Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione propri e di terze parti per le sue funzionalità e per servizi in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o se vuoi negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui. Proseguendo la navigazione nel sito, acconsenti all'uso dei cookie.
ACCETTA
  • Sei il visitatore n° 413.531.932
Vai a:
Il primo network di informazione online della provincia di Lecco
link utili
bandi e concorsi
cartoline
Scritto Domenica 12 settembre 2021 alle 10:27

A spasso con 'Olgiate cambia passo' per le strade del paese

“Ci siamo presentati e abbiamo espresso le nostre opinioni su quanto è stato fatto (e non fatto) dall’attuale Amministrazione. Ora è il momento di mostrarci ai cittadini, camminare per le vie di Olgiate e ‘toccare con mano’ i problemi del nostro paese”. Così Stefano Golfari, candidato sindaco alle prossime elezioni Comunali previste per il 3-4 ottobre, ha descritto l’inizio della ‘seconda fase’ di campagna elettorale che il gruppo di “Olgiate cambia passo” sta affrontando.



Sabato mattina alle 10 si è tenuta una camminata partita da via Canova, durante la quale i candidati della lista il cui slogan recita appunto “Cammina con noi” hanno seguito il loro leader per le vie di Olgiate Molgora. Prima tappa: centro storico. A illustrare la situazione davanti agli immobili di via san Rocco è stato Pierantonio Galbusera, attualmente Consigliere della minoranza, che ha riassunto come questo sia uno dei problemi più grandi che il paese si trascina ormai da decenni, e che l’amministrazione Bernocco non ha saputo sbloccare. “Assegnare la rigenerazione non è la soluzione, - ha aggiunto Golfari -. Serve un dialogo serrato con il privato e darsi delle scadenze. Olgiate vuole e merita il suo centro.”



Tornando indietro da via Canova, la camminata è proseguita verso via Mirasole, dove il gruppo si è diretto alla scuola media E.Gola, che nel giugno 2022 verrà interamente abbattuta e ricostruita. Il progetto di ristrutturazione, come spiegato dal candidato sindaco di centrosinistra, è visto come un problema. Doveroso costruire una scuola nuova, questo sì, ma non nello stesso posto in cui sorge ora, hanno spiegato. Con l’ingrandimento della struttura lo spazio per sostare diminuirà e di conseguenza gli studenti rischieranno di stare in mezzo alla strada nei momenti in cui attenderanno di entrare o all’uscita. A questa problematica si aggiunge quella già discussa durante la prima presentazione di Golfari, ovvero dove staranno gli studenti durante l’anno di lavori. “Alle scuole elementari?” si sono chiesti i membri di “Olgiate cambia passo”.

Galleria immagini (clicca su un'immagine per aprire l'intera galleria):

Risalito da via del Centenario, tra un saluto e uno scambio di parole con i cittadini incuriositi dal gruppo di magliette bianche, Stefano Golfari ha portato l’attenzione dei presenti sulla “zona industriale” posta vicino alla stazione. In particolare è stato criticato lo stato attuale del parchetto in via alla chiesa, sprovvisto di cestini e vegetazione, nonché disseminato di mascherine e rifiuti. “Non si potrebbe piantare una siepe per oscurare le fabbriche e rendere in qualche modo più gradevole questo parchetto?”. A queste considerazioni si sono aggiunte quelle in merito agli operatori ecologici, che a Olgiate andrebbero aumentati.


Il gruppo si è quindi diretto alla stazione ferroviaria e ha proseguito per via Occellara, in direzione san Zeno, per poi concludere al punto di partenza, via Canova. Il prossimo fine settimana, sabato 18 settembre, il gruppo di “Olgiate cambia passo” camminerà invece per le vie di Mondonico e Pianezzo, per incontrare gli abitanti delle frazioni, ammirare la bellezza delle aree più “naturali” di Olgiate e soprattutto per constatare i problemi di queste zone.
E.Ma.
© www.merateonline.it - Il primo network di informazione online della provincia di Lecco