Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione propri e di terze parti per le sue funzionalità e per servizi in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o se vuoi negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui. Proseguendo la navigazione nel sito, acconsenti all'uso dei cookie.
ACCETTA
  • Sei il visitatore n° 413.521.020
Vai a:
Il primo network di informazione online della provincia di Lecco
link utili
bandi e concorsi
cartoline
Scritto Lunedì 13 settembre 2021 alle 18:39

Paderno: tappa per il rally dei sei ponti con auto d'epoca


Per un giorno il centro sportivo di Paderno d'Adda si è trasformato in un "polo internazionale". Il parcheggio di via Airoldi a partire dalle 16 di questo pomeriggio ha iniziato ad accogliere le coppie di viaggiatori, per lo più tedeschi, che a bordo delle loro auto d'epoca, partiti dalla città di Solingen, in Germania, hanno fatto tappa a Paderno, patria del ponte San Michele, nonché uno dei sei viadotti oggetto di questa manifestazione, "Il rally dei 6 ponti", pensata dai due organizzatori tedeschi di Solingen, Timm Kronenberg e Marc Baehr.

La delegazione italiana composta da Luca Ubbiali e Mirko Zabai

Gli organizzatori Marc Baehr e Timm Kronenberg, l'assessore di
Calusco d'Adda Silvia Di Fonso, il sindaco Gianpaolo Torchio, e il vice Gianpaolo Villa.

Una iniziativa finalizzata proprio alla promozione della candidatura dei sei ponti - quello tedesco di Solingen, quelli di Garabit e Viaur, in Francia e Dom Luis I e Maria Pia di Porto, in Portogallo - che insieme a quello di Paderno d'Adda, da anni ambiscono a entrate nell'Heritage List dei patrimoni dell'umanità Unesco.


"Il vostro rally turistico è uno splendido modo di promuovere e diffondere la nostra candidatura - ha commentato il sindaco Gianpaolo Torchio - ringrazio Timm e Marc che hanno organizzato il rally. Ringrazio anche il vicesindaco Gianpaolo Villa che sta seguendo il progetto di candidatura Unesco e Valter Motta, presidente dell'associazione partner del nostro comune per la candidatura".
I partecipanti del rally sono stati calorosamente accolti dalla parole del vicesindaco che li ha ringraziati tutti e ha espresso il suo sostegno al progetto, "oltre a promuovere la candidatura dei sei ponti è un modo per aggregare persone provenienti da paesi diversi, da Francia, Portogallo e Italia".

 


Al rally di 6.000 chilometri, percorribili solo con un auto d'epoca con non meno di vent'anni, che attraverserà ben 9 paesi europei, prenderà parte anche una delegazione italiana - in partenza domani mattina - composta da Mirko Zabai e Luca Ubbiali - che a bordo della loro Toyota Yaris raggiungerà la città di Solingen domenica 26 settembre. I due connazionali hanno raccontato alcune particolarità di questo rally. Non è permesso passare per autostrade e nemmeno utilizzare il gps, si dovrà quindi orientarsi "alla vecchia maniera" con le cartine stradali.


Percorreranno circa 400km al giorno e vi saranno alcuni punti da fotografare, uno step che formerà parte del punteggio finale, insieme alla libera scelta di sostenere un'ente benefico, che nel caso di Zabai e Ubbiali, è l'associazione "Dire Fare Abitare" che supporta i bambini con disabilità, il cui logo è presente sulla fiancata dell'auto.

Al termine dei ringraziamenti gli ospiti sono stati accolti sotto la tensostruttura del centro sportivo dove è stato allestito un rinfresco.

F.Fu.
© www.merateonline.it - Il primo network di informazione online della provincia di Lecco