Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione propri e di terze parti per le sue funzionalità e per servizi in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o se vuoi negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui. Proseguendo la navigazione nel sito, acconsenti all'uso dei cookie.
ACCETTA
  • Sei il visitatore n° 421.546.339
Vai a:
Il primo network di informazione online della provincia di Lecco
link utili
bandi e concorsi
cartoline
Scritto Martedì 27 luglio 2021 alle 18:20

Cernusco: obbligo Green pass, assalto all'hub Technoprobe. Ma da mercoledì all'1 agosto vaccinazioni solo fino alle ore 14

L'hub vaccinale (foto di repertorio)
L'obbligo del Green pass per poter viaggiare e quindi andare in vacanza ha scatenato un vero e proprio assalto all’hub vaccinale della Technoprobe a Cernusco Lombardone. E proprio aumenta la pressione da parte di chi vorrebbe vaccinarsi, c'è da registrare un rallentamento dell'attività con una riduzione dell'orario di apertura del Centro vaccinale, a causa della scarsa disponibilità dei vaccini.
Ma andiamo con ordine. Nel pomeriggio di ieri, lunedì, circa una sessantina di persone si sono presentate all'ingresso del centro, nella speranza di essere vaccinati con eventuali dosi avanzate, rispetto alla normale programmazione. Una situazione del tutto inattesa che ha creato qualche problema di “ordine pubblico”, in quanto ognuno riteneva di avere la precedenza rispetto agli altri… La situazione ha rischiato addirittura di degenerare e per riportare la calma è stato necessario l'intervento della guardia giurata addetta alla sicurezza dell'azienda. Un episodio che ha dell'incredibile, tenuto conto che le dosi in eccesso ogni giorno, per via della suddivisione scientifica dei flaconi, si possono contare sulle dita di una mano. Spesso inoltre non sono più di due o tre e vengono gestite dal personale medico in base a parametri e procedure prestabilite, che non lasciano spazio alla discrezione del personale.
“E’ assurdo quello che è accaduto ieri sera - ci ha raccontato una delle infermiere presenti - c'era gente che non aveva neppure effettuato la prenotazione e pretendeva di essere vaccinata. Purtroppo ci sono stati anche episodi di maleducazione e alcuni momenti di vivace discussione tra le persone presenti che ritenevano di aver più diritto di altri di essere vaccinate.  Si è trattato di un episodio disdicevole e assurdo, soprattutto perché non c’erano vaccini a disposizione”.
Tutto è iniziato verso le 19 quando hanno cominciato ad arrivare dei cittadini che pur non avendo prenotato il vaccino si sono messi in coda. Alle 20, quando il centro vaccinale ha chiuso erano circa una sessantina le persone pronte a tutto pur di  ricevere una dose di vaccino. Nonostante il personale medico e infermieristico avesse spiegato loro che non c’erano dosi, nessuno voleva andarsene nella folle speranza di poter accaparrarsi una dose che non c’era.
“Non ci aspettavamo una situazione del genere - ci ha spiegato la dottoressa Marta Brambilla - e quindi siamo stati colti di sorpresa. L'introduzione dell'obbligo del Green pass da parte del Governo ha accelerato la corsa al vaccino, ma è necessario rispettare le regole. Da questa sera, martedì, chi non è provvisto di prenotazione non verrà fatto accedere al centro vaccinale ma verrà bloccato nell'area parcheggio. Quindi chi non ha una regolare prenotazione è inutile che si presenti, è indispensabile seguire la procedura anche per non compromettere la vaccinazione di quanti le rispettano”.
Quindi coloro che sono alla ricerca disperata di una dose di vaccino per poter andare liberamente in vacanza farebbero bene per prima cosa a prenotarsi attraverso il portale di Regione Lombardia, che rappresenta l'unico modo per essere vaccinati.
“E’ incredibile quello che è successo ieri sera - ci ha confermato la guardia giurata Ferruccio Amonini - Non era mai successa una cosa del genere. Accade ogni tanto che qualcuno si presenti con la speranza di ottenere un vaccino avanzato, ma solitamente quando capiscono che non ce ne sono, mollano il colpo. Ieri sera purtroppo nessuno voleva sentire ragioni e non è stato facile ricondurre la situazione alla normalità. Da oggi chi non ha la prenotazione non supererà l'area del parcheggio… Adesso sono avvisati”.
Proprio da oggi, per far fronte al picco di richieste pervenute a seguito delle disposizioni governative, sono stati attivati nuovi slot di prenotazioni presso il Palataurus di Maggianico a Lecco e presso il centro vaccinale di Mapello, tutto sommato non molto distanti da Cernusco Lombardone.
Da domani infine l'attività dell'hub di Cernusco Lombardone sarà dimezzata, a causa della scarsa disponibilità dei vaccini. Secondo quanto comunicato dall'Ats da dal  28 luglio al primo agosto il Centro vaccini sarà aperto dalle 8 alle 14 e non fino alle 20 come accadeva fino ad oggi. Tale decisione è stata necessaria a causa di una temporanea diminuzione dei vaccini disponibili. Dal 2 agosto però, fanno sapere dall'Asst, l'attività riprenderà a pieno ritmo per dodici ore al giorno per sette giorni la settimana. Un rallentamento quindi temporaneo che non dovrebbe causare particolari disagi. O almeno si spera...
Angelo Baiguini
© www.merateonline.it - Il primo network di informazione online della provincia di Lecco