la digitalizzazione nell'amministrazione.

A completare la squadra c'è Antonio De Luca, sottoufficiale dei carabinieri in pensione. Nell'arco della sua professione nell'Arma ha svolto missioni internazionali, comprese quelle in Iraq e nell'area balcanica, la più formativa anche sul piano umano, ha raccontato con emozione De Luca.

Monica Vanoli, classe 1968, lavora nel settore medico ed estetico con ruoli di responsabile gestionale ed amministrativo. È socia dell'associazione Dentro&Fuori e in passato è stata rappresentante di classe nella scuola cernuschese e componente della Commissione Mensa.

Fabio Bonanomi lavora nel mondo della televisione. Guida un team di persone dedito alla ricezione, controllo e distribuzione dei segnali televisivi in un grosso gruppo di telecomunicazione. Alberto Gatti, 32 anni, lavora come consulente alle vendite presso un concessionario automobilistico. E' attivo nel mondo del volontariato, all'interno della Protezione civile di Merate. Si ricandida con IFNC Angela Nava, classe 1955, ormai in pensione, ha lavorato nel campo della moda sartoriale.

M.P.
© www.merateonline.it - Il primo network di informazione online della provincia di Lecco