Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione propri e di terze parti per le sue funzionalità e per servizi in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o se vuoi negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui. Proseguendo la navigazione nel sito, acconsenti all'uso dei cookie.
ACCETTA
  • Sei il visitatore n° 413.522.195
Vai a:
Il primo network di informazione online della provincia di Lecco
link utili
bandi e concorsi
cartoline
Scritto Lunedì 13 settembre 2021 alle 14:18

Merate: successo della Roseda al trofeo di pattinaggio ''La Torr''

Finalmente, era ora! Dopo il lock down dello scorso anno, che ha imposto una dovuta sospensione, il mondo del pattinaggio è stato ospite lo scorso fine settimana sulla rinnovata pista della Rotellistica Roseda, per celebrare degnamente con una tappa di Coppa Italia il suo storico Trofeo La torr, oramai giugno alla 23a edizione. Un due giorni di gare intense ed entusiasmanti, preceduta da giornate di lavori preparatori condotte dai dirigenti, dai genitori e dagli atleti per dare un grande "Benvenuti a tutti!!"alle ventisette società che hanno partecipato.

 

Uno splendido fine settimana ancora estivo e buona presenza di atleti di rango, nonostante il fatto che gli eventi agonistici di quest'anno, oltre ai tre nazionali, siano stati proposti, sotto l'egida della FISR, come singole tappe a sé stanti di Coppa Italia, senza classifica finale per mancanza di regolamento comune, a causa delle incertezze dovute alla pandemia di inizio stagione 2021. Ricordiamo le iniziali gare regionali di fine inverno, valide per le qualifiche a nazionali all'epoca ancora incerti, condotte quasi in un clima "ospedaliero".
Galleria immagini (clicca su un'immagine per aprire l'intera galleria):

Ma la voglia di pattinare ha vinto su tutto, e la Roseda lo ha dimostrato con un'organizzazione perfetta, in un'atmosfera di assoluto controllo e sicurezza. E' stato, oltre alle gare, così per la Roseda come per le altre società che hanno organizzato Coppa Italia, il primo momento dopo la passata 22a edizione del 2020, di ritrovarsi in pista per la prima volta finalmente tutti insieme, dirigenti, genitori ed atleti, già questo un grande risultato per la rotellistica, sport in cui la socialità è altrettanto importante come l'agonismo.
Ma veniamo alle gare iniziate nel pomeriggio di sabato 1 per i Giovanissimi ed Esordienti. Formula Tiezzi per tutti sulla nuova pista interna blu, dove i giovani rosedini hanno sfidato per la prima volta sul loro campo di allenamento gli altri concorrenti in due gare: la Destrezza ad ostacoli e la 5 e 8 giri in linea. Occasione riuscita anche per le Allenatrici, che vedono finalmente in casa propria il frutto degli allenamenti sull'importante gruppo di giovani atleti, sicura promessa per il futuro della squadra.
Nei giovanissimi 1 un emozionato ma felice Manuel Sambruna, alla sua prima esperienza importante, viene chiamato al podio allargato della combinata per la sua prima coppa in 10a posizione.

Anche le sei Giovanissime femmine, migliore Paganini Giulia al 18°seguita a ruota da Baccaro Ginevra, Cattaneo Irene, Loscocco Sofia, Buonocore Lia e Fumagalli Aurora hanno gareggiato con grinta, sia pure senza risultati di rilievo, piazzandosi tutte a centro classifica. C'è ancora tanto tempo per salire la classifica.
Anche le Esordienti hanno gareggiato bene, Fenu Giada 12° in combinata e Ripamonti Gloria 16° vedono avvicinarsi le posizioni più alte per la prossima stagione stimolo futuro anche per le compagne Guntri Emma, Fumagalli Giorgia, Galbiati Petra, Arrigoni Francesca e Fumagalli Noemi.
Ultimata la formula Tiezzi in pista interna di sabato, si riprende domenica mattina sull'anello esterno per le 200m sprint e 2000m a punti dedicate alle R12 femminile, dove le atlete, Vago Sofia, Biagioni Giorgia e Passoni Alessandra fanno fatica a ripetere precedenti risultati decisamente migliori e primeggiare contro le più agguerrite avversarie. Per Carilli Vittoria e Condorelli Isabel tutta esperienza da mettere nello zaino per le prossime gare.

Ultima categoria della mattinata per la Categoria Ragazzi con aumento delle distanze , 300m sprint e 3000m a punti. Fra Le Ragazze molto brava Corradini Nina che si mette in mostra con un ottimo 6° nella sprint ma si mostra meno convinta nella lunga. Discrete le compagne, ma maggiori aspettative mancate per tutte, a cominciare da Conca Cecilia, Molinari Beatrice, Costa Maria Sole per concludere con Emma Russo e Sannicandro Giulia; aspettiamoci in futuro grandi sorprese da loro.
Delusione ma gestita con grande grinta per Davide Premi, unico portabandiera rosedino Ragazzi maschi, con una gran voglia di podio domestico, bloccata purtroppo da una caduta provocata nella finale a sei dei 300 sprint dove correva sicuramente per la terza posizione. Alla fine per lui coppa in 7a posizione a fianco podio.
Pomeriggio conclusivo ancora più caldo e passaggio alle categorie maggiori dove la Roseda vede confermati e consolidati i risultati di stagione di quasi tutti gli atleti e atlete.

Per la numericamente importante presenza di atlete nella categoria Allievi femminile, bravissime le due atlete Corradini Lea e Balasini Sofia, rispettivamente 3a e 4° nella 500 sprint, dove hanno dato il meglio di sé stesse. Centro classifica nella 5000 a punti per entrambe, dove ci si aspettava invece di più.
Categoria Juniores, oramai abituata ai migliori risultati, dove Pozzoni Andrea ottiene due importanti quinti posti nelle ottimamente condotte 500m sprint e nella 6000m eliminazione, corsa insieme ai seniores, compreso qualche contenuto brivido in corsa.
Fra le Juniores rosedine, oramai abituate a farla da padrone in classifica, Ripete ancora i suoi ripetuti successi stagionali Rebecca Valagussa, 2a nella 500 sprint e 3° nella 10000, risultati che le permettono di salire ancora sul secondo gradino del podio della combinata. E brave tutte le compagne sempre grintose e con risultati di grande rispetto visto il livello delle concorrenti, a cominciare da Elli Matilde, 5° nella corta e bravissima 3° nella lunga, Ripamonti Greta rispettivamente 6° e 12°, Reali Giuditta 8a e 7a, Pin Matilde 11a e 10°. Un applauso per Giulia Bellani per completare i complimenti alla squadra. I risultati agonistici rosedini si completano con il Seniores Luca Mauri, anch'egli sul secondo gradino del podio della combinata gare.

Grazie all'impegno profuso da tutti gli atleti, sia grandi che piccoli, l'allenatrice Raffaella Colombo viene chiamata ancora sul secondo gradino del podio, per ricevere la coppa per la classifica societaria, a completamento delle prestazioni sportive rosedine.
Si avvia così alla fine un lungo fine settimana di grande sport e perfetta organizzazione, sia logistica che di sicurezza Covid per la Roseda. Salutate tutte le società ospiti, la giornata non poteva che concludersi degnamente con un incontro all'aperto di tutti i rosedini.
Importante momento sociale dove il novello presidente Filippo Elli, entrato in carica da due settimane ha presentato il nuovo Consiglio Direttivo e ringraziato in particolare, oltre a tutti i rosedini che hanno contribuito al successo del trofeo, due colonne portanti della Roseda: Giuseppe Valagussa che lascia la presidenza per motivi di lavoro, rimanendo comunque sempre a disposizione dopo tredici intensi e proficui anni di attività. Lascia il consiglio anche un altro grande, Gualtiero Mattavelli, che ripercorre brevemente a beneficio di tutti, fondatore insieme al padre dell'allenatrice Raffaella Colombo, anch'egli presente, la storia di 38 anni di rotellistica a Merate.
Una bellissima storia di orgoglio, impegno, sacrificio personale ed amore per lo sport e per i propri giovani, soprattutto in quest'epoca di gretti egoismi e personalismi, da cui tutti noi abbiamo molto da imparare per continuare a proiettare la Roseda ed i nostri giovani nel prossimo futuro.
© www.merateonline.it - Il primo network di informazione online della provincia di Lecco