Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione propri e di terze parti per le sue funzionalità e per servizi in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o se vuoi negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui. Proseguendo la navigazione nel sito, acconsenti all'uso dei cookie.
ACCETTA
  • Sei il visitatore n° 429.771.168
Vai a:
Il primo network di informazione online della provincia di Lecco
link utili
bandi e concorsi
cartoline
Scritto Martedì 07 settembre 2021 alle 21:03

Merate: ripristinato l'orario pre-covid alla scuola primaria. Soddisfazione dei genitori

Con una comunicazione diramata in data odierna i genitori della primaria hanno avuto notizia del ritorno dell'orario scolastico pre-covid, dunque con le lezioni del venerdì pomeriggio regolarmente svolte. Una situazione che aveva portato un gruppo consistente di famiglie a protestare e ad avviare una raccolta firme che aveva raccolto quasi 150 firme, interessando anche gli amministratori comunali.
Soddisfazione è stata espressa ora da Isabella Lavelli, portavoce dei genitori che chiedevano il ritorno all'orario deciso al momento dell'iscrizione da parte delle famiglie e che ha auspicato che, da questa esperienza, si apra anche un maggiore livello di coinvolgimento e interessamento della popolazione nella "cosa pubblica".
Grande soddisfazione e ora andiamo avanti.


Oggi abbiamo ricevuto comunicazione ufficiale dall’Istituto Comprensivo di Merate circa il ripristino del tempo scuola pre-covid.

Il Comitato di genitori che ha promosso la raccolta firme e le iniziative che, nel corso di una lunga l’estate, hanno coinvolto oltre cento famiglie, non può che esprimere grande soddisfazione per come si è conclusa la vicenda.

E’ stato un onore essere portavoce di una mobilitazione che forse non ci si aspettava a Merate. Insieme abbiamo affrontato molte tematiche oltre alla difesa del tempo scuola: la partecipazione alla vita scolastica, la rappresentatività degli organismi collegiali, il dialogo con la scuola e soprattutto la conciliazione familiare; abbiamo parlato delle nostre paure riguardo al covid, della difficoltà di reperire e condividere informazioni: insomma, si è parlato di scuola come forse c’è la necessità di tornare a fare più spesso.

Per questo, ritengo non si debba sprecare un’esperienza che deve essere solo l’inizio di un percorso di rinnovata partecipazione, perché attraverso la partecipazione possiamo rendere sempre più solidale, accogliente e inclusiva la nostra comunità scolastica. E’ stata per tutti noi una grande esperienza di valore civico.

Va sottolineato che questo processo collettivo ha coinvolto non solo i genitori ma in primo luogo la scuola e la Dirigente scolastica che si è dimostrata attenta e aperta all’ascolto, i consiglieri comunali, in particolare Patrizia Riva che ha sostenuto il comitato e si è adoperata attivamente per favorire dialogo e incontro, Roberto Perego e l’Assessora Maggioni che, con grandissima disponibilità, ha immediatamente accettato di incontrarci e condividere con noi informazioni e possibili soluzioni; infine, occorre menzionare (e so che è una cosa un po’ inedita) i mezzi di informazione locali che, con grande professionalità e rispetto dei ruoli istituzionali, hanno seguito con attenzione e partecipazione gli sviluppi della vicenda, svolgendo quel fondamentale ruolo di servizio al pubblico che favorisce la vita civile di ogni comunità.

Grazie ai genitori che hanno saputo opporsi e immaginare insieme questo percorso che ci ha fatti crescere tutti.

Infine, vorrei aggiungere che il nostro lavoro non termina qui. Molti sono i temi su cui ci siamo confrontati in questi mesi, speriamo di avere l’occasione di incontrarci anche fisicamente per continuare insieme, nella speranza di aprire una grande stagione di partecipazione civica nella scuola e nella nostra comunità.

Isabella Lavelli
Portavoce dei genitori promotori della
petizione per il ripristino del tempo scuola

Articoli correlati
© www.merateonline.it - Il primo network di informazione online della provincia di Lecco