Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione propri e di terze parti per le sue funzionalità e per servizi in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o se vuoi negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui. Proseguendo la navigazione nel sito, acconsenti all'uso dei cookie.
ACCETTA
  • Sei il visitatore n° 438.719.222
Vai a:
Il primo network di informazione online della provincia di Lecco
link utili
bandi e concorsi
cartoline
Scritto Domenica 01 agosto 2021 alle 15:26

Airuno: si discute di bilancio. Il trasporto scolastico accende gli animi in consiglio

Dopo le comunicazioni del primo cittadino, il consiglio comunale di Airuno è entrato nel vivo ed è stato anche l’occasione per presentare il nuovo segretario comunale, il dottor Mario Scarpa, subentrato di recente alla collega dottoressa Francesca Zotti. Nonostante un ordine del giorno piuttosto ‘blando’, gli animi di minoranza e maggioranza si sono accesi su un tema che in passato aveva già fatto discutere, il trasporto scolastico. Superati i due punti - la comunicazione della variazione di cassa del bilancio di previsione e la riapprovazione di alcuni allegati al rendiconto della gestione 2020 relativi all’utilizzo dei fondi Covid - che non hanno visto aprirsi alcuna discussione, si è passati alla variazione di assestamento generale di bilancio di previsione 2021-2023.

Il sindaco Alessandro Milani e il segretario, dottor Mario Scarpa

La voce è stata presentata, come ogni capitolo economico, dalla vicesindaca e assessore incaricata Adriana Rossi, che ha esposto la situazione in cui si trova Airuno. Un quadro non così roseo, per cui il comune si trova a dover fronteggiare spese alte a fronte di minori entrate. Rossi ha spiegato che, su un avanzo di 148.800 euro, 32.900 sono stati destinati alle maggiori spese nel sociale: “Abbiamo riscontrato un forte aumento della casistica di ragazzi con disabilità certificate, e riteniamo che la questione andrebbe affrontata a livello sovracomunale”. Oltre a questo, 4.000 euro sono andati alla manutenzione di beni patrimoniali e 6.200 al recupero di rifiuti abbandonati. I restanti 103.000 euro sono stati accantonati proprio per un ‘tema caldo’ di questi giorni, la situazione di perdita in cui versa l’azienda speciale Retesalute.

 La vicesindaca Adriana Rossi

Dopo qualche indecisione, infatti, l’amministrazione di Alessandro Milani ha deciso di schierarsi dalla parte di coloro che vogliono ripianare il debito. “In precedenza non si era ritenuto necessario accantonare la cifra in quanto i dati erano ancora in fase di verifica” ha spiegato la vicesindaca, ricordando però che Airuno vanta un credito di 70.000 euro con Retesalute, che chiede, se possibile, di compensare con la cifra necessaria a ripianare la quota parte di perdita. Sotto questo aspetto, soddisfatti i rappresentanti della minoranza - il capogruppo Gianfranco Lavelli e Adele Gatti - che hanno espresso la loro contentezza per la “presa d’atto” dell’amministrazione definendo “positiva” la decisione di accantonare la cifra. Adriana Rossi ha sottolineato ancora una volta le sue perplessità sul quadro generale, chiedendo che venga presentato un piano di rilancio adeguato, della durata almeno triennale.
In chiusura del punto è stato elencato l’ammontare del contributi giunti dallo Stato: per il decreto sostegno 21.300 euro, che saranno investiti nel ristorare le tariffe TARI delle utenze non domestiche, mentre gli 11.600 euro del fondo di solidarietà saranno destinati “a pioggia” alle famiglie, sempre per quanto concerne la tassa sui rifiuti.

La minoranza di 'Progetto Comune', Adele Gatti e Gianfranco Lavelli

A questo punto, il consigliere di “Progetto Comune” Gianfranco Lavelli è intervenuto citando la questione del servizio di trasporto. Solo un anno fa, ricordiamo, l’amministrazione Milani aveva cancellato il pullman, dopo aver investito alcuni fondi nel tentativo di “salvare” il mezzo, già guasto. Per questo era stato istituito il piedibus, che ad oggi funziona e a cui ha aderito la stragrande maggioranza delle famiglie che prima si avvaleva del servizio bus. Ad eccezione, ovviamente, dei residenti ad Aizurro, che per la distanza e la pendenza della strada hanno avuto a disposizione una navetta per recarsi a scuola. La decisione era stata già criticata ai tempi dai membri di “Progetto”, che non avevano nascosto le loro perplessità. I dubbi oggi sono tornati a galla, a causa di un aumento dei prezzi ipotizzato per la navetta da Aizurro. “Il bilancio è uno strumento, che deve portare al bene dei cittadini” ha detto, chiedendo alla maggioranza di non giustificare le proprie scelte dicendo di difendere il quadro economico. Lavelli, però, si è ripromesso di non calcare troppo la mano, in attesa che la decisione sia definitiva. Adriana Rossi ha a questo punto ribattuto che il comune si sta attivando per risolvere la questione al meglio. Dal canto suo, Adele Gatti ha ricordato che quella per il servizio di trasporto rientra tra le spese che un comune dovrà sempre accollarsi, anche a costo di andare in perdita. La discussione è stata dunque rinviata a decisioni prese.
Nonostante qualche dissapore, la variazione è stata votata all’unanimità positivamente. A chiudere l’assise è stata l’approvazione della bozza di convenzione per l’ampliamento della caserma dei vigili del fuoco a Merate. Airuno contribuirà - secondo la divisione in quota parte - con 5.200 euro. Il sindaco Milani ha ricordato l’importanza dell’operato dei pompieri, e Adele Gatti ha preso parola per sottolineare l’importanza delle funzioni associate. Anche quest’ultimo punto è stato votato positivamente da tutti i presenti.
G.Co.
© www.merateonline.it - Il primo network di informazione online della provincia di Lecco