Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione propri e di terze parti per le sue funzionalità e per servizi in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o se vuoi negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui. Proseguendo la navigazione nel sito, acconsenti all'uso dei cookie.
ACCETTA
  • Sei il visitatore n° 429.618.840
Vai a:
Il primo network di informazione online della provincia di Lecco
link utili
bandi e concorsi
cartoline
Scritto Venerdì 17 settembre 2021 alle 11:59

''...Ieri sera ho parlato per telefono al pianeta in persona, e lui mica si sente in grande pericolo...''

insomma che non volete le centrali a carbone perchè fanno CO2 e sciogliete i ghiacciai
quelle a petrolio no perchè oltre all' anidride fanno anche gli IPA e vi viene il tumore
quelle a biomassa no perchè fanno pm10 e vi viene l' enfisema grazie alle "nanoparticelle"
quelle a gas nemmeno perchè aumentano i gas serra incombusti (il metano vale 400 volte la CO2 in quanto a gas serra!) e poi sono pur sempre fossili e a noi il fossile non ci piace perchè la diciassettenne con la treccia e la terza media che va in america a vela su 30 tonnellate di vetroresina e carbonio ha detto che no, non va bene: "how dare you?"
quelle a spazzatura no perchè fanno la diossina
quelle nucleari no perchè brrr... nucleare.... brrr... non so come è fatto lo scaldabagno di casa ma la centrale nucleare.... mi trema la voce solo a parlarne...

poi però scoprite che scaldare casa con le scoregge di plancton costa il 7000% in più che facendo collidere un atomo con un neutrone, caricare la batteria ai supergreen polimeri di litio e piombo prodotta nella supergreen Cina della vostra auto elettrica non si può perchè è calato il vento e vi lamentate se bisogna tornare dai nostri amici Russi di Gazprom a pagare il metano il 40% in più: vuoi salvare l' orso bianco che galleggia sconsolato nel mare del nord? Vuoi togliere la bottiglietta di plastica dalla bocca della tartaruga? Vuoi "SALVARE IL PIANETA"?

Bene: ti do una news... ho parlato ieri sera per telefono, al pianeta in persona, e lui mica si sente in grande pericolo... ha detto che se andiamo avanti così al massimo ci annienta come specie e poi riparte pacifico a girare di nuovo attorno al sole riassorbendo in un paio di mille anni la nostra spazzatura e la nostra CO2 a tutto beneficio della fotosintesi clorofilliana: mi ha raccontato un segreto; le foreste crescono meglio al caldo e le piante diventano più rigogliose proporzionalmente a quanta CO2 hanno da mangiare; agli orsi girano un po' le palle perchè devono spostarsi cento chilometri più a nord ma le foreste amazzoniche invece sono tutte contente della manna dal cielo. Poi però durante la telefonata il pianeta mi ha ribadito che... se ti sei convinto che "the house is on fire" e vuoi applicare queste soluzioni da talebano scioperante eco-planet-friendly-pret-a-portér allora hai due soluzioni: vai a piedi, vestiti di foglie e bucce di carrube, mangia gli insetti a km0 che trovi sotto i sassi del giardino, fatti la mascherina di cocco perchè il polipropilene anche no; iniettati il vaccino con siringhe di bambù ed aghi ricavati dagli istrici morti perchè no: portarti un ananas a casa vuol dire far viaggiare una portacontainer per mezzo mondo. Oppure paga il conto della scelleratezza talebana delle "emissioni zero" qui da noi (ottenuta disintegrando il reddito, annichilendo l' industria europea, raddoppiando le emissioni globali di Co2 producendo in Cina batterie, pale eoliche e pannelli fotovoltaici) alla facciazza del pianeta, della CO2 e del greenhouse effect... nel frattempo il pianeta continua a ridere (in compagnia di Xi Jin Ping), a girare su se stesso ed attorno al sole fino al prossimo asteroide.

Adesso spengo il pc perchè consuma 300 watt e sono stanco di pedalare sulla cyclette con la dinamo collegata all' i-Mac.

Antonio
© www.merateonline.it - Il primo network di informazione online della provincia di Lecco